SARONNO – “E’ giusto che non vogliate che Saronno diventi una piccola Milano, vorrà dire che sarà il capoluogo a diventare una grande Saronno”. Con questa battuta l’ex ministro Ignazio La Russa ha aperto la sua mattinata saronnese. Irreverente ed ironico La Russa è arrivato in centro alle 11,20 per l’inaugurazione della nuova sede di Fratelli d’Italia di via Caronni. Subito il taglio del nastro un giro nel nuovo  spazio con tre sale dalle pareti azzurre e celesti.

“Mi piace molto ma vi devo fare un appunto – ha ironizzato La Russa – l’eccessivo ottimismo sull’altezza degli attivisti, non vi pare che quello specchio sia troppo in alto?”. Tanta ironia e sagacia anche nel discorso ufficiale in cui l’ex ministro ha dichiarato:”Noi siamo l’unica vera alternativa alla sinistra e a Renzi. Siamo un partito con idee ed ideali di destra. Non ci scandalizziamo se due uomini si amano e vivono insieme ma non vogliamo che adottino dei bambini. Non ci scandalizziamo per alcuni irregolari ma siamo pronti a dire un forte no a quest’immigrazione senza regole che porta problemi e magari anche l’Ebola”.

Tra i presenti anche Paola Frassinetti portavoce regionale Fdi e Gianangelo Tosi responsabile provinciale che ha ricordato come “la sezione saronnese sia la più numerosa dell’area varesina e la prima ad avere una sede”. “Noi – ha rimarcato La Russa – vogliamo essere presenti offrendo anche ai nostri attivisti una sede, una casa comune, un posto dove iniziare l’attività politica e offrire servizi al territorio”.

“Oggi – ha commentato Carlo Fidanza – siamo qui mentre ci sono le elezioni per la provincia di Varese: un ente risorto come la fenice per effetto di una falsa riforma che non ha evitato costi della politica ma ha tolto potere ai cittadini per darli all casta”.

Per quanto riguarda Saronno Fratelli d’Italia è pronta per le prossme amministrative: ”Vogliamo – ha spiegato Alfonso Indelicato responsabile cittadino – una città serena e sicura dove chi lavora possa vivere momenti di aggregazione e cultura con la propria famiglia. Siamo pronti ad una serie di incontri con gli altri partiti del centrodestra per trovare un’alleanza su programmi concreti, persone oneste e con accordi chiari”.

Dopo un momento di rinfresco La Russa ha chiesto agli attivisti di fare una breve passeggiata:”Saronno, ci sono già stato, ha davvero un bel centro storico facciamoci quattro passi”. E’ stata quindi l’occasione per fare qualche selfie, strette di mano e l’ex ministro ha anche acquisto un vassoio decorato con fiori secchi da uno degli stand dell’iniziativa “Autunno in piazza” dopo un vivace scambio di battute con il venditore che ha voluto regalargli un biglietto da spedire a Renzi:”Così gli dice che non ne possamo più delle tasse”.

12102014

11 Commenti

  1. Mi sbaglio oppure nelle foto si vede partecipe anche l’ex candidato sindaco Marzorati? Quindi le voci che narravano di un suo riavvicinamento alla politica dopo l’ultima disastrosa campagna elettorale hanno finalmente trovato fondamento.

  2. Cediamo volentieri La Russa, Porro e Silinghini a Milano e governeremo Saronno con persone motivate, nuove, giovani, come noi e FINALMENTE incensurate e non colluse. Vedrete cosa combinerà il M5S.

Comments are closed.