SARONNO – Avevano promesso che dopo lo sgombero il Telos sarebbe stato ovunque e così è stato: dopo il corteo per il centro mercoledì sera, il cineforum con graffito in piazza dei Mercanti giovedì sera venerdì i ragazzi si sono ripresi l’ex macello la palazzina di via Don Monza che avevano occupato per 14 mesi dal novembre 2013.

Nell’ambito della tre giorni di manistazioni contro lo sgombero gli attivisti si sono dati appuntamento nel parco di via Don Monza. Il programma della serata provedeva una cena e un momento di convivialità. Così a partire dalle 18,30 sono iniziati ad arrivare i primi solidali con piatti e pietanze. Qualcuno è arrivato con birre e patatine, altri con torte salate e pasta fatta in casa ma tutti con la voglia di stare insieme e di lottare contro lo sgombero della palazzina tra via Milano e via Varese in cui dal 2009 ha avuto sede il centro sociale. 

Sono in molti i residenti che dalle 19 hanno visto ragazzi scavalcare la recinzione del cantiere dell’ex macello (aperto dal Comune per trasformare la palazzina nel nuovo centro per minori e famiglie) ed aggirarsi per il giardino e la struttura.  I giovani sono stati notati anche sul tetto e all’interno della palazzina.

Del resto l’incursione è raccontata anche dallo striscione che è comparso sotto il tetto sulla facciata che guarda su via Don Monza con lo slogan “La nostra rivolta non si sgombera, Telos ovunque”.

13092014

7 Commenti

  1. Traduco: quattro cannellate (randellate)….
    (Altro che denunce, fogli di via e ammonizioni verbali)

  2. Ma..anziché prendervela con quelli del Telos…non potete pensare a fare all amore così rimanete meno frustrati e incattiviti???

  3. Io giuro non capisco che ha fatto il Telos a sti poveri commentatori del Saronno. Ma tenetevela la vostra città vuota… io me ne sono andato, prima o poi faran così tutti i miei coetanei, e sarete contenti allora.

  4. Potrebbero occupare Palazzo Visconti; sai mai che salti fuori un progetto definitivo pur di sgomberarli anche da lì. 🙂

Comments are closed.