paolo bocediSARONNO – “Sono rimasto molto impressionato dalle fotografie che il pubblico ministero Nadia Calcaterra ha mostrato in aula questa mattina: è stata una mattanza vera e propria contro una povera donna di 62 anni indifesa“. E’ questo il primo commento a caldo di Paolo Bocedi al ritorno da Busto Arsizio dove ha assistito come numero uno dell’associazione Sos Italia Libera che al procedimento a carico di Alex Maggio, il 33enne che ha confessato di aver ucciso Maria Angela Granomelli nel negozio della donna in corso Italia lo scorso 3 agosto.

“Guardavo Alex Maggio in faccia – continua Bocedi pensando alla mattinata – e avrei voluto urlargli tutta la mia rabbia per non avere avuto pietà per una donna, una commerciante, una mamma e una nonna”. Durissimo la chiosa di Bocedi che è stato tra i primi a chiedere una condanna esemplare :”Mi auguro che il giudice per udienze preliminari Alessandro Chionna lo condanni al massimo della pena: senza nessuna pietà come lui non l’ha avuta per Maria Angela”.

03062014