SARONNO – Si è tenuta nell’ultimo weekend a Saronno la due giorni di formazione “Il volontario del domani lo stiamo dipingendo oggi”.

Con queste parole il presidente dell’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia (Unpli), Claudio Nardocci, ha commentato il corso di formazione Unpli Area Nord che si è tenuto a Saronno, all’auditorium Aldo Moro, dal 31 maggio al primo giugno. Il corso, a cui hanno preso parte i dirigenti Pro Loco dell’Area Nord, i consiglieri regionali e la Giunta Unpli Lombardia, rientra nell’iniziativa dell’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia Socialmente Abili: formazione per dirigenti di oggi e di domani?, finanziata ai sensi della legge n. 383/2000 con la Direttiva 2012.

I dirigenti delle Pro Loco, nel loro secolare impegno a favore dell’immenso patrimonio culturale italiano, si sottopongono – ha proseguito Nardocci – ad una formazione continua. L’evoluzione delle nuove tecnologie, a prezzi sempre più accessibili, aprono scenari totalmente nuovi nella promozione turistica del territorio. Il volontario del domani sarà una persona che grazie alla sua passione, alla sua professionalità, alla sua fantasia e alla sua formazione potrà costruire, nei luoghi, un’offerta turistica-culturale straordinariamente interessante, che, conseguentemente, porterà benefici economici diffusi su tutto il territorio.

L’Unpli, quindi, lancia a tutti i protagonisti del turismo un appello: “Lavoriamo e cresciamo tutti insieme per cambiare il presente ed illuminare il futuro”. Durante la giornata di sabato 31 maggio il dottor Tito Livio Mongelli, formatore Fitus (Federazione Italiana di Turismo Sociale) ha affrontato i temi de “Il bilancio sociale come strumento per rafforzare il nostro radicamento sul territorio” e “Fund raising e crowdfunding” per le Pro Loco: “Intercettare i finanziamenti per sostenere le attività. Con il dottore Mario Riccucci, imprenditore ed esperto di tematiche Ict (Information and Communication Technology) è stato affrontato Internet: un nuovo mondo pieno di opportunità anche per le Pro Loco. “È importante – ha detto il presidente Unpli Regione Lombardia, Pietro Segalini- sia condividere obiettivi comuni, quali la salvaguardia, la promozione del nostro patrimonio storico, culturale e artistico, che lavorare in sinergia. Tutto questo permette alle Pro Loco e all’Unpli, che le rappresenta, di raggiungere grandi risultati a favore del territorio”.

A Saronno si è tenuta anche la seduta del Consiglio Nazionale Unpli a cui hanno preso parte i consiglieri nazionali, la Giunta nazionale Unpli, i Presidenti dei Probiviri e dei Revisori dei Conti. Inoltre la presidente della Pro Loco Saronno, Elemena Eupizi, che con il presidente regionale Pietro Segalini e il membro di Giunta nazionale Sergio Pocchiola, del Dipartimento organizzativo ha curato la logistica degli eventi, ha accompagnato il Presidente Claudio Nardocci a una visita guidata al Santuario della Beata Vergine dei Miracoli.

Durante la giornata di domenica 1 giugno si è tenuto il corso di formazione congiunto Dirigenti e Consiglio nazionale, con il componente Giunta, Dipartimento Formazione, Marco Specia. All’incontro erano presenti il sindaco di Saronno Luciano Porro e il delegato del sindaco di Gerenzano Marco Franchi, che hanno sottolineato l’importanza del lavoro sinergico tra Pro Loco e Amministrazioni comunali nella valorizzazione del patrimonio artistico, storico, culturale e sociale ringraziando per aver scelto Saronno come sede per il Corso di formazione e per il Consiglio nazionale.

Inoltre il Coordinatore di Bacino Unpli Lombardia Medio Olona, Agostino Alloro, ha donato al presidente Nardocci la prima copia del libro graphic novel “Cronache del Seprio” dedicato alla storia ed ai monumenti di alcuni luoghi di notevole importanza della Provincia di Varese. Il fumetto è stato realizzato
dalle Pro Loco di Gerenzano, Cislago, Castellanza, Olgiate Olona, Fagnano Olona, Cairate, Castiglione Olona, Tradate e dal Comune di Castelseprio.

“Sono molto soddisfatta della riuscita dell’incontro – ha detto Il membro della Giunta Nazionale Unpli e responsabile dipartimento del Servizio Civile Unpli Bernardina Tavella – sia per l’attenzione che ci è stata riservata, sia perché ho visto tante persone finalmente nella mia zona, una zona dove sono cresciuta e dove vivo. Ancora una volta ho avuto la certezza che le Pro Loco sono la memoria dei luoghi, conservano le tracce di storie passate, di eventi accaduti, di monumenti ed opere d’arte realizzate. Racchiudono l’essenza della cultura dei luoghi. Le donne e gli uomini che operano all’interno delle associazioni sanno osservare, sanno ascoltare e sanno trasmettere conoscenza. Le donne e gli uomini delle Pro Loco sono volontari, veri professionisti, persone che si formano e si aggiornano, che sanno cooperare, sanno condividere valori e principi, nel rispetto dei ruoli e degli ambiti. E in questi due giorni ne ho avuto la conferma.”

La Proloco di Saronno, nella figura del suo presidente Elemena Eupizi, si è sentita onorata di avere ospitato sul proprio territorio i rappresentanti delle
Proloco provenienti da tutta Italia, che hanno apprezzato la recezione alberghiera e gastronomica e in particolare i vantaggi logistici, da sempre punto di forza della nostra città, punto nodale delle comunicazioni del Nord Italia da molti secoli.

Una parte dei convenuti ha avuto la possibilità di ammirare le meraviglie artistiche del Santuario di Saronno, particolarmente grazie alla visita guidata
della professoressa Franca Canti. Dato il successo ottenuto, è probabile che il convegno si ripeta nei prossimi anni.

07062014