polizia locale notte piazza libertàSARONNO – Svegliato ripetutamente dagli avventori di un bar un saronnese ha accesso il computer ed ha scritto una mail di protesta al sindaco Luciano Porro e all’assessore alla Sicurezza Giuseppe Nigro. Non è la prima volta che il residente del centro si mette a computer nel cuore della notte per esprimere il proprio disappunto al primo cittadino.

“E’ l’una passata, ci sono non meno di 50/60 persone sedute all’esterno del bar e, giusto per non farsi mancare nulla, musica ad alto volume e un “animatore” che da oltre tre ore con un microfono attaccato a degli altoparlanti intrattiene i clienti. Le chiedo, fino a che ora si può tenere la musica alta? Se non mi sbaglio fino alle 23 quindi questi signori hanno sforato di oltre due ore”.

Chiara la richiesta del saronnese: “Le chiedo, come già ho fatto in passato ma senza risultati, di intervenire con la massima sollecitudine affinché venga rispettato il sacrosanto diritto di tutti i cittadini di dormire. Almeno dopo l’una di notte. Per la cronaca la informo che ho sto provando a chiamare la polizia municipale, che verso le 11 e’ già passata probabilmente chiamata da qualcun altro, ma al telefono non risponde nessuno”.

04062014

36 Commenti

  1. ..che notiziona.La Polizia Locale non c’era ma neppure noto un giornalista che almeno riporti una notizia così importante di prima mano (e non con foto di repertorio)

  2. Vai a vivere in periferia … il centro di Saronno non può morire perché tu devi dormire.

    • ma che ragionamenti sono? fossero sotto casa tua che diresti? inoltre, mai dimentivare che i diritti di uno finiscono quando cominciano quelli degli altri.

    • questa è una risposta del cavolo. occorre il rispetto delle norme. purtroppo troppo sono gli incivili

      • Avete fatto morire il centro di Saronno!!!! Anni fa era vivo…..c’erano giovani che frequentavano locali e la piazza, adesso ci sono solo extracomunitari ubriachi!!!! Non venirmi a dire che è meglio così?????

  3. Io ero presente, la musica non era alta, alle 23.30 è stata abbassata.
    Anche se “l’animatore” era dotato di microfono, anch’esso si sentiva a malapena agli ultimi tavoli dello spiazzetto riservato ad essi.
    Situazione confermata dagli avventori che se ne sono lamentati (si sentiva a malapena).

    L’evento di carattere ludico-sportivo è uno dei pochi organizzati nel centro saronnese.
    Quantomeno io mi auguro uno dei primi.

    Ci si lamenta ripetutamente del fatto che il centro sia ostaggio di stranieri ubriachi.
    Insomma si vuole la botte piena e la moglie ubriaca.

    Gli avventori del noto bar saronnese, come viene definito, tutte persone educate, che si sono limitate ad una piacevole serata in compagnia, senza eccedere in atti molesti.
    Fino a tardi ho visto, ragazzi, famiglie, anche con bambini, sereni e pronti a mettersi in gioco in una gara ciclistica.

    Non stiamo parlando di ubriachi urlanti, nemmeno di maleducati molesti.

    Cosa vogliamo? una città deserta nelle serate saronnesi?
    Oppure riappropriarci della ns bella cittadina, di renderla ns., sicura ed accessibile alle famiglia, darci la possibilità di una passeggiata notturna perchè la convivialità la rende più sicura.

    Ripeto io c’ero, nessun eccesso è stato perpetrato.

    Ho abitato anche io in centro, tra i tanti vantaggi ed il pregio di viverci, esiste l’altra faccia della medaglia: d’estate con le finestre aperte:si sente tutto, altrimenti abbiamo una splendida periferia, silenziosa e tranquilla.

    detto questo, come sempre firmerò il mio commento, auspicherei che chi volesse rispondere direttamente facesse lo stesso.

    • Cocordo con quanto scritto da Morena Bosaia, non si può fare di una città un deserto dopo le 20 e pretendere sicurezza… Non è difficile da capirsi.

      • …sicuramente la Porro & Co. (-1) avrà preso tutti gli opportuni provvedimenti del caso, o non ha nemmeno risposto alla mail?
        … è davvero difficile capirsi!

  4. Già cosi è un mortorio Saronno… spero che possano aprire sempre più bar fino a tardi in modo da riprenderci la nostra città e non lasciarla in mano agli extra-comunitari. Uscite la sera gente che Saronno era bella una volta !!!

  5. Be fuori da un bar penso sia normale..Io non abito in centro, eppure maleducati ce ne sono parecchi …di sera di notte in qualsiasi momento non hanno proprio rispetto..

  6. Alcune persone sono veramente noiose, vorrebbero stare tutta la sera chiusi in casa a guardare la televisione e con una mano pronta a chiamare la polizia per degli schiamazzi provenienti da un bar… ISOLIAMO I TRISTI E I NOIOSI E GODIAMOCI OGNI PIAZZA, OGNI STRADA, RIPORTIAMO COLORE E MUSICA, SARONNO SVEGLIATI E BALLA CHE MALE NON FA !

  7. Sindaco Porro? Comandante dei Vigili? Cosa rispondere a chi ha perso il sonno … La vita si spalanca a chi ha scelto di vivere in centro, era libero, e la libertà è rischiosa, non puoi sapere se nel tuo angolo di casa c’è un bar pronto a strangolarti, se dietro la curva la strada prosegue sul pavé o sprofonda in una buca, se c’è ad attenderti una gang di ubriachi o il carabiniere solerte. La libertà, è un drink che devi assaggiare, non puoi sapere prima se ti fa ubriacare o no. E chi compra non sapeva quale dei due orologi avrebbe battuto più forte. Non sapeva neanche più se era giovane o vecchio. Un giovane che morirà a vent’anni, a diciotto è già vecchio. Un proprietario che vuol vendere per uscire dal centro morirà lì perché lo stato ha tolto il valore della casa e insieme ha buttato il sudore del sacrificio e con lui la speranza.
    Sindaco Porro la musica non aiuta chi già dorme poco per i troppi pensieri che non ha mai cercato …
    Aiutiamolo!!!!

  8. Non se ne può piú di queste persone compassate, passive, sempre intente a rivendicare diritti, leggi, divieti, (presunto) ordine, …..
    Vogliono stare tranquilli, vogliono riposare ..adesso.
    ll loro tempo lo hanno vissuto, i loro schiamazzi li hanno magari fatti, ma adesso ci vuole pulizia, ordine, morale, sicurezza (che lo Stato deve garantire ovunque e a tutte le ore) ….
    Con i loro egoismi e immobilismi hanno svenduto il presente delle attuali generazioni “attive” ….figuriamoci…
    Ma adesso l’importante é che ci sia silenzio, ordine, sicurezza…
    E allora i bambini non possono giocare e “disturbare” nelle proprie case, non possono giocare e fare schiamazzi per strada e neanche nei cortili condominiali; tutto vietato perché ci vuole ordine, silenzio, rispetto per la gente che riposa.
    Basta!
    E il centro muore lentamente, gli spazi aperti sono insicuri e non solo di sera o di notte; perché nascosti dietro tende e persiane non si dissuade alcun malintenzionato dal delinquere o molestare;
    Basta, basta!
    Abbiate il coraggio di riscoprire il piacere delle relazioni sociali “reali”, di riappropriarvi degli spazi cittadini, di condividere momenti di vita con la comunità in cui abbiamo scelto per un motivo o l’altro di vivere.
    Basta silenzi assordanti!
    Basta dire NO!
    Ben vengano 1, 10, 100 locali o eventi che ridiano vita ad una comunità asfittica!
    Le idee e le iniziative nascono da contaminazioni di incontri vivaci, autentici, imprevedibili e non da sterili tavole rotonde, convegni, riunioni o altre forme pianificate di dibattito.
    Il solerte scribacchino si metta l’anima in pace e segua il consiglio degli altri commenti: cerchi la pace altrove o magari in mezzo alla gente… egoista.

  9. Ma quante stupidate …. Da qualche anno abito in centro e ovviamente devo convivere con le campane, gli schiamazzi, le bancarelle, le manifestazioni, le maratone, etc.. etc. Ogni domenica una cosa diversa. BENISSIMO. Se avessi voluto sentire gli uccellini avrei comperato una casa in periferia. Tuttavia non si può pensare che ognuno faccia quello che crede. Si al centro vivo e pieno di attività ma con delle regole. Non credo sia normale che un bar faccia musica all’aperto fino alle 2 o alle 3 di notte. E il bar in questione lo fa molto spesso. Che parla di città morta, di gente noiosa etc etc non capisce il problema o fa finta di non capirlo.

    • Il bar chiude alle due, la musica era terminato molto prima, poco dopo la mezzanotte. Era comunque stata abbassata alle 23.30.

      • Non è vero. L’animatore ha smesso quando, alla 1,20, sono arrivate tre auto dei carabinieri che qualcuno ha chiamato. Giustamente.

  10. Il centro è invivibile! Nessuno dice di non divertirsi o di non suonare … Però bisogna rispettare le regole come fanno gli altri. Ad ogni ora ci sono problemi… Anche perché si lasciano correre troppe cose e questo è il risultato…

    • Un consiglio per lei e uno per il bar , il bar potrebbe spostarsi in periferia occupare un area dismessa non pagare utenze e tasse varie in questo modo non potrà mai arrivare 3 auto dei carabinieri fuori dal locale . Invece consiglio a twoo di andare a vivere in zona via varese angolo via milano zona tranquilla e residenziale.

  11. PRIMA DI TUTTO NON SONO MINIMAMENTE INTERESSATA AI VOSTRI INUTILI COMMENTI, CHE IN MODO POCO SENSATO VOGLIONO DIFENDERE DELLE SITUAZIONI CHE NEMMENO CONOSCETE!

    CARA SIGNORA MORENA, LE COSE SONO DUE, O LEI E’ SORDA, O CIECA, O NON SI RENDE CONTO CHE QUANDO SCHIAMAZZATE FINO A TARDA NOTTE I RUMORI NELLA PIAZZA SONO AMPLIFICATI.

    POI, NON SIA NEMMENO BUGIARDA PERCHE ABBIAMO TANTI VIDEO CHE TESTIMONIANO ORE E FATTI. FORSE LEI SABATO, ALLE 01.45 QUANDO SONO ARRIVATE BEN 3 PATTUGLIE DEI CARABINIERI, CHE SI SONO SOFFERMATI AL BAR PER BEN 30 MINUTI, ERA GIA ANDATA A DORMIRE!
    E MI AUGURO PER LEI DI DORMIRE SONNI TRANQUILLI, VISTO CHE A ME NON E’ CONCESSO.

    QUELLO CHE DESIDERO NON E’ UNA SARONNO VIVA, COME TANTI DI VOI TANTO CI TENGONO A RICHIEDERE, MA SOPRATTUTTO UNA SARONNO CIVILE, EDUCATA, SOBRIA E RISPETTOSA DELLA VITA DEGLI ALTRI.

    COSA CHE NON AVVIENE ASSOLUTAMENTE NEL BAR SOTTO CASA MIA, DOVE INVECE REGNA LA MALEDUCAZIONE, IL NON RISPETTO E L’INCIVILTA’.

    QUANDO QUESTA GENTE SI UBRIACA E ALZA IL TONO DI VOCE, INVOCANDO INNI DA STADIO O CAZZATE DI ALTRO GENERE, CHE URINA SUL SAGRATO DELLA CHIESA, ALLE 2 O ALLE 3 DI NOTTE, SENZA MINIMAMEMTE PENSARE CHE STA LEDENDO LA LIBERTA DEGLI ALTRI CITTADINI, PER ME E’ GENTE INCIVILE.

    PROBABILMENTE QUESTA GENTE, LA MATTINA DOPO NON HA NEMMENO LA PREOCCUPAZIONE DI ALZARSI PER ANDARE A LAVORARE!!!!

    PROBABILMENTE QUESTA GENTE DI PREOCCUPAZIONI NON NE HA PROPRIO!!!

    DA CITTADINA BEN EDUCATA E CIVILE, ESIGO CHE QUESTA SITUAZIONE CAMBI, E SE NON AVRO LA POSSIBILITA’ DI DORMIRE SONNI SERENI IO CONTINUERO’ A CHIAMARE I CARABINIERI O LA POLIZIA MUNICIPALE.

    E CONTINUERO’ A VIVERE IN CENTRO, CARI MIEI, PERCHE NON DOVETE SCEGLIERE VOI DOVE IO DEVO VIVERE, CON O SENZA UCCELLINI….

    • Cara anonima, scrivere in maiuscolo equivale ad urlare e non è un comportamento da “buona cittadina educata e civile”

  12. se il centro è morto vi lamentate perchè è morto (e ci sono gli stranieri) non appena si organizza qualcosa vi lamentate perchè c’è movimento e musica… mai cuntent!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  13. Viva viva meno male che esiste l’anonimato. Meno male che esiste chi inneggia alla buona educazione con un post tutto in maiuscolo. educazione c

  14. Ma quando si imbrattano muri, si spaccia, quando ci sono extracomunitari che defecano in giro, o completamente ubriachi infastidiscono le ragazze sole che hanno avuto la malaugurata idea di farsi un giro in centro, tutti questi bravi e solerti cittadini che abitano il centro dove sono?

  15. Io ho abitato in corso italia per anni e puntualmente la domenica mattina ( unico giorno che potevo dormire ) c era una manifestazione, una sfilata di ferrari , un mercatino ecc, altoparlani e per non parlare della banda.
    Non molto contento mi alzavo chiudevo la finestra e tornavo a dormire rispettando anche la libertà del resto dei cittadini saronnesi di vivere il loro centro d aggregazione, nessuno mi obbligava a vivere in una zona del genere. Chissà cosa dovrebbero dire sui navigli a milano, o coloro che abitano la zona di S. Siro, il centro di barcellona ecc……
    Comunque un po di buon senso e comprensione reciproca non guasterebbe ad esempio spegnendo le casse all’ esterno del locale per tempo.

  16. Sono perfettamente d’accordo con fus. Anch’io abito in centro e non mi lamento certo dei mercatini, delle manifestazioni, delle feste etc che spesso animano la piazza e il corso Italia. Cosa diversa e’ tollerare ragazzi incivili e maleducati che alle 2 o alle 3 di notte (cosa ben diversa …) urlano, cantano e non fanno dormire la gente. Questa non è una città viva, ma una città incivile e senza regole.

Comments are closed.