SARONNO – La ruspa ha “allungato” il proprio braccio, per arrivare tanto in alto ed alle 15.30 di giovedì sono iniziati i lavori. L’ultimo atto della demolizione del complesso dell’ex caserma dei vigili del fuoco in via Tommaseo ha richiamato decine di curiosi. Il braccio, implacabile, è partito dall’alto. Sono volati via alcuni mattoncini rossi, poi il tetto della torretta, quindi con estrema precisione l’operazione ha iniziato a rimuovere tutto, pareti, finestre, i “pianerottoli” sino a quando, con qualche colpo ben assestato, ha fatto “implodere” su sè stessa la parte superiore del caseggiato, alzando una nuvola di polvere.

Le opere sono andate avanti sino al tardi pomeriggio, nei prossimi giorni i lavori continueranno per la rimozione dei detriti. Non verrà invece “toccato” lo stabile dismesso alle spalle dell’ex caserma, che per il momento resterà al suo posto: non era “incluso” negli interventi previsti, anche se pure per questo edificio il destino appare ormai segnato.