SARONNO  – Forze dell’ordine mobilitate stamattina per lo sgombero delle abitazioni Aler al quartiere Matteotti. Alle 5 diverse pattuglie dei carabinieri con un blindato della polizia di stato sono arrivati nel popoloso rione a sud di Saronno.
Confermate le prime indiscrezioni secondo cui nella villetta di via Rosselli e nell’appartamento di via Don Minzoni non era presente nessuno degli occupanti.

Rimossi i due striscioni con lo slogan “Occupare è giusto” e “La casa è di chi l’abita” che sventolavano sui terrazzi delle case da giovedì 25 settembre quando le due abitazioni erano state occupate.
Già il giorno successivo, 26 settembre, l’Aler aveva presentato denuncia chiedendo lo sgombero anche alla luce dell’assegnazione della villetta di via Rosselli.

Sul posto anche il questore Francesco Messina che settimana scorsa aveva ribadito la linea della Questura sulle occupazioni ossia quella di sgomberi rapidi non appena le condizioni permettessero lo svolgimento delle operazioni in assoluta sicurezza.
Tanta la curiosità suscitata nel quartiere dalla massiccia presenza delle forze dell’ordine comprese due pattuglie della polizia locale.

08102014