14102014 preso il tagliagomme (1)SARONNO – E’ stato condannato ad un anno e quattro mesi di reclusione ma al termine del processo per direttissima è stato subito scarcerato: il riferimento va al 38enne algerino fermato nella notte tra domenica e lunedì dai carabinieri della compagnia cittadina dopo che aveva raziato una decina di auto in via Sabotino rompendone i finestrini e bucando gli pneumatici.

L’arresto dell’uomo era arrivato nel cuore della notte dopo la segnalazione di un cittadino svegliato dal rumore dei vetri infranti ed un brillante intervento dei carabinieri che erano riusciti a bloccare il ladro-vandalo (prima rompeva i finestrini per settacciare il cruscotto e i diversi vani dell’auto e poi bucava uno o due pneumatici) nonostante si fosse nascosto sotto un’auto.

Tanti gli elementi raccolti a carico dell’uomo a partire dal kit da scasso che aveva con sè: un martelletto di quelli posizionati sui mezzi pubblici per rompere i finestrini in caso di emergenza, un cacciavite, un punteruolo ed un coltellino. Completano il quadro alcuni buoni benzina e pasto, diverse monetine ed il modellino di una Mini ritrovati nelle tasche dello straniero e risconosciuti dai saronnesi proprietari delle auto depredate e danneggiate, sabato notte in via Legnani e domenica notte in via Sabotino, come quelli spariti dalle proprie vetture.

Processato per direttissima al tribunale di Busto Arsizio lo straniero che era accusato per furto aggravato e danneggiamenti è stato rimesso in libertà dopo la condanna ad un anno e quattro mesi di reclusione.

15102014

77 Commenti

  1. Che sorpresa!! E poi ci domandiamo perchè arrivano quì in massa? L’equazione é molto semplice, italia : criminali = disneyland : bambini

  2. ma complimentoni – poi ci lamentiamo del fatto che i carabinieri tante volte manco escono … e ci credo

  3. mi voglio sprecare con i commenti scontati e qualunquistici … avessero acchiappato sto signore a rompere vetri e a bucare gomme a pochi km da qua, tipo a Chiasso, secondo voi a quest’ora era già fuori ? e infatti “chissà perchè” dall’altra parte della frontiera non ci provano nemmeno … negli altri paesi (civili) europei non lo so

    • i gendarmi svizzeri probabilmente ce lo avrebbero catapultato al diquà del confine, nel beato paradiso delle oche

  4. un magistrato che condanna un delinquente recidivo e subito lo scarcera non serve a niente , così come non è servito a niente il lavoro dei carabinieri che lo hanno fermato , così come non è servito a niente la segnalazione del cittadino che lo ha sorpreso a delinquere le leggi ed i magistrati dovrebbero cambiare altrimenti è troppo facile venire in Italia per tanti stranieri a delinquere , tanto poi se vieni preso non ti succede NULLA , l’Italia per tanti stranieri sembra proprio essere un paese di FESSACCHIOTTI , a partire da chi la governa .

  5. Questo ha anche dei precedenti…
    È ovvio che siamo invasi da questa gente !!! Qui da noi puoi fare quello che vuoi che non ti mettono neanche in galera, ti processano e ti rimettono in liberta !!!

    • scommetto che se fosse stato un italiano molta gente lo avrebbe difeso dicendo che lo avrebbe fatto per vivere e che é tutta colpa degli stranieri che rubano il lavoro. ne sono sicuro.

  6. Ah ah ah giustizia italiana RIDICOLA! Questa è l’ennesiva volta che fa reati ed è sempre in giro. E io se non pago le tasse vado in galera!

  7. “Chi è causa del suo mal painga se stesso”. Se ci sono così tanti reati, e il numero di questi non cala, è perchè la gente sa che non verrà punita.
    In Italia funziona così.
    Poi si sa, gli extracomunitari per quanto se ne dica hanno solo privilegi confrontati con i “nativi”.

  8. Chiudiamo pure il tribunale di Busto Arsizio, in quel posto si e’ perso il senso di Giustizia, sono al collasso e per sbrigare i processi
    mettono tutti in liberta’.

  9. Che Vergogna!!!!
    Un po’ di rispetto per le Forze dell’Ordine che rischiano ogni giorno per gentaglia del genere.
    Ma al loro paese vanno rimandati.
    No invece aiutiamoli poverini.
    E chi paga i danni a queste persone che magari fanno anche fatica a tirare a fine mese???

    Non ne possiamo +.

  10. ma solo io ho notato che nell’articolo precedente si diceva algeino di 38anni con precedenti e adesso 26 anni.. si suppone senza precedenti?

    • anche se fosse senza precedenti sarebbe comunque vergognoso rimetterlo in libertà il giorno dopo dopo essere stato colto sul fatto a rubare e danneggiare auto !

  11. facciamo anche una lezioncina di educazione civica: i magistrati applicano le leggi, le leggi sono fatte dai politici.Punto

  12. E’ una presa in giro !!!! Questo ha fatto danni per migliaia e migliaia di euro e viene rimesso in libertà il giorno dopo ?!?
    Allora ditelo, la giustizia esiste solo per noi Italiani !!!!

  13. Fatecelo vedere in faccia, lo avete rimesso in mezzo a noi dateci la possibilità di sapere con chi dobbiamo avere a che fare!

  14. Il risultato di un sacco di anni di lotte in difesa dei diritti di questi “poverini”…la gente che commenta qui dovrebbe farsi un esame di coscienza perchè magari è la stessa che poi è andata a firmare pro amnistia o indulto, o è la stessa che accusa le forze dell’ordine di non fare il proprio lavoro, o è la stessa che se un carabiniere da una manganellata a uno di questi accusa il carabiniere.
    Io sinceramente se vedessi i carabinieri intenti a spaccare le gambe a uno di questi prima di portarlo in caserma mi volterei dall’altra parte, come mi volterei dall’altra parte se vedessi uno di questi elementi intento a spaccare il vetro dell’auto al magistrato di turno o a chi continua a difendere questa gente!
    Vi rendete conto poi che oltre alla beffa c’è pure il danno? Perchè lo stipendio alle persone che hanno lavorato inutilmente per questo risultato le paghiamo noi! Tutti noi!
    Sveglia! Sveglia!
    Qualcuno cita la Svizzera…forse in Svizzera c’è un po’ meno buonismo, da quando si vota, a quando si scrivono le leggi, fino a quando le si fanno rispettare. E le forze dell’ordine possono fare il loro lavoro senza essere continuamente attaccate!
    (Se vai a raccogliere i funghi nel giorno sbagliato ti cucchi la multa, se non paghi al volo la multa passi la notte in cella con tanto di “conto dell’hotel” presentato a fine soggiorno, che esagerati! Semplicemente però il loro sistema funziona ed il nostro no!)

    • togli il “forse”, e questo non vale solo nella civilissima Svizzera, ma nella maggior parte degli altri Paesi del mondo.
      Solo in Italia c’è questo buonismo dilagante con i risultati che sono sotto agli occhi di tutti !

    • no così non possiamo andare avanti. Quel tizio ha dei precedenti, ha provocato migliaia di euro di danni, aggiungiamo come hai detto tu lo stipendio e i costi delle persone che lo hanno preso e del cittadino che lo ha segnalato (a cui comunque vanno i miei complimenti e il mio ringraziamento)
      A cosa serve se tanto è di nuovo libero il giorno dopo ?!?

  15. le leggi le interprtetano e applicano i magistrati e non è raro vedere carcerazioni preventive di italiani che durano mesi e mesi per supposti reati, che si spengono con un “il reato non sussiste”, mentre l’extracomunitario sembra essere tutelato ed esce dal carcere ridendo della nostra (in)giustizia. Se io, noto professionista, compio un reato, sono certo di una pesante condanna, Lui no, lui, l’extracomunitario con precedenti, sia rumeno, marocchino o altro, va a spasso a piede libero per proseguir a delinquere, grazie a leggi inefficienti e assurde. Se io, carabiniere, sparo per difendermi o per difendere qualcun altro e uccido accidentalmente un criminale che mi vuole ammazzare buttandomi addosso un idrante, anche se poi sono assolto anche dalla Corte Europea, sono considerato un criminale e la mia vita è distrutta e il vero criminale si vede intestare alla memoria un’aula consiliarte di Montecitorio, anche se per breve tempo. Il discorso sarebbe lungo, ma è chiaro che la riforma della giustizia è una priorità assoluta. Gino Bartali, che oltre che un gran campione delciclismo era stato uno schivo eroe della resistenza, diceva sempre “Tutto sbagliato, tutto da rifare”, frase quanto mai attuale anche se sono passati oltre 50 anni

    • Concordo al 100%. Ancoar non hanno capito che in Italia la classe che ha meno diritti è l’italiano medio: quello che spinge il carretto con su i maiali.

    • Dario, giusto una precisazione: la Romania sta nella Comunità Europea dal 2007. E pare che a Bucarest non ci sia più manco una rapina in banca (ma sospetto che sia una leggenda metropolitana).

      Invece è vero che hanno la fibra a 20 mega dappertutto e importano aziende italiane in maniera imbarazzante (imbarazzante perché sono gli imprenditori italiani a chiudere qui e ad aprire di là per trarre maggiori profitti, con tutto quello che ne consegue).

      È il Paese che in vent’anni non solo è rimasto fermo, ma è proprio andato indietro.

      E dove eravamo tutti?

      • ma visto che da qualche anno non ci sono più “quelli che hanno governato negli ultimi 20 anni”, ma quegli altri (e questo vale anche a Saronno), ci aspetteremmo che le cose cambino in meglio.
        Invece pare che vadono molto peggio di prima, ma proprio a rotoli !

      • Concordo in pieno con dario lucano e alegalli, è proprio per queste considerazioni che oramai ho preso da tempo una decisone: quando riuscirò finalmente ad andare in pensione (forse tra una decina d’anni sempre nuove riforme permettendo) farò l’emigrante al contrario. Questo scassato Paese ormai non è più ne’ un paese per giovani, ai quali è precluso un futuro dignitoso, ne’ un paese per vecchi, le cui pensioni da fame vengono depauperate da tasse insostenibili. Si è ormai trasformato nel paese del bengodi per delinquenti di ogni tipo, per ladri, per mafiosi, per corrotti e chi più ne ha più ne metta. Per chi non si riconosce in una di queste categorie e prima che ci rimetta anche la propria salute, l’unica alternativa rimasta è andarsene e abbandonare il campo alla nuova barbarie dilagante….. povera Italia!

  16. Si può sapere il nome del magistrato? Giusto per chiedergli: se un cittadino gli bucasse le gomme allora resterebbe impunito oppure lo metterebbero in carcere e buttano via la chiave? La legge è uguale per tutti?

    • Non diciamo stupidate.
      Se ritieni che sia ingiusto inizia un bel corso di giurisprudenza laureati e fai l’ esame di magistratura.
      Così capirai che il giudice non si sogna le pene ma applica le norme che qualcun’ altro ha promulgato

      • Giusto, così allungheremo la lista degli scaricabarile , che con la lente d’ingrandimento applicano la Legge , ma non alzano lo sguardo per verificare i danni che provocano. L’importante è cavarsi dall’impiccio .

      • il fatto é che le leggi le fanno loro…..e non hanno neppure un pó di vergogna. Grazie a questa magistratura facciamo ridere il mondo.

      • Caro 8 se io Italiano iniziassi a devastarti la macchina, rompendoti i finestrini, bucandoti le gomme, e rigandoti la carrozzeria, stai certo che il Giudice, oltre che farmi pagare tutti i danni causati, troverebbe l’appiglio per schiaffarmi dritto dritto in galera.
        Le norme sono interpretabili, ok, ma qui stiamo parlando di furto con scasso e danneggiamento, NON SI PUO’ NON FINIRE IN GALERA!!!!

        • I danni ,se potesse, li dovrebbe pagare.
          In galera non ci finirebbe nessuno visto che sotto i 2 anni scatta la condizionale.

          • @Anonimo penso ci sia un limite di messaggi per conversazione quindi devo rispondere al mio messaggio.

            La sospensione condizionale della pena non può essere concessa ad un pregiudicato solo qualora questo sia stato condannato ad una pena detentiva, non ad una pena pecuniaria. Questo purtroppo non lo sappiamo.

            Inoltre potrebbe aver fruito in passato dell’ istituto della conversione della pena detentiva in pecuniara qualora le condanne precedenti siano inferiori a 6 mesi.

      • Conviene che ti laurei tu in giurisprudenza. Cosa ne dici delle sentenze della magistratura che sono in conflitto fra di loro? A seconda della bisogna uso una piuttosto che l’altra… eppure la legge è la stessa.

        Come è stato possibile liberare questo criminale che può tranquillamente reiterare il suo crimine?

        Domani ricomincia a bucare gomme e a rompere finestrini?

        Vorrei magistrati eletti dal popolo.

        E’ gravissimo che non si sappia nemmeno il nome del magistrato responsabile di questo giudizio. Siamo in democrazia e quindi i cittadini devono sapere chi ha giudicato in questo modo, tanto più che tanti magistrati diventano ex e poi si candidano come politici… meglio sapere fin da subito con chi si ha a che fare in modo che i cittadini possano valutarne l’operato.

        Se ha la coscienza a posto, si faccia avanti per giustificarsi.

        • il tizio in questione è pregiudicato per reati simili (furto / danneggiamento), è grave che sia di nuovo fuori il giorno dopo ! Questo stasera torna a spaccare auto e rubare come se niente fosse successo !!!

  17. le leggi non le fa la magistratura….ma l’educazione civica a scuola è stata cancellata da qualcuno cui poteva far male

  18. Nessuna Civiltà al mondo, nell’intera Storia dell’umanità, nessuna ripeto, ha mai prodotto un sistema tanto aberrante quanto questo.
    Qui leggo tanti commenti di gente che -nonostante il quotidiano ininterrotto martellamento mediatico dei buonisti di professione- non ha ancora svenduto il cervello. E allora mettiamoci insieme, combattiamo per il ritorno alla civiltà, combattiamo per il rispetto dei nostri diritti e della nostra dignità.

  19. Qualcuno mi risponda……… a che serve il lavoro fatto dai Carabinieri? I signori politici vogliono fare delle Leggi che ci tutelino realmente dai delinquenti senza arrivare a dover leggere questi articoli che sembrano una presa per i fondelli? A questo punto dico GRAZIE a chi lavora nonostante non venga premiato il loro impegno. SOLIDARIETA’ alle vittime che dovranno pagarsi i danni.
    Maurizio

    • Io infatti avevo mandato una mia considerazione riguardante proprio il fatto che, vista l’applicazione “buonista” della ns. giustizia, ormai si dovrà arrivare alla “legge del taglione”…. legge che peraltro, visto l’origine geografica e culturale del personaggio in questione, nel suo paese conoscono molto bene perchè applicata da millenni, ma… sono stata bannata…. il mio commento non era ne’ buonista ne’ politicamente corretto….

  20. Un grazie una volta di più ai nostri Carabinieri Saronnesi e a tutte le forze dell’ordine italiane che tutti i giorni con senso del dovere scendono in strada x noi, le nostre e le loro famiglie e che vedono vanificare tutti i loro sforzi per questa giustizia vittima di se stessa e dell’ eccesivo garantismo. Grazie di vero cuori veri servitori della Patria

  21. Alura, facciamo il punto.

    In Italia qualsiasi pena sotto i due anni viene annullata per la condizionale (vedasi link in fondo). Per cui il soggetto in questione con il suo anno e quattro mesi sta fuori. Mi pare che con l’indulto si aggiunga un altro anno di sconto, ma non sono sicuro.

    E questa cosa la decidono i politici, non i magistrati che – al massimo – possono decidere entro certi termini l’entità della pena.

    Ovviamente questa cosa è folle ma mi sorprende che in molti (credo tutti) qua sopra non ne sapessero nulla.

    Le ragioni, che non approvo, sono secondo me almeno due.

    La prima è che così si evita di imballare le prigioni più di quanto siano già ora con criminali di piccolo cabotaggio (come in questo caso, perché nonostante i danni facciano incazzare non parliamo di un accoltellatore o di uno stupratore).

    La seconda è che, grazie alla depenalizzazione del falso in bilancio portata avanti dal berlusconismo, non solo gli spaccafinestrini ma anche coloro che rubano milioni di euro alla collettività con evasioni e truffe fiscali possono stare tranquillamente fuori e continuare a delinquere, a meno che non si facciano pizzicare ancora.

    Ora, è chiaro che in queste condizioni l’Italia è il ventre molle dell’Europa: se sono un criminale di qualsiasi tipo, vengo senz’altro qui. Ho anche l’assistenza sanitaria gratuita.

    Ma le ragioni sono sostanzialmente POLITICHE.

    Il conto dei danni va chiesto a chi ha irresponsabilmente governato questo paese negli ultimi vent’anni senza preoccuparsi delle conseguenze di politiche migratorie inesistenti, di fare favore ai propri amici faccendieri o – per esempio – di costruire e finanziare nuove prigioni o far scontare le pene nel paese di origine del condannato.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Sospensione_condizionale_della_pena

    • Leggendo l’articolo di wikipedia che citi mi è caduto l’occhio su due frasi:
      “Viene ammessa inoltre solo qualora il giudice, tenendo conto delle circostanze di reato descritte dall’articolo 133 C.p., presume che il colpevole si asterrà dal commettere altri reati.”
      “Può essere subordinata, a discrezione del giudice, a degli obblighi (risarcimento, eliminazione delle conseguenze dannose del reato, pubblicazione della sentenza ex art. 36 cp).”

    • Già non è un accoltellatore / stupratore, è solo uno che si “limita” a squarciare gomme delle auto, spaccare finestrini, rigare carrozzerie, ecc. ecc.
      Hai idea di quanto costi sostituire un treno di gomme o un finestrino se non sei assicurato contro gli atti vandalici ? Hai idea di quante migliaia di euro di danni ha provocato questa persona ?
      Tanto colpisce solo le auto e in questa città le auto sono viste come un male da eliminare, vero ?!?

    • veramente leggendo il link in fondo sembra che la condizionale non venga applicata “di default” e che il giudice abbia una certa discrezionalità nel concedere la condizionale….

    • Vorrei far notare che l’attuale governo si sta distinguendo per affossare ancora di più il belpaese.
      Mare nostrum è una vergogna che porta la firma di Alfano-Renzi o Renzi-Alfano, fate voi, ed i casi di cronaca nera come questo diverranno ogni giorno frequenti come il numero di sigarette accese o di bambini che chiedono una caramella.

  22. Rimesso in libertà e di nuovo all’opera.
    Questa mattina ho visto due auto con i finestrini sfondati in Via Marco Polo.
    Invito a denunciare anche il giudice che ha disposto la scarcerazione…complimenti!

  23. Non lamentiamoci se poi le forze dell’ordine si rivolgono alla gente dicendo “se lo prendete non chiamateci”.
    Alla fiera dell’est la gente dà la colpa ai giudici e avvocati, che a loro volta danno la colpa alle leggi fatte dai politici, che a loro volta nella peggiore delle ipotesi danno la “colpa” al popolo che li ha eletti. Insomma un circolo di parac…. in cui alla fine chi ci rimette sono sempre i nativi Italiani (che andando avanti così faranno la fine degli Indiani d’America).

  24. E stamani ho trovato l sorpresa anch’io,mi sembra giunto il momento di iniziare a prenderli a bastonate questi esseri indegni!

    • vergognati…..RAZZISTA. Questi indigeni di cui parli sono come me e te. Non vedo perché dare la colpa agli stranieri e non alle istituzioni italiane che hanno lasciato libero questo tuo simile.

  25. sentenze che alimentano il razzismo e la sfiducia nelle istituzioni - straniero indegno di restare in territorio italiano deve essere rimpatriato

    queste sono le

  26. Neanche i danni da pagare? Oltre il danno anche la beffa, siamo il popolo di pulcinella e i giudici si sono adeguati. Solo in Italia, lo penso con una certa sicurezza, si possono accettare queste sentenze. Almeno lo rimandasseo al suo paese a tagliare altre gomme, invece le taglierà ancora qui. Tanto, chi se ne frega della giustizia italiana?

  27. abito in Via Marco Polo e purtroppo confermo quanto già riportato…
    dopo la settimana scorsa, anche questa mattina ho notato due auto con i finestrini rotti.

  28. E anche questa notte (oltre a ieri notte, ancora), vetri rotti in molte auto in Via Volta.

  29. ci vuole pragmatismo, qual’e’ la norma penale cha ha permesso tutto cio’, qualcuno , politico o magistato la conosce ? , si faccia un referendum per abolirla o si promuova una legge popolare per cambiarla, senno sono solo le solite urla alla luna che non servono a niente.
    chi sa e puo’ si faccia avanti solo cosi’ si cambia davvero.

    claudio

  30. Sarebbe bastato non applicare il minimo edittale della pena per fargli fare qualche giorno di carcere. La pena del reato di danneggiamento va da 6 mesi a 3 anni. Purtroppo i giudici calcolano la pena sempre dal minimo (pur avendo la discrezionalità per dare condanne anche severe purchè entro i 3 anni previsti dalla legge) e quindi si ricade poi sempre nella sospensione condizionale della pena (gli avessero dato 2 anni ed 1 mese anziche 1 anno e 6 mesi ora sarebbe in carcere)

  31. a furia di tirare la corda un giorno si spezzerà e se ne vedranno delle belle
    carlo

Comments are closed.