SARONNO – Poco più di 24 ore tanto sono rimasti i nuovi graffiti realizzati nella notte tra giovedì e venerdì sulla facciata del centro sociale Telos, l’ex concessionario tra via Varese e via Milano occupato nel marzo 2009 e sgomberato il 10 settembre scorso dagli uomini della Digos e della polizia di stato.

Il braccio di ferro sui muri della struttura vede così una nuova puntata. Tutto è iniziato nel marzo 2009 quando i giovani occupanti iniziarono a “colorare” la palazzina con graffiti. Sono stati realizati molti disegni, con stili e colori diversi, sia sulle facciate laterali sia du quella principale dove dominava la scritta “Telos” e la citazione del ritornello “Nostra patria è il mondo intero, nostra legge la libertà” dei “Stornelli d’esilio” scritta dall’anarchico italiano Pietro Gori nel 1895.

I graffiti, “rinnovati” ad ogni anniversario dell’occupazione, sono stati completamente cancellati il giorno successivo allo sgombero di una settimana fa trasformando tutti i muri esterni in pareti bianche. Con blitz nella notte tra giovedì e venerdì sono state rifatte alcune scritte tra cui alcuni slogan contro le forze dell’ordine ( più telos meno digos) e lo storico graffito che cita Gori. Parole, realizzate con spray nero, subito cancellate nella giornata di sabato quando gli imbianchini hanno reso completamente bianca la facciata scritta.

Il Telos sabato pomeriggio

il Telos venerdì mattina

il Telos 11 settembre

Il Telos prima dello sgombero

I primi graffiti sul Telos

9 Commenti

  1. Si sarebbe potuto decidere di cancellare solo l’intestazione Telos ed un paio di simboli offensivi, non anche frase e disegni: un piccolo compromesso (urbanistico e con Telos) ed un buon risparmio di soldi pubblici… perché tutti ‘sti interventi di riqualificazione li paga il Comune, sbaglio?

    «se mi sbaglio mi corrigerete!» (cit.)

    • va cancellato tutto e sottoporrei ad una visita psichiatrica chi ha ideato quei mostri che ci salutano quando passiamo da quelle parti. Quelle persone hanno quasi sicuramente gravi problemi.

      • l’unico grave problema nel mondo è il voler uniformare i comportamenti di tutti gli individui, quinti tu sei un grosso problema per il genere umano, mai pensato di farla finita?

    • entro 72 ore quel muro sará nuovamente imbrattato quindi suggerirei una telecamera ben nascosta e li beccate tutti. Avrei un’altra idea molto piú efficace ma me la tengo per me.

Comments are closed.