SARONNO – Ecco una nuova puntata del resoconto di Armando Iannone sulla trasferta dei saronnesi a Challans per il decennale del gemellaggio.
“Siamo giunti quasi alla fine di questa bellissima esperienza e il gruppo compatto dei saronnesi a Challans continua la sua avventura in terra Vandeana e il relativo diario del viaggio.
Venerdì il tempo è stato veramente inclemente con una pioggia incessante per buona parte della giornata, con conseguente modifica del programma. Il previsto appuntamento con la canoa con attraversamento dei tanti canali d’acqua presenti in zona e stato spostato a sabato mattina e che si è rivelata una giornata  molto intensa di attività, grazie al bel tempo, cosa rara da queste parti in questo periodo di pazza estate. Sabato quindi, per la gioia delle donne la mattinata è stata dedicata al mercato di prodotti alimentari al coperto; i banchi sono stati presi d’assalto per acquistare i prodotti tipici della regione vandeana; i più ammirati i banchi del pesce, particolarmente affollato il banco delle “ostriche”, il prodotto ittico per eccellenza di questa regione francese, con conseguente ed apprezzata degustazione.
La notizia della tromba d’aria a Saronno ci ha accolto proprio durante questa fase della visita ed è subito scattata la fase informativa per sapere cosa fosse realmente successo. Il ruolo di Facebook è stato in questo caso prezioso perché le notizie postate sul social network si sono rivelate utili per capire l’entità dei danni a seconda delle aree saronnesi colpite. Fortunatamente per i componenti del gruppo le notizie erano abbastanza confortanti e abbiamo cosi ripreso il nostro programma.
Dopo la pausa mercato, visita obbligata alla pasticceria la cui vetrina era stata riprodotta dall’associazione AVIS di Saronno durante la manifestazione Associazioni in piazza dello scorso maggio. Il proprietario, a cui era stata chiesta l’autorizzazione, ha voluto farsi fotografare con i componenti dell’Associazione AVIS presenti a Challans, naturalmente non poteva mancare la foto ricordo dell’intero gruppo davanti alla vetrina della pasticceria. E’ seguito poi la visita al “guado” la strada di circa 3 km e mezzo, che unisce due lembi di terra ma che compare e scompare a seconda del fenomeno della bassa o alta marea dell’oceano. Un fenomeno unico che vale la pena di venire in terra vandeana per ammirare questo fenomeno eccezionale.
Finalmente il momento conviviale con pranzo presso una fattoria della zona e visita ad un allevamento di anatre. Pomeriggio sportivo quanto emozionale e aggregativo; il giro sulle canoe che sarà ricordato a lungo perché è stata per tutti una esperienza unica. Per concludere la giornata una cena mediovale con spettacolo rievocativo della partenza dei crociati verso Gerusalemme.
Alle 23 ritorno presso le famiglie ospitanti ma già con la mente a domenica pomeriggio per accogliere il gruppo dei ciclisti Saronnesi e Challandesi che partiti uniti da Saronno il 31 di luglio sono arrivati indenni a Challans accolti dal sindaco di Challans Serge Rondeau e dal Comitato di gemellaggio al completo.
12082014

3 Commenti

  1. io c’ero ed e’ stato molto divertente .un grazie a tutti i saronnesi e francesi che hanno permesso questo.

  2. Grazie all’avvocato Gilli che, nel 2003, con la lungimiranza che lo contraddistingue, ha realizzato il Gemellaggio, offrendo ai suoi Concitadini un’opportunità fantastica.
    Grazie!

Comments are closed.