CERIANO LAGHETTO – Si è svolta la prima assemblea dei soci di Brianzacque con la presenza pressochè totale dei sindaci della Provincia: all’ente aderisce anche Ceriano Laghetto. All’assemblea erano stati invitati anche i sindaci soci di Idra Patrimonio, che però sono diventati soci di Brianzacque solo a partire dal 1 luglio; ed all’appuntamento hanno preso parte 18 enti locali a cui si aggiunge la Provincia di Monza e Brianza, con una partecipazione complessiva del 70.76 per cento circa.

platea dei sindaci

Per salutare l’ingresso in assemblea dei sindaci, subentrati ai presidenti delle ex patrimoniali, la seduta della monoutility, affidataria della gestione ventennale del servizio idrico integrato nella Provincia di Monza e della Brianza, si è svolta al Serrone della Villa Reale di Monza dove, fino al 18 luglio, è in corso la mostra “L’età dell’oro della scultura italiana”, in collaborazione con la Fondazione Rossini e la Fondazione Pomodoro.

Spiega il presidente di Brianzacque, Gianfranco Mariani:”Con la scelta di questa location, abbiamo inteso sottolineare il ruolo della “nuova” Brianzacque, partecipata e controllata direttamente dai Comuni, come realtà che si pone al servizio del territorio di cui Villa Reale rappresenta uno degli emblemi più significativi, anche in relazione ad Expo e alle possibilità di sviluppo e di crescita economica, sociale ed ambientale ad esso collegate”.

All’ordine del giorno, l’illustrazione del bilancio di esercizio 2013 dell’azienda idrica interamente pubblica, che alla fine, è stato approvato all’unanimità. Il documento contabile chiude con un utile di 1 milione e 491 mila euro che costituisce un netto incremento rispetto al 2012. Un risultato da ascrivere sia agli adeguamenti tariffari approvati dall’Aeeg (Autorità per l’energia elettrica ed il gas) e dalle Conferenze dei Comuni tanto per l’Ambito della Provincia di Monza e della Brianza quanto per quella di Milano, sia ad una politica di rigore e di attenzione alla gestione aziendale.

In crescita anche il Mol (Margine operativo lordo) che tocca i 6.7 milioni euro e che dimostra la capacità della società di sostenere e di realizzare gli investimenti sulle reti e sulle infrastrutture idriche del territorio previste dal Piano d’Ambito del’Ato di Monza e Brianza, approvato lo scorso aprile. Commenta il vice presidente, Enrico Boerci:”I dati positivi di bilancio sono ancora più significativi se si tiene conto che Brianzacque, nel corso del 2013, ha aumentato gli investimenti e completato l’acquisizione delle gestioni in economia in uno scenario di mercato che deve comunque fare i conti con un calo generalizzato dei consumi e una ridotta capacità di spesa delle famiglie e delle imprese”.

Con l’integrazione di Alsi di Monza e Idra Patrimonio di Vimercate, Brianzacque conta 263 dipendenti, un patrimonio di circa 127 milioni di euro, ricavi per 70 milioni e rappresenta quindi una delle principali realtà industriali del territorio.

030714

1 commento

  1. Un risultato da ascrivere agli adeguamenti tariffari: in effetti la bolletta dell’acqua è più che triplicata! La provincia di Monza è l’ultimo carrozzone messo in piedi in Lombardia, sprechi su sprechi e poi aumentano le tasse.

Comments are closed.