SARONNO – “No alla moschea”: trasferta nella vicina Tradate per i militanti ed attivisti locali di Forza Nuova, che domenica daranno vita ad un presidio.

18052014 forza nuova corteo a rescaldina (12)

Dalle 9.30 alle 12 la “Comunità militante del basso varesotto” terrà infatti a Tradate, nel centralissimo corso Bernacchi, un presidio contro l’insediamento in città di un luogo di culto islamico. Federico Russo, membro del direttivo, sottolinea:”Intendiamo opporci alla decisione della Giunta di voler includere nel Piano di governo del territorio la fattibilità di apertura di una moschea. A Tradate, Gallarate, Saronno la storia non cambia. Le nostre preoccupazioni fanno riferimento ad asocialità, mancato rispetto della condizione femminile, diffida talvolta sfociante nella violenza nelle famiglie a chiunque assuma una condotta troppo “occidentale”, e delle tradizioni locali. L’assessore comunale tradatese all’Urbanistica, Alice Bernardoni, parla di responsabile scelta di integrazione, per noi invece si tratta dell’ennesimo passo verso una vera e propria invasione”.

Per Russo “più che autorizzare l’apertura di un nuovo luogo di culto richiamiamo le autorità competenti a una serie di controlli mirati negli spazi della locale associazione di cultura islamica che molti siti islamisti identificano già come moschea e richiamiamo l’Amministrazione comunale a rendersi partecipe di reali politiche a sostegno della cittadinanza autoctona giorno per giorno vessata, umiliata da una pericolosa miopia istituzionale sempre più imperante”.

(foto archivio)

050714