SARONNO – Una rosa, ancora in bocciolo, per ricordare una vita spezzata a solo 23 anni: così ieri parenti, amici e conoscenti di Viktoriia Medentsi hanno ricordato la giovane ucraina in via Primo Maggio nel punto in cui sabato alle 23 è stato investita e dopo è morta pochi minuti dopo l’impatto con l’asfalto.

La rosa è stata lasciata sul marciapiede in mattinata mentre nel pomeriggio dopo le 18 una ventina di persone parenti ed amici della ragazza, che viveva a Caronno Pertusella con la madre e il marito, si sono ritrovati davanti al marciapiede dove è avvenuto il dramma. Sono comparsi altri fiori ed alcune candele. Tanto lo sgomento e le lacrime. Difficile per tutti accettare una morte così assurda soprattutto dopo un pomeriggio ed una serata che la 23enne aveva trascorso con alcuni connazionali nell’area pedonale di viale Santuario.

Proprio loro sono stati i primi a scoprire che Viktoriia era stata investita e ad avere il duro compito di avvisare il fratello e il marito della 23enne subito accorsi sul luogo della tragedia. Al momento non sono state rese note le decisioni della famiglia in merito al funerale anche perchè il corpo della giovane dovrà essere sottoposto all’autopsia necessaria per fornire altri elementi, insieme alle testimonianze dei presenti e agli esiti dei rilievi dei carabinieri.

31082014

1 commento

  1. Una vita spezzata così…fa male. Non conosco famigliari, amici e la ragazza. Condoglianze e vicinanza in questo momento difficile da capire e che richiederà sicuramente tempo per “accettarlo”. Andare avanti con la propria vita, non e’ un torto o mancanza, ma anzi…un modo per proseguire ancora assieme.

Comments are closed.