SARONNO – Il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, il saronnese Raffaele Cattaneo, ha trasmesso a tutti i componenti del gruppo di lavoro per la riduzione dei costi della politica il testo di un progetto di legge riguardante l’innalzamento a 66 anni dell’età per conseguire il diritto all’erogazione dell’assegno vitalizio. Il progetto andrebbe a modificare la legge regionale 21 del 13 dicembre 2011 sulla riduzione delle indennità e l’abolizione degli istituti dell’assegno vitalizio e dell’indennità di fine mandato dei consiglieri regionali e consentirebbe di alzare, da 60 a 66 anni, l’età degli aventi diritto.

raffaele cattaneo

Tale provvedimento riguarda 40 posizioni di coloro che, essendo stati consiglieri regionali in passato, avendo versato i contributi e avendo maturato il diritto all’assegno vitalizio, non hanno ancora compiuto i 60 anni di età. “Mentre con i componenti del gruppo di lavoro si cerca la condivisione su un testo complessivo in materia di vitalizi, ho trasmesso oggi stesso a tutti i gruppi una prima proposta concreta, formulata dagli uffici, che può essere già deliberata nei prossimi giorni e portata in Aula per l’approvazione – ha comunicato il Presidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo – Ritengo che un primo, certo limitato e non definitivo, fatto concreto valga più di tante parole”. Il testo è accompagnato dalla richiesta della disponibilità dei componenti ad un ulteriore incontro del gruppo di lavoro prima della pausa estiva. In Consiglio regionale i vitalizi sono stati aboliti con la legge regionale del 2011 e altri risparmi sui costi della politica sono stati ottenuti con i tagli avvenuti nell’ultimo anno.

190714