20140711_110904SARONNO – Si è concluso da pochi minuti l’intervento dei carabinieri del Nucleo ispettorato del Lavoro di Varese che ha posto sotto sequestro l’area cantiere aperta nella piscina comunale di via Miola. I militari con nastro bianco e rosso hanno bloccato gli accessi al termine di un controllo realizzato nella mattinata. Secondo le prime indiscrezioni il provvedimento sarebbe stato preso per alcune violazioni in materia di sicurezza.

Il cantiere era stato aperto qualche settimana fa per la realizzazione della prima parte di un maxi impianto fotovoltaico. In questa prima fase saranno posizionati pannelli per una potenza di 60 kW e sarà in grado di produrre circa 60mila Kwh ogni anno.

Per la realizzazione dell’impianto saranno investiti 109 mila euro che saranno interamente sostenuti dalla Saronno Servizi, che li ammortizzerà con i minori costi in 8 anni. Nei prossimi anni saranno realizzati i successivi lotti fino ad arrivare a 170 Kw.

(seguono aggiornamenti)

11072014

14 Commenti

  1. Una cosa del genere poteva capitare solo a Saronno…
    Nessuno del comune ha controllato che il cantiere fosse a norma?
    Oppure, visto che i lavori sono stati commissionati dalla SARONNO SERVIZI, si poteva o DOVEVA chiudere un occhio?
    Aggiungiamo un’altra bella figura di palta alla collezione delle figure della nostra giunta.

  2. Una cosa così accade tutti i giorni in tutti i cantieri d ‘Italia. ..non mettiamo in croce la nostra città per una cosa di purtroppo ordinaria amministrazione…

    • Caro sinistroide se lei commissiona dei lavori a casa sua a imprese che non rispettano le regole non ha nessuna responsabilità?

      • esattamente così.Nessuna responsabilità. Non sono tenuto a controllare il rispetto della legge, per quello c’è un direttore lavori e un responsabile della sicurezza

        • Ci riprovo, se a casa mia commissiono un lavoro a gente che non rispetta le regole sono il primo ad avvisare chi di dovere , il primo a controllare devo essere io e denunciare per avere la coscienza pulita

          • peccato che quando un cantiere è aperto (non sto parlando dell’idraulico che cambia il rubinetto ma di cose serie) neppure il committente può entrare proprio per motivi di sicurezza. E il committente non è mai responsabile di quello che succede lì dentro. Poi pensatela come vi pare, ma questa è la situazione.E’ la legge.Poi quando e se sarete a governare la cambierete (voglio vedere quali proprietari accetteranno il fatto di essere responsabili durante la costruzione di casa propria)

  3. questi non sanno neppure che il committente non ha mai alcuna responsabilità, per quello c’è il direttore del cantiere e l’incaricato alla sicurezza. Ma si sa che ad aprire la bocca non si fa fatica, ma spesso si fa brutta figura perchè si scopre che il cervello non è connesso….

    • Ne sei sicuro? Prova a far smaltire dei rifiuti pericolosi ad aziende non in regola poi mi dirai chi vanno a prendere

    • Ok
      Ma se io comittente mi chiamo SARONNO SERVIZI e faccio parte integrante del COMUNE DI SARONNO, DEVO controllare i cantieri aperti nei luoghi pubblici e far si che il tutto si svolga in sicurezza.
      Anche perchè se io mi permetto di salire sul mio tetto NON in sicurezza e passa una pattuglia di POLIZIA MUNICIPALE, mi becco una bella multa e forse anche una denuncia.
      .. e il problema principale è che il cervello lo si vuole collegare a seconda dell’aria che tira, caro ROBINH o ROBIN HODD o ROBIN di BATMAN!!!!

    • Controlla il testo unico sulla sicurezza e poi dimmi se il comittente non ha responsabilità? Poi fammi sapere chi apre la bocca a vanvara

  4. inutile parlare con chi la legge pensa sia una variabile: e i rifiuti, anche qui l’ignoranza è notevole, io devo controllare che abbia tutti i permessi e ele autorizzazioni a posto. E basta.
    Non cambia se la committente si chiama Saronno Servizi o Pippo, altrimenti uno dovrebbe nominare un responsabile della sicurezza proprio, cosa che non può fare.
    Chissà come mai non avete chiesto le stesse cose quando un cantiere saronnese privato è stato chisuo per le stesse cose

    • È inutile
      Continui a FARE il sordo…..
      Il problema è che c’è coinvolto un cantiere commissionato dal COMUNE DI SARONNO/SARONNO SERVIZI…
      E visto che tutti gli altri privati per aprire un cantiere devono produrre chili di burocrazia, a questi signori, ci si aspetta che almeno nei loro cantieri fosse tutto a norma!!!
      E come casualmente si sono accorti i carabinieri passando per caso, lo stesso avrebbero dovuto fare i vigili di quartiere che, passando non per caso ma pattugliando la zona di competenza, avrebbero convinto il capo cantiere a far rispettare i codici di sicurezza.

Comments are closed.