28092014 silighini presenta la candidatura saronno 2015  (8)SARONNO – “Ho aspettato di avere notizie certe prima di esprimere un parere dopo aver letto la notizia che in queste ore a caratteri cubitali sta riempendo la stampa locale, ovvero l’esplosione al centro islamico“.

Inizia così la nota inviata da Luciano Silighini, candidato sindaco della lista civica Saronno 2015, in merito ai fatti di venerdì pomeriggio in via Maestri del lavoro.

“Digos, forze dell’ordine in quantità, reazioni sdegnate di consiglieri comunali che denunciano un clima d’odio contro i musulmani che a Saronno hanno costruito una sala preghiera con centro islamico e scuola d’arabo.

Nelle immagini di alcune telecamere di videosorveglianza, riprese da un amico titolare di un negozio attiguo, ovviamente già consegnate alle forze dell’ordine, si vedono chiaramente due ragazzini di 14 e 15 anni che giocando in strada a un certo punto lanciano un petardo, dalle dimensioni simili a uno di quelli che si danno in libera vendita a capodanno, dentro un portone aperto ovvero quello dove ancora per poco tempo sarà ospitato il centro islamico provvisorio prima di spostarsi nel l’immenso edificio di via Grieg.

Ora il nastro è stato acquisito dalle autorità competenti per le verifiche del caso. In questa città si è tenuto mediaticamente nascosto l’accoltellamento alla gola contro il giovane 23enne ma si è subito parlato di attentato contro il centro islamico per via di un petardo di due ragazzini. Allarme sociale in difesa di un nulla quando il pericolo vero, ovvero che a Saronno c’è chi gira armato e accoltella i nostri giovani, viene nascosto. Nessun consigliere si è sdegnato vedendo un 22enne grondare sangue ma oggi tutti si affrettano a parlare di bombe. Mi spiace caro professionisti della politica piagnona, ma avete sbagliato : erano due ragazzini che hanno anticipato il capodanno!”

19102014

23 Commenti

  1. E tutti hanno fatto una sonora figura di m…a ahahah silighini numero 1 come sempre ahahah

  2. Non avevamo dubbi, come non avevamo dubbi che questo episodio sarebbe stato stigmatizzato dalle altre forze politiche (Sindaco in testa), mentre gli episodi ben più gravi sono passati pressochè inosservati e senza nessuna presa di posizione.

  3. Una affermazione del genere rende non credibile esclusivamente Silighini… Anche fossero solo dei minorenni e indifferente l’entita del “petardo” perchè mai lanciarlo dentro il centro islamico… Se fosse stato lanciato in una delle principali chiese saronnesi ? Quale cultura si è seminata, e chi l’ha seminata ?
    Alla luce di questo il “erano due ragazzini che hanno anticipato il capodanno!” suona come lo spocchioso “me ne frego” del fascismo di un tempo… Una destra seria e liberale, di cui comunque non farei parte dovrebbe saper distinguere tra rispetto delle libertà religiose e individuali e dalla xenofobia, non dovrebbe solo per utilità politica continuare a coltivare quest’ ultima.
    Fosse anche un petardo di due minorebbe segnerebbe indelebilmente l’imbarbarirsi del senso comune, un’ostacolo nel ricostruire una convivenza civile in questa piccola comunità saronnese, di cui il centro islamico fa parte a tutti gli effetti.

    • L’ostacolo alla convivenza lo segnano i coltelli che recentemente i cittadini italiani si sono visti puntare addosso.
      O i finestrini delle auto infranti e le gomme delle auto bucate.
      O le decine e decine di furti in appartamento.
      O le innumerevoli risse in zona stazione.
      Perchè quando succedono quei fatti tacete, mentre se due ragazzini lanciano un petardo (magari senza neanche sapere che quello è un centro islamico) vi scandalizzate e vi stracciate le vesti ?
      Perchè per un petardo ci sono tutti questi proclami e per una lama di coltello puntata alla gola di una diciassettenne tutti tacciono ???

  4. Come ha scritto nei commenti lo stesso Alberto Boscolo titolare del negozio di computer al fianco del centro e proprietario delle telecamere date alla polizia, erano solo due ragazzi con un petardo. Ora basta fare allarmismi e devo dire che Silighini è senpre sul pezzo. Non gliena scappa una avanti tutta e vento in poppa signor futuro sindaco

    • L’articolo dice “sono subito corsi fuori ed hanno visto due ragazzi correre via” […] “hanno visto i resti di quello che era esploso sulla seconda rampa delle scale. Poteva essere un grosso petardo o una bomba carta”
      Direi che racconta il fatto avvenuto, solo che qualcuno ci ha ricamato sopra perchè c’era di mezzo un centro islamico 🙂

  5. Silighini ha condannato l’episodio di due ragazzi che hanno lanciato un petardo in un portone visto che potevano comunque ferire qualcuno ma ha sottolineato che forse gli stessi nemmeno sapevano cosa fosse quel luogo. Silighini condanna anche l’allarmismo di chi ha parlato di razzismo e attentati quando non lo era. Se aveste letto il suo comunicato integrale cari compagni,avreste taciuto

    • Paolo la mia puntualizzazione non era rivolta al comunicato ma al contenuto del precedente articolo da me linkato.

  6. Be’, quindi ci siamo persi qualcosa?

    Ci siamo persi il video di sorveglianza che non pensavo fosse di dominio pubblico ma a quanto pare lo è, e ci siamo persi l’esito delle indagini che le Forze dell’Ordine stanno portando avanti, perché non mi pare che sulla vicenda sia stata scritta la parola “fine”.

    Cmq nei prossimi giorni forse vedremo sia l’uno sia l’altro, immagino, e tutti potremmo farci un’idea come si deve.

    Certo che è stata una settimana curiosa. Un accoltellamento a opera di nordafricani purtroppo non ancora individuati, uno scippo con arma da taglio da parte di ignoti (contro i quali, pare, non sia stata ancora sporta denuncia) e poi un petardo lanciato contro il centro islamico. Una casualità di fatti davvero sorprendente per una città tutto sommato così piccola.

    Il rasoio di Occam insegna che la risposta più semplice di solito è quella corretta.

    Vedremo qual è.

    • Ultimamente a leggere questa testata on line e i successivi comunicati di Luciano Silighini non si capisce se
      1:viene raccontato il vero;
      2:viene narrata la versione romanzata dei fatti;
      3:il contenuto dei pezzi corrisponde a una ricostruzione fantasiosa dell’avvenuto.
      Mi chiedo inoltre perchè altri siti on line che si occupano di Saronno e del saronnese non abbiano pubblicato i fatti di cronaca nera evidenziati da Ale Galli nel suo commento.

      • Veramente c’è un altro sito di informazione (per intenderci quello che ha anche la versione cartacea), che nella sezione dedicata a Saronno riporta sia la notizia dell’acoltellamento per 30 euro (con foto) sia quella della ragazza rapinata con coltello fuori dal Santuario, quindi non vedo perchè mettere in dubbio la veridicità di ilSaronno
        Riguardo a quanto scritto su questo sito sull’episodio del centro islamico mi sembra concorde con quanto affermato da Silighini: le stesse persone all’interno del centro islamico hanno dichiarato di avere visto “due ragazzi scappare” dopo il boato e che l’esplosione poteva essere causata da un “grosso petardo o da una bomba carta” (faccio notare che dalle foto non si vedono particolari danneggiamenti).

    • Galli si é perso anche svariati episodi di furti/danneggiamenti ai danni delle auto in sosta da parte di un nordafricano (arrestato e rilasciato il giorno dopo) e altri episodi avvenuti nelle settimane precedenti come risse varie e furti in appartamento (anche io nell’occasione non ho sporto denuncia, tanto essendo cittadino italiano non serve a nulla, si figuri che non mi é neanche stata inviata una volante).
      Da quanto vedo lei non ha molto a cuore la sicurezza dei suoi cittadini.

    • Settiamana curiosa? Ma dove abiti alegalli? Sono mesi che ci sono eventi così a Saronno, forse anni.

    • quello che ho capito io è questo: vicino al centro islamico c’è un negozio le cui telecamere di sicurezza hanno ripreso i due ragazzi scappare. Il titolare ha visionato la registrazione accertandosi che conteneva immagini relative ai due in questione, l’ha consegnata alle FdO e confermato pubblicamente che erano due ragazzi.
      Non ci vedo niente di male (anzi questo cittadino ha fatto il suo dovere).
      Quello che vedo di male è che “qualcuno” sta cercando di strumentalizzare ad ogni costo l’accaduto (“atto terroristico” ecc ecc).
      Quello che vedo molto più di male è che stiamo scomodando le forze dell’ordine, tra cui la digos, per un petardo, quando tutti gli episodi precedentemente citati (vedi accoltellamento) non stanno ricevendo neanche minimamente uguale attenzione, nè da parte delle forze politiche, nè da parte delle FdO.
      Questo è veramente grave !

  7. Silighini vuole farci credere di aver visionato il filmato: perfetto, e visto che ha identificato gli esecutori, indicando con precisione l’età di entrambi i ragazzi, mi aspetto che li abbia già denunciati alle autorità competenti.
    Nel frattempo non gli auguro mai che sotto le gambe di sua figlia capiti un petardo lanciato da questi due ragazzini che festeggiano Capodanno in anticipo.

Comments are closed.