SARONNo – Nonostante un weekend decisamente intenso dal punto di vista delle proposte per il tempo libero la Festa d’estate organizzata dal Lions club Saronno Insubria si è confermata un successo.

Fin dall’anteprima di sabato sera, con l’apertura della cucina allestita dall’associazione marinai con la preparazione anche di piatti di pesce, i saronnesi hanno colto l’occasione per trascorrere qualche ora nell’area verde alla periferia cittadina.

Dal mattino è stato un vero e proprio “assalto” di famiglie: bimbi scatenati nel percorso di bici cross, sulla nuova parete d’arrampicata del Cai, con gli aquiloni della Croce rossa e i giochi di cartone, con tanto di Peppa pig, allestiti dalla Cooperativa Lavoro e Solidarietà.

Sotto un cielo punteggiato dagli aquiloni che hanno volato in continuazione, al mattino si è tenuta la consueta Maratonina di 3,5 Km su un percorso che si snodava nel parco ed ha visto una partecipazione triplicata rispetto all’edizione dell’anno precedente. Non essendo una gara competitiva vi hanno partecipato interi nuclei familiari, carrozzine e passeggini inclusi.

Nel pomeriggio, per la prima volta, si sono tenute le Lurampiadi, gare tra squadre organizzate da alcune note associazioni della nostra città che si sono affrontate in gare rigorosamente classiche: la corsa coi sacchi (da quanto tempo non se ne vedeva più una?), il lancio dell’uccellino e il tiro alla fune, gioco ove si sono scatenate anche le squadre dei bambini.

Al termine ha visto la prima edizione delle Lurampiadi la squadra dell’associazione Sicilia a Saronno che si è aggiudicata il trofeo messo in palio. Protagonisti della vittoria della squadra guidata da Paolo Strano, il caposquadra Danny Amos Vania, Isaac Brancaforte, Gabriele Preti, Omar, Veronica Perna e Alessandro Perna.

Verso sera, complice il tempo favorevole, in molti si sono rammaricati di non poter cenare nel Parco.

La buona riuscita della manifestazione è stata la più grande soddisfazione per tutte le associazioni coinvolte, che l’organizzatrice Lions Club tiene a ringraziare per la oramai pluriennale partecipazione “davvero sudata e non è un modo di dire”.

Come sempre il ricavato dell’incasso della giornata verrà devoluto in beneficienza.

15092014