SARONNO – Una “banale” lite sulle piste da sci si è conclusa con una condanna a due anni di reclusione pr un impiegato saronnese, di 47 anni. Al processo che si è adesso tenuto di fronte al giudice del tribunale di Sondrio è stato ripercorso quanto era avvenuto sette anni fa nella località turistica di Bormio: in vacanza, l’impiegato aveva bisticciato con un altro sciatore, un ragazzo all’epoca di soli 15 anni. La lite era successivamente degenerata ed il giovane era stato colpito con alcuni calci alla testa, che avevano provocato seri problemi al quindicenne. Il ragazzino infatti aveva riportato gravi lesioni che avevano poi richiesto una serie di delicate terapie, durate a lungo. Per lui è stato sancito anche uno stato di invalidità permanente, valutato all’8 per cento delle sue capacità.

tribunale  cartelli chiusura(10)

Ora si è quindi concluso l’iter giudiziario al palazzo di giustizia di Sondrio, con la condanna che è stata pronunciata a carico del saronnese.

(foto archivio)

110714

5 Commenti

Comments are closed.