SARONNO – Dopo il blitz in consiglio comunale Luciano Silighini Garagnani e gli attivisti della lista civica “Saronno 2015” hanno realizzato un intervento di pulizia in viale Santuario. Con rullo e vernice bianca hanno cancellato alcuni graffiti comparsi negli ultimi giorni.

“Abbiamo iniziato a ripulire i muri cittadini dopo i terribili e vergognosi atti compiuti dai centri sociali che hanno distrutto parchimetri,bancomat e imbrattato numerosi muri cittadini comprese le vetrate del Palazzo comunale. Ho voluto iniziare da un luogo che rappresenta il cuore religioso di Saronno”.

IL riferimento va al Santuario dove negli ultimi giorni era comparsa la scritta:”Dio non esiste.

“Un luogo che è stato violentato da una scritta offensiva non solo per tutti i cristiani ma per ogni fedele di altro culto o semplice cittadino. Questi personaggi hanno scritto sul muro del Santuario della Beata Vergine la frase: Dio non esiste.
Qui si racchiude l’essenza di ciò che sono i ragazzi dei centri sociali. Noi l’abbiamo coperta. Da piazza Santuario abbiamo percorso altre strade abbiamo cercato di rimediare ai loro vergognosi atti vandalici.La politica vera è per i cittadini; la libertà massima è il rispetto per gli altri e per la proprietà altrui”.

27 Commenti

  1. Ballissimo il gesto ma non è così che si fanno le cose il mondo gira alla rovescia vedrete che vi prendete voi la denuncia per imbrattamenti.

  2. finalmente qualcuno che si sporca le mani (gratis) per la città in senso propositivo … altro che i 100 CHIACCHERONI BENPENSANTI

  3. ma ha chiesto il permesso per pittare?
    già che c’era non poteva usare il colore del muro e fare un bel lavoro invece di quella orribile macchia bianca colata fino al marciapiede, che oltretutto non copre nemmeno la scritta?

  4. Complimenti!
    Non solo la scritta è ancora ben visibile, ma ora la parete laterale del Santuario è anche sfregiata da una tinteggiata bianca e mal fatta.
    Come mi auguro che vengano individuati e denunciati gli autori della scritta, auspico che vengano denunciati anche gli autori di questo ulteriore scempio.

  5. ma seriamente? a me sembra abbiano sporcato ancora di più e dato che si vede chiaramente chi è stato una bella multa non ci scappa

  6. Abbiamo coperto la scritta urgentemente per poi coprirla col colore originale. Imparate che i lavori si fanno così

  7. Gesto nobile, ma effettivamente non proprio di fino… anzi è veramente un pastrugno.

  8. Poi cemento e pietre naturali nude andrebbero ripulite con altri mezzi, altrimenti andarci sopra con altra vernice rende ancora più difficile il loro ripristino.

  9. ma questi personaggi hanno fatto un corso di restauro per poter mettere le mani su un monumento storico!?
    complimenti per il brutto lavoro!

  10. Manco l’imbianchino sa fare…
    Eppure c’è una lunga tradizione in quell’ala politica…

  11. è vero: la scritta si legge ancora, la parete è bicolore con una pezza bianca che cola fino a terra danneggiando anche la pietra che riveste la parte bassa del muro.
    Don Armando chieda un bel risarcimento danni ai responsabili.
    Non vorrei che i fedeli dovessero accollarsi il costo in un intervento provocato da un noto personaggio candidato sindaco.

  12. facciamo fare un corso di imbianchino a silighini almeno la prossima volta farà un lavoro degno e non una schifezza come ha fatto. ofelè fà el tò mestee

  13. Ringraziamo per l’intervento che ha coperto quella scritta vergognosa – Antonio confraternita del Rosario

  14. Viste le sue tendenze politiche strano che per coprire le scritte non abbia usato il nero ……..

  15. Con che criterio si sono presi la briga di rovinare ulteriormente quel muro?

  16. Non si dica che Silighini e’ sempre da solo e si fa i selfie.
    Qui sono almeno in 5!

  17. Luciano Francesco Silighini Garagnani Lambertini ora anche restauratore di fama mondiale, il Maestro che, con quattro apprendisti, ha ridato lustro al Santuario.

  18. Nooooooooooo. Non ci posso credere! È tutto tragicomico. Vai a vedere che diventa pure sindaco.

  19. Brava Sara.
    Fai i complimenti agli altri ragazzi, che si sporcano le mani senza troppe chiacchiere (al contrario dei famosi cento pseudointellettualoni che pontificano comodi da casa)

  20. REGOLAMENTO DI POLIZIA.
    Le scritte offensive o volgari su muri privati che si affacciano su strade pubblivche vanno coperte di bianco in modo tempestivo. I proprietari saranno tenuti se vorranno,dopo richiesta presentata in Comune,a ritinteggiare il muro del colore originale. Infatti il Comandante Sala presente all’atto ha invitato i ragazzi e silighini a usare il bianco per coprire quella scritta offensiva verso la chiesa

    • Sarà, ma incuriosito da questo post sono andato a leggermi un po’ di documentazione e ho trovato quanto segue:

      REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA http://www.comune.saronno.va.it/upload/saronno_ecm8/regolamenti/POLIZIA%20URBANA-1_163_231.pdf
      ART. 62 (Imbrattamento dei muri)
      62.1 E’ vietato imbrattare con scritti o disegni i muri di qualsiasi edificio manufatto e monumento pubblico o privato.

      REGOLAMENTO EDILIZIO
      http://www.comune.saronno.va.it/upload/saronno_ecm8/regolamenti/REGOLAMENTO%20EDILIZIO-QUARTA%20VARIANTE-APPROVAZIONE_163_225.pdf
      Articolo 80 – Manutenzione e revisione periodica delle costruzioni
      I proprietari devono mantenere i fabbricati, internamente ed esternamente, in condizioni di salubrità, di decoro, di sicurezza ed igiene. Quando tali condizioni vengono a mancare, i proprietari stessi devono provvedere alle opportune riparazioni, ai complementi o ai rifacimenti nei termini eventualmente fissati dall’Amministrazione Comunale.
      E’ fatto divieto apporre o disegnare sui muri esterni e sulle porte scritti, segni o figure, come pure insudiciare, macchiare, tingere con colori i muri degli edifici e le porte esterne, i monumenti ed i
      manufatti pubblici.

      Al di là di ogni legittima interpretazione o di altri cavilli sparsi per i meandri dei regolamenti vari, a mio parere con l’azione di lor signori altro non si è fatto che imbrattare ulteriormente la parete esterna del Santuario, senza peraltro ottenere il risultato sperato.

      GBD

  21. a chi cancella scritte stupide dovrebbero dare una medaglia, ma siamo in itaglia ed é facile che la multa la becca chi cancella scritte offensive o stupide.

  22. Oltre agli affreschi di Bernardino Luini e Gaudenzio Ferrari, il Santuario di Saronno si è arricchito di un affresco (fresco fresco) di Luciano Francesco Silighini Gaeagnani Lambertini: che meraviglia, neanche a Genova si può trovare un suo siffatto capolavoro!!!!!

Comments are closed.