valioni - porro riunioneSARONNO – Sono perentori il sindaco Luciano Porro e l’assessore ai Servizi sociali e vicesindaco Valeria Valioni nello smentire alcune informazioni circolate in merito ai due appartamenti di proprietà dell’Aler vuoti da tempo ed occupati dai ragazzi del centri sociali.

“Partiamo col dire che non è stato il Comune ha chiedere lo sgombero – esordisce Porro – la denuncia è stata presentata da Aler che è l’unica titolare essendo proprietaria delle due abitazioni occupate”.

E’ invece l’assessore Valioni a fare chiarezza sulle motivazioni per cui le case erano inutilizzate: “L’appartamento occupato in via Don Minzoni  faceva parte dei 15 alloggi che Aler teneva vuoti in città per il piano di mobilità”. In sostanza Aler, quando c’è necessità di spostare delle famiglie per la vendita di abitazioni, usa alcuni appartamenti tenuti a disposizione per queste necessità. “Fin dal nostro insediamento abbiamo contestato questa scelta, 15 alloggi vuoti erano decisamente troppi a fronte delle emergenze cittadine,  e così abbiamo ottenuto da Aler che alcuni appartamenti venissero messi a disposizione. Abbiamo così recuperato una decina di abitazioni. Tra questi proprio quello di via Don Minzoni di cui abbiamo provveduto a fare l’assegnazione nel mese di settembre. Ovviamente devono ancora essere realizzati degli interventi di manutenzione che dovrebbero essere ultimati in tre mesi. Certo l’ingresso al momento è murato, misura necessaria per evitare altre occupazioni, ma al loro arrivo gli operai provvederanno ad eliminare tutto e a rendere l’appartamento adatto ai nuovi assegnatari”.

Diverso il caso della villetta di via Rosselli: “Lo spazio occupato fa parte di un gruppo di 4 abitazioni che, in base al contratto di quartiere, dovevano essere demolite – continua il vicesindaco – l’intervento serviva per lasciare spazio alla compensazione per il verde occupato con la costruzione dell’X3. Con l’assessore Campilongo, lui per motivi urbanistici io alla luce delle necessità abitative così pressanti in città, abbiamo insistito per annullare la demolizione a favore di un riuso delle villette. Aler ha accettato la proposta ed è in corso la trattativa per stabile le compensazioni alternative. Appena ultimata questa fase sarà riscritto il contratto e gli alloggi saranno assegnati”.

Conclude Porro: “Si è detto che l’Amministrazione ha dato lo spazio commerciale di via Busnelli ad un’associazione solo dopo l’occupazione: nulla di più falso! L’iter per l’assegnazione, tramite un regolare bando, è stato avviato nel mese di luglio diverso tempo prima dell’occupazione”

21102014

11 Commenti

  1. se una volta tanto la Premiata ( 30 km/h ) Giunta Porro rendesse conto del suo operato PRIMA di essere costretta dalla circostanze a farlo … ! – c’è sempre un raggio di luce che rompe l’opacità e allora la comunicazione è una fiacca difesa , rendetevene conto

  2. L’amministrazione ha messo in chiaro le cose: come si fa a criticarla sempre e comunque, per partito preso??? Chi critica in questo caso (come in moltissimi altri) è semplicemente disinformato o vuole fare disinformazione.
    Un piccione la fa in piazza? colpa dell’amministrazione. Siamo a questi livelli, rendetevene conto. Ridicolo.

  3. già, sempre pronti a trovare scuse questi politici, ma tutti noi possiamo vedere in che condizioni vengono lasciati gli edifici abbandonati, mentre la gente ha bisogno di una casa le porte vengono murate, i bagni divelti, le pareti abbattute… a mali estremi estremi rimedi

    • Si tratta di case già inabitabili in attesa di interventi da parte dei proprietari (NON il comune) che le rendano abitabili.
      Lo sconcerto per certi commenti cresce.

  4. l’amministrazione non mette mai in chiaro le cose al momento giusto quindi la disinformazione è la logica conseguenza – vuoi disinformazione ? beccati disinformazione ! – vuoi consenso ? cercalo ! – vuoi riconoscimento ? guadagnalo ! – non dimentichiamo che chi oggi chiede clemenza non ha mai avuto clemenza in passato – il PD saronnese insegna

    • Non ho capito, forse perché son duro di comprendonio. In questo caso, l’amministrazione cosa doveva mettere in chiaro prima e quando avrebbe dovuto farlo?
      La giunta e il consiglio prendono centinaia di decisioni e svolgono ancora più azioni in un anno: devono spiegare su Ilsaronno il perchè di ognuna di esse?
      in questo caso ci sono state delle occupazioni e sono arrivate critiche del tutto (sottolineo, del tutto) infondate. L’amministrazione risponde, con serietà e pacatezza.
      Sempre così in questa città: c’è chi lavora in silenzio e chi dà fiato alle trombe senza muovere il sedere dalla sedia. Avanti così. Spero solo che ad aprile i saronnesi non decidano che a governarci debbano essere di nuovo (sottolineo, di nuovo) Forza Italia, Volontè & Co. con tanto di Lega al seguito: ci sarebbe davvero da ridere per non piangere, a quel punto.

  5. questi si lamentano, pensano di essere maggioranza, solo che per esserlo bisogna prendere i voti alle elezioni, cosa di cui francamente dubito assai (ma anche loro qualche dubbio ce l’hanno, l’armata Brancaleone al conftonto sembra una divisione della Wermacht tedesca)

    • Scusi, Prof. RobinH, ma in questi anni l’amministrazione sulla base di cosa ha vinto, se non sui voti della maggioranza dei saronnesi alle ultime elezioni? Ci illumini perché siamo tutti curiosi…
      Il prossimo aprile vedremo chi sarà in grado di farsi eleggere. Certo che tra i 5 stelle e la compagni Volonté-Strano-Forza Italia mi terrei ben stretto chi ci amministra.
      Poi Lei avrà opinioni diverse, spero suffragate da fatti ben più solidi di quelli che Le fanno scrivere certi commenti.

Comments are closed.