SARONNO – Da Saronno a Busto Arsizio per essere solidali con gli occupanti e rimarcare il diritto alla casa: stamattina i ragazzi del centro sociale Telos hanno organizzato, dalle 9, un presidio davanti al tribunale di Busto Arsizio. Proprio qui davanti al giudice monocratico Piera Bossi si aprirà oggi il processo in merito all’occupazione di Casa Veleni, l’ex tintoria Ferrè di via Bainsizza occupata nell’ottobre 2012. Diverse le accuse che vanno dall’occupazione alla resistenza.

I ragazzi hanno organizzato il presidio “Occupare è giusto” che hanno presentato con il passaparola su Facebook: “Nell’ottobre di due anni fa veniva occupato uno stabile vuoto da molti anni, l’ex tintoria Ferrè di Saronno, dopo tre settimane di occupazione la questura si presenta alle 6 del mattino e decide di sgomberare, gli occupanti provano a resistere sul tetto ma i digossini decidono che lo sgombero sarà lampo e tra calci, pugni e spintoni (sul tetto!!!) tirano fuori a forza gli occupanti”. Nella nota non si manca di rimarcare, come costatato dalla critical mass organizzata due domeniche fa dal Telos, come la palazzina che avrebbe dovuto essere subito riqualificata e ristrutturata sia ridotta ad un rudere da due anni abbandonato al degrado.

Un secondo presidio è già fissato per il 29 ottobre quando inizierà il processo per l’occupazione della villetta di via Monte Generoso realizzata nel luglio 2012.

Alcune immagini dell’occupazione e dello sgombero di Casa Veleni

20102014

1 commento

Comments are closed.