11062014 dipendenti comunali in stato di agitazioneSARONNO – Si è tenuta stamattina in Villa Gianetti l’assemblea sindacale dei dipendenti comunali a cui hanno partecipato oltre un centinaio di persone. In una sala del bovindo gremita si è parlato, dalle 9,15 alle 11,  di diversi temi a partire dalla sensibile riduzione del fondo produttività.

“Rispetto l’anno scorso – spiega Daniele Ballabio Uil Fpl – è previsto un calo di 90 mila euro che per i duecento dipendenti significa una sensibile riduzione. L’Amministrazione comunale ha dichiarato non è riuscita a ipotizzare progetti di miglioramento e/o razionalizzazione della spese che possano giustificare l’incremento del fondo”. Ma non solo: “Oltre a questo problema economico – spiega Andrea Introini di Coordinamento sindacale autonomo – c’è un problema di scarso riconoscimento e rispetto della professionalità e dell’impegno dei dipendenti”.

“Oltre al salario accessorio – spiega Antonio Durante – l’Amministrazione non ha rispettato gli impegni assunti l’anno passato, di incremento dello stesso salario accessorio e dell’accordo sulla previdenza complementare della polizia locale”.

Al termine di una riunione, decisamente partecipata, i dipendenti presenti hanno votato tutti (tranne 3 astenuti) a favore dello stato di agitazione: “A questo punto seguiremo la procedura – spiega Andreina Manzi di Fp Cgil – ci sarà una lettera all’Amministrazione comunale con la richiesta di un incontro con il sindaco Luciano Porro e se non dovesse essere risolutivo andremo dal Prefetto”.

11062014

28 Commenti

  1. Nel privato la gente perde il lavoro e farebbe di tutto per 1000 euro al mese, senza alcuna tutela.
    I dipendenti del Comune di Saronno stanno discutendo del premio produttivita’ … e siete disposti ad andare dal Prefetto.

    • Credo che il punto dell’articolo sia la frase “l’Amministrazione non ha rispettato gli impegni assunti l’anno passato”… ognuno deve assumersi le proprie responsabilità e rispondere delle proprie (in)azioni, troppo facile attaccare i dipendenti (comunali e non) che dopo mesi/anni di paziente attesa rivendicano il proprio diritto a vedere mantenuti gli impegni presi.

      • L’Italia non ha piu’ soldi, lo hai capito o no?
        La pubblica amministrazione deve subire un forte ridimensionamento da anni, ma nessun politico (di destra o di sinistra ha il coraggio) di farlo perche’ fa perdere voti, ma cosi’ l’Italia non puo’ andare avanti.

      • “[…] c’è un problema di scarso riconoscimento e rispetto della professionalità e dell’impegno dei dipendenti”

        anche questa parte direi che è significativa come descrittore della situazione nel ‘palazzo di vetro’.

  2. Eppure all’elezione di questa giunta in molti, dentro al Municipio, avevano fatto festa. Sic transit gloria mundi.

    • …si è vero! …sono andato poi ad uno ad uno a chiedere durante questi anni come fossero cambiate le cose: tutti, tranne i tre astenuti di oggi, mi hanno risposto di essere davvero pentiti di aver votato Porro sulla fiducia! …ecco i risultati!

    • Non pare che la giunta Porro abbia ufficialmente abolito i diritti dei lavoratori, perche’ mai dovrebbero rinunciare a lottare per difendere il proprio salario i dipendenti comunali.. Non hanno gli stessi diritti degli altri dipendenti? Tanto più’ dopo le trionfali dichiarazioni e foto ricordo dell’ass. Nigro che celebravano i nuovi e innovativi accordi decentrati voluti dalla a.c. e destinati al riconoscimento delle professionalità’ comunali e alla premiazione del merito, infatti…

  3. Ci riprovo, speriamo venga pubblicato.
    In base a che cosa misurate la vostra produttivita’?
    Se lo fate in base ai tempi di attesa agli sportelli comunali ed alla gentilezza degli operatori, forse e’ meglio lasciar stare il premio e stare zitti.

    • Per me esprimere un’opinione bisognerebbe conoscere problemi e funzionamento del comune.
      La guerra tra poveri porta solo altri poveri.
      Comunque ci sono famiglie dietro ogni dipende e difendere il proprio reddito mi sembra legittimo.
      Poi se le cose in comune vanno male non penso sia colpa solo dei dipendenti.

  4. Ok provo a riscrivere….
    Cosa c’entra Ballabio (dipendente ASL ) con i dipendenti comunali?

  5. Io quando leggo queste cose mi altero.Sapete quante persone lavorano come mè nelle piccole dittarelle di cacca e non sanno neanche che cosa siano i premi di produttività,i buoni pasto,i rol,i sindacati,le ferie te le fanno fare come e quando vogliono loro e purtroppo dobbiamo anche dire grazie se in momenti di crisi come questi riescono ancora a tenere aperti e a darti la pagnotta!!!!
    Ma fatemi il piacere…..

    • matteo renzi votato da 40% degli italiani quindi è inutile che la maggior parte si chiami fuori.. ha tagliato i fondi agli enti locali per più di 500 milioni .. questi soldi che prima arrivavano devono essere coperti da tagli o tasse.. gli ottanta euro qualcuno li paga

      • sono 80 euro sacrosanti e ne usufruiscono anche quei dipendenti statali che guadagnano meno di 1500 euro.
        Faccio notare che a Saronno la media stipendi dei dipendenti comunali e’ sopra i 1500 euro e si lamentano!!!

        • Perché, lavori al comune di Saronno?
          A me risulta il contrario.
          La maggior parte guadagna meno di 1300 con decine di anni di servizio.
          E poi ripeto che la guerra tra poveri porta solo altri poveri!
          La produttività serve a far lavorare meglio la gente, dappertutto,
          se poi non è così credo che la colpa sia di dirigenti e politici, non certo di chi lavora per un misero stipendio.

  6. ottanta euro per tutti e cassa integrazione a vita per i dipendenti dei partiti : questo è il cambia verso di renzi

  7. come al solito si fa di tutta un’erba un fascio non tutti i dipendenti sono maleducati e fanno alimentare file…………………………… basta parlare dei dipendenti comunali come delle bestie ……………….
    state in Comune tutto il giorno………. e valutate persona per persona …………………….

    • Che lavori bene o lavori male, a fine mese lo stipendio arriva sempre regolare, non e’ così’ per chi e’ nel privato: se lavori male ti lasciano a casa e, se lavori bene, non e’ detto che a fine mese arrivi puntuale lo stipendio.
      Le ferie le fai quando serve all’azienda. I permessi sono un miraggio, i rimborsi spese non esistono, i premi cosa sono ?????

  8. Il premio produttività è quello che tu percepisci a giugno….Qs odio verso gli statali è davvero impietoso…è di moda dare contro gli statali, ma vediamo di dividere quelli onesti dai veri fannulloni…e credo che da qs parti siano pochi….nel privato puoi licenziali, ma te la devi vedere coi sindacati e con l’assegno sostanzioso che devi staccare x liberartene

  9. Il premio produttività è quello che prendi tu a giugno. ….Qs odio verso gli statali è davvero impietoso. ..è diventato di moda. …vediamo di distinguere i lavoratori seri dai fannulloni e credo che dalle ns parti siano pochi…quelli che lavorano credi lo facciano con entusiasmo vedendo che si è tutti uguali, senza prospettiva di alcun miglioramento economico come può avvenire nel privato? Ci si scorna tra lavoratori, mentre bisognerebbe rivoltarsi contro i politici che invece di stare dalla parte del popolo stanno svendendo la loro patria mettendo in ginocchio le persone

    • ma di che premio di produttività a giugno parla? forse lo prende lei io no. ma quando mai nel privato tutti hanno miglioramenti economici? ma in che ditta lavora?

  10. Occorre quantificare gli stipendi/salari dei n. 200 dipendenti del ns. Comune di Saronno; occorre rivedere gli stipendi della classe dirigenziale ( e mi auguro che siano tutti cittadini saronnesi!!! 😉 … Perchè in caso contrario, non vedo perchè le tasse di noi cittadini saronnesi debbano essere versati per mantenere persone che non riversano il pecunio nelle casse del Comune ma altrove (oltre che nn avere un adeguato senso critico e civico di come si vive nella nostra città e di cosa hanno bisogno i nostri cittadini!)…. Un occhio di riguardo alle persone che lavorano come Vigili Urbani, Pompieri,
    Carabinieri, i Servizi Sociali, Anagrafe che tutto l’anno sono bombardati di lavoro e che per “il loro senso del dovere ” DEVONO fornire un servizio .. a volte anche a rischio della loro VITA!….Perchè chi lavora nell’Ufficio Personale del Comune di Saronno non può creare un piano di meritocrazia in base alle presenze, al grado di rischio, all’impegno di ciascuno.. Naturalmente, in accordo con il Sindaco Dott. Porro…. per nn penalizzare ulteriormente le persone oneste che manifestano e sono SEMPRE SOLE!… Stiamo vicini a chi LAVORA e ridimensioniamo ciò che è superfluo.. Inutile avere TESTE da X euro al mese se poi chi lavora sono SEMPRE gli stessi: DIAMO UN SEGNALE DI CAMBIAMENTO, un INCENTIVO affinchè chi TUTELA la nostra CITTA’ possa essere MAGGIORMENTE MOTIVATO a FARLO…GRAZIE!

Comments are closed.