tennisplayoffCERIANO LAGHETTO – “Oltre tutte le più rosee aspettative si è conclusa l’avventura del Ctc in serie A2: la meritata promozione in serie A1, tra le sette meraviglie del tennis femminile italiano assoluto. Alice, Clelia, Giulia e Marcella, insieme al capitano Fantasio Piscopo, sono state protagoniste indiscusse in un campionato che le ha viste subito, inaspettatamente, protagoniste del girone 2. Vittoria su vittoria le ragazze del circolo presieduto da Rocco Severino hanno chiuso al primo posto il girone che le ha viste impegnate tra maggio e giugno, conquistando il diretto accesso alla semifinale playoff per salire in A1”.

Inizia così la nota postata sul proprio profilo Facebook da Ctc per raccontare lo storico traguardo centrato domenica.

“A Ceriano è stata una vera e propria impresa. Dopo la sconfitta subita per 3-1 a Cagliari, le ragazze del CTC, sostenute e incitate dal folto pubblico che solitamente affolla i campi di via Campaccio, sono riuscite a ribaltare il risultato con un finale che le ha viste vincenti per 4-0.

Ad aprire le danze sono Clelia Melena che liquida agilmente Salis per 61 63, mentre in contemporanea Alice Moroni ha la meglio su Sulpizio per 63 62, col Ctc che impatta quindi sul 3-3. Tutto passa in mano dell’ultimo singolare con Giulia Sussarello contro l’ex 150 Wta Ungur, lo storico ha visto nel girone vittoriosa al terzo set la cagliaritana, anche se nel recente scontro sulla terra di Cagliari Giulia ha avuto la meglio ancora con un terzo set. La crescita di Giulia sui campi veloci di Ceriano è stata una progressione costante tanto che con un 64 62 riesce a superare Ungur. Sul 4-3 Ceriano schiera il doppio consolidato Melena-Moroni contro Ungur-Sulpizio, già vinto agilmente nella fase a girone. Le cagliaritane appaiono molto più combattive chiudendo il primo 61 ma grazie al tifo e all’incitamento del pubblico Ceriano va alla vittoria 75 62, con una vera e propria invasione di campo di tutti.

30062014

 

 

2 Commenti

  1. Se clicco su “Festa al parchetto” esce l’articolo sul Don “ci vogliamo tutti bene”. E’ giusto ?!’??

Comments are closed.