SARONNO – Oggi, alla Prefettura di Milano, è stato firmato il “Protocollo di legalità” tra Ferrovienord Spa e la Prefettura di Milano. Il documento è stato sottoscritto dal presidente di Ferrovienord, Carlo Malugani, e dal prefetto, Francesco Paolo Tronca; e si inserisce all’interno di un più articolato percorso che coinvolge le opere connesse a Expo Milano 2015. Ferrovienord è, infatti, impegnata nella realizzazione del collegamento ferroviario tra il Terminal 1 e il Terminal 2 dell’aeroporto di Milano Malpensa, opera che è presente tra le infrastrutture legate all’Esposizione universale. Da Malpensa parte quindi il collegamento con Saronno.

30102013 stazione ritardo per investimento

L’obiettivo del protocollo è di garantire una rapida e corretta esecuzione delle opere nel rispetto previsto dalle leggi. Nel documento sono previste nuove misure finalizzate a rendere più stringenti le verifiche antimafia, mediante un monitoraggio costante dell’esecuzione dei lavori e rafforzando i presidi a tutela della trasparenza e in funzione anticorruzione.”Il Gruppo Fnm e la società Ferrovienord sono da sempre estremamente attente alla sicurezza nei cantieri e al monitoraggio dei fornitori – spiega il presidente Malugani – La firma di questo protocollo rafforza l’attività di controllo della nostra società poiché tutte le aziende direttamente o indirettamente interessate nella realizzazione delle opere dovranno osservare quanto previsto da questo importante documento fino alla conclusione dei lavori”.

Con la firma del protocollo, Prefettura e Ferrovienord si impegnano ad assicurare la realizzazione del preminente interesse pubblico alla legalità e alla trasparenza in relazione alla realizzazione di Expo Milano 2015 esercitando appieno i poteri di monitoraggio e vigilanza attribuiti dalla legge, anche ai fini di prevenzione, controllo, contrasto dei tentativi di infiltrazione mafiosa e di verifica della sicurezza e della regolarità dei cantieri di lavoro, nonché delle tematiche relative ai flussi di manodopera ed alla loro gestione che rappresentano per le organizzazioni criminali un anello significativo per il controllo del territorio.

Secondo quanto previsto dal Protocollo verrà istituita in Prefettura una “cabina di regia” per effettuare un monitoraggio congiunto di tutti gli impegno oggetto del protocollo. Le imprese interessate nella realizzazione del nuovo collegamento ferroviario dovranno tutte sottoscrivere il protocollo accettando la possibilità di applicazione di sanzioni, revoca degli affidamenti o risoluzione dei contratti in caso di mancata o incompleta documentazione dei dati richiesti o delle modifiche degli stessi. L’obiettivo del protocollo è di garantire la massina legalità e trasparenza attraverso l’applicazione delle disposizioni sulla normativa antimafia e Ferrovienord si impegna ad inviare alla Prefettura, con scadenza trimestrale, un rapporto sullo stato di attuazione delle procedure di monitoraggio antimafia e a dare vita ad una Banca Dati relativa alle richieste di informazioni antimafia riguardanti le imprese che partecipano a qualunque titolo all’esecuzione dell’infrastruttura.

Un’attenzione particolare verrà riservata a ciò che avviene sul cantiere, agli ingressi e alle uscite, mentre Ferrovienord applicherà sanzioni pecuniarie nei confronti di società o imprese per le quali siamo emersi elementi relativi a tentativi di infiltrazione mafiosa. Nel protocollo è previsto anche l’obbligo di tracciabilità dei flussi finanziari.”Oggi più che mai è importante essere vigili e attenti affinché le grandi opere in fase di realizzazione sul nostro territorio vengano portate a termine nell’assoluta legalità – dice Malugani – Siamo, quindi, felici di poter firmare questo Protocollo con la Prefettura poiché ci permette di poter applicare regole chiare a tutti coloro i quali si troveranno a lavorare con noi. Legalità e trasparenza devono essere un caposaldo della nostra attività”.

07102014