SARONNO – Grazie alla tempestiva segnalazione di un cittadino e all’intuito dei carabinieri domenica notte è stato fermato un 38enne algerino autore di diversi furti ai danni delle auto in sosta in via Sabotino e, come accertato dai carabinieri, di altri episodi avvenuti il giorno prima in via Legnani.

Torniamo a lunedì notte quando intorno alle 2 un residente di via Sabotino è stato svegliato da un rumore di vetri infranti: si è affacciato alla finestra ed ha visto un uomo che frugava in un’auto. Ha subito chiamato i militari che hanno fatto convergere sul posto una pattuglia della stazione di Uboldo e del Radiomobile impegnate in un controllo del territorio nelle vicinanze.

I carabinieri hanno subito notato due auto con i vetri infranti, una Fiat Punto ed una Fiat Croma, e hanno dato il via ad un controllo a tappeto. In pochi minuti sdraiato sotto una vettura hanno scovato il 38enne algerino. L’uomo aveva con sè un martelletto di quelli usati sui mezzi pubblici per poter sfondare i vetri in caso di emergenza, un punteruolo, un coltellino e un cacciavite. Oltre al suo kit da furto l’uomo aveva anche il bottino alcuni buoni pasto e buoni benzina, decine di monetine e soprattutto il modellino di una Mini Couper rossa.

Proprio questo elemento ha permesso di attribuire all’uomo anche i furti avvenuti sabato notte in via Legnani visto che una delle vittime ha riconosciuto il modellino come quello che le era stato rubato la notte precedente quando le aveva sfondato i finestrini. Altro elemento che ha confermato l’attribuzione dei furti e dei danneggiamenti di sabato notte all’algerino il sangue ritrovato su alcuni frammenti di finestrino all’interno di una vettura in sosta in via Legnani che proveniva probabilmente dalla ferita alla mano del nordafricano.

L’uomo è un volto noto alla legge visto che in passato è stato condannato per furto, danneggiamenti ed altri reati contro il patrimonio. Qualche mese fa era stato denunciato dai carabinieri di Saronno quando era stato sorpreso dormire in un’auto dopo averne forzato l’apertura. Al momento non ha fornito spiegazioni sul perchè, dopo aver rotto i finestrini per entrare nell’abitacolo, bucasse anche i pneumatici di alcune vetture.

14102014

24 Commenti

  1. ohhhh… finalmente !!!
    Complimenti ai Carabinieri !!!
    Spero che questa persona venga espulsa e non possa più rimettere piede in Italia visto che ha già commesso dei reati !

  2. Complimenti ai Carabinieri, che in silenzio e con tenacia -come al solito- son arrivati al risultato.

    Fatte salve le sue responsabilità nei furti attribuitigli, personalmente mi chiedo se “il tagliagomme” sia proprio lui: pare strano che in alcuni casi rubasse (sfondando il finestrino) ed in altri invece vandalizzasse (bucando le gomme)… boh…

  3. Sarebbe interessante conoscere anche le conseguenze di questo fermo , se seguirà una condanna e che tipo o se …………….svuota carceri………..e poi continuerà a delinquere in Italia come tanti , senza pagare per i danni che ha causato

  4. I carabinieri fanno il loro lavoro, ma spesso purtroppo queste persone non vengono punite dalla legge

  5. Eh in effetti… questo aveva precedenti per reati simili.
    Io sono sempre del parere che andrebbero rimandati a casa loro senza possibilità di ritornare.

  6. In qualità di danneggiato, ringrazio sentitamente l’Arma dei Carabinieri per l’operato svolto.

    Cordialmente,
    Claudio Sala

    • …poi passa a ringraziare la Porro & Co. (-1) per tutto quello che hanno fatto in questi 4 anni (e mezzo) a favore della loro tanto acclamata “integrazione” …che evidentemente non c’è!
      Via il clandestino … ma prima di tutto VIA!!!! la Porro & Co. (-1)!!!
      …caro Claudio, purtroppo qui siamo in ItaGlia, Saronno, Varese e l’algerino rimarrà impunito, la Porro & Co (-1), cambierà nome in G…….. & Co (forse +1) e il primo continuerà a delinquere impunito, i secondi ad amministrare male Saronno convinti che il verbo integrare includa anche il verbo delinquere per estensione di partecipazione sociale. Poi tutto a posto, basta non strumentalizzare per altri 5 anni.
      La domanda però mi viene spontanea: caro Claudio, ma voi dove eravate, cosa facevate, perché non siete scesi in piazza in questi 4 anni lasciando campo aperto al sig. Silighini? Silighini, nel bene o nel male ha risposto presente (anche se da solo o con un manipolo di persone nemmeno residenti a Saronno): e voi? …perché non vi siete schierati “fisicamente” al fianco dei Sarunatt! …spiace dirtelo, ma non ci siete stati! Capisco ogni tua replica, posso anche giustificarla, comprenderla, ma l’evidente realtà è che con i Sarunatt non ci siete stati, …in piazza! Adesso uscirete dal letargo, con i gazebo per essere vicini alla gente stufa, con l’obiettivo di consolidare il consenso: spero ci riusciate, ma devo ancora rimarcare …che in questi anni di pessimo governo della Porro & Co. (-1) la vostra presenza in tema di “sicurezza” è stata poco avvertita.

      • Caro Saronnese, mi spiace che Lei rimanga nell’anonimato più assoluto anche perchè mi sarebbe piaciuto scambiare qualche riflessione di persona.
        Forse si è perso gli ultimi 4 anni di opposizione della Lega Nord in materia di sicurezza, si è perso gli articoli stampa e le interrrogazioni presentate in consiglio comunale.
        Abbiamo inoltre incontrato cittadini e siamo scesi nelle piazze.
        Purtroppo la gente come Lei ha la memoria corta o non vuole ricordare che è stata la Lega Nord a chiedere più volte in consiglio comunale l’istituzione di una commissione dedicata esclusivamente alla sicurezza, al fine di poter dare una voce ai cittadini Saronnesi che puntualmente ci segnalano presso la nostra segreteria situazioni di disagio.
        Dispiace inoltre che Lei non abbia memoria per ricordare il lavoro svolto dalla Commisione pari opportunità in merito alla sensazione di insicurezza manifestata dalle commesse del centro cittadino, e sempre su segnalazione della Lega Nord in quanto alcune commesse hanno preferito rivolgersi alla nostra segreteria.
        Purtroppo la Lega Nord in consiglio comunale siede tra i banchi dell’opposizione, e difronte ad una amministrazione che sin dall’inizio del proprio mandato ha sempre respinto gli appelli della Lega Nord, tacciandola di creare allarmismi e fare propaganda, poco si può fare, perchè le nostre proposte sono sempre state bocciate da questa maggioranza.

        Cordialmente
        Claudio Sala

  7. complimenti ai carabinieri. sarebbe ora però di arrestarne un bel po’ in zona stazione

  8. .. Ma un po’ di lavori forzati a questo galantuomo con sostanzioso risarcimento ai danneggiati nooo?? W l’Arma

  9. Non capisco xche avendo le prove che sia lui non hanno messo le seu foto giusto x noi cittadini x premunirci sara la solita balla della praivasi che vale x qualcuno ma non x tutti vero?

      • Un’opinione…

        Di diverso avviso la Grammatica italiana Zanichelli o il Dizionario della Lingua Italiana Garzanti che le considerano, al più, delle “oscillazioni”.

        La Redazione prenda nota.

  10. Mettete le foto please, così visto che è ancora in circolazione possiamo farci giustizia da soli grazie.

Comments are closed.