CERIANO LAGHETTO – Con l’ingresso ufficiale del nuovo parroco si è vissuto un passaggio in qualche modo “storico” se si pensa che l’ultimo evento di questo tipo fu 17 anni fa, con l’arrivo di don Eugenio Vignati, che ha salutato la comunità proprio durante l’ultima festa patronale.

don giuseppe collini

Don Giuseppe Collini, già a Ceriano da alcuni giorni, ha ufficialmente “preso possesso” della parrocchia San Vittore martire, diventandone responsabile. Il programma dei festeggiamenti per il suo ingresso è iniziato sabato sera con l’evento organizzato dai giovani dell’oratorio. Sul palco del teatro parrocchiale di via San Francesco, i giovani si sono esibiti in una serie di sketch comici, canti e balli in onore del nuovo parroco, al quale hanno rivolto il loro benvenuto. Domenica, nel pomeriggio, il nuovo parroco ha incontrato per prima la comunità di Dal Pozzo, con la quale ha condiviso un momento di preghiera nella chiesetta della frazione dedicata a san Michele. Poi si è trasferito in piazza Diaz dove ad attenderlo c’era l’Amministrazione comunale con il sindaco Dante Cattaneo, che gli ha rivolto un messaggio di benvenuto consegnandogli simbolicamente le chiavi della città, lo stemma comunale e una mappa del paese.

Il momento di accoglienza gioiosa è stato sottolineato dalla presenza del corpo musicale Santa Cecilia di Passirana, mentre ad accompagnare don Giuseppe c’era una folta delegazione della comunità di Moriggia di Gallarate, dove il sacerdote è stato parroco per ben 20 anni. Ad accogliere il nuovo parroco c’era il vicario episcopale monsignor Giampaolo Citterio. Dopo il momento in piazza, don Giuseppe è stato accompagnato verso la chiesa parrocchiale dove ha concelebrato con diversi sacerdoti la messa solenne d’ingresso in parrocchia. Al termine della cerimonia religiosa c’è stato un ricco pomeriggio di festa in oratorio, proseguito fino a sera, con esibizione musicale dal vivo. Ha commentato il sindaco Cattaneo, augurando buon lavoro al nuovo parroco:”Apriamo le porte del nostro paese ad una persona che ha accettato con generosità l’impegno a diventarne un punto di riferimento. Benvenuto tra noi don Giuseppe”.

27092014