SARONNO – “Il Governo ha deciso di tagliare fino al 70 per cento le risorse stanziate per la pulizia degli istituti scolastici e spostarle sulla finta ristrutturazione delle scuole”. A lanciare l’allarme la segretaria provinciale A.L. Cobas-Cub, ed un pensiero va proprio a Saronno, dove si concentrano molte scuole.

presidio coba (4)

“Hanno ridotto il servizio di pulizia delle scuole, servizio affidato tramite appalto ad aziende e cooperative esterne, e con abilità da prestigiatori fanno credere ai cittadini che le scuole verranno ristrutturate con un piano di manutenzione che le stesse donne delle pulizie dovrebbero eseguire diventando muratori, imbianchini, giardinieri, falegnami, fino ad otto ore al giorno nonostante siano assunte a part time. Il lavoro andrebbe eseguito fino ad otto ore al giorno nei periodi festivi senza straordinari. Le lavoratrici vengono ricattate al punto che se non eseguono i lavori verrà richiesto indietro lo stipendio, l’eventuale malattia, i contributi versati. C’è chi faceva cinque ore al giorno di pulizie oggi ne fa una e mezza, con una decurtazione del salario da circa 700 euro a circa 200 euro. Risultato le scuole sono già al limite della decenza al punto che sarebbe necessario che intervenisse l’Azienda sanitaria per vedere se l’igiene e la sicurezza per gli studenti sia garantita. Le lavoratrici alla fame e gli utenti nell’immondizia, questa oggi è la prospettiva della scuola pubblica – afferma il sindacato Cobas – Le lavoratrici, in stato d’agitazione, metteranno in campo tutte le forme di lotta necessarie affinchè si intervenga per la loro dignità e per una scuola pubblica decente. Fanno appello agli studenti, docenti, personale Ata, genitori, di reagire a questa situazione che con il passare dei giorni rende sempre più precario lo stato igienico e sanitario degli istituti scolastici”.

(foto archivio: un presidio Cobas)

31102014

5 Commenti

  1. ricordo solo che alle europee l 87% degli italiani ha votato partiti o si è astenuto.. quindi avete perso il diritto di lamentarvi!

    • Quindi le elezioni nazionali non servono più, allora risparmiamo eliminando le elezioni nazionali, togliamo tutto il carrozzone che ruota attorno, sai che risparmio (per la precisione sono 3 i governi non eletti).
      forse non mi sono accorto io che c’erano le elezioni nazionali ?

      parliamoci in maniera seria… il governo che sta “guidando” il paese è un “governo” eletto con regolari elezioni nazionali ?
      No, non lo è. !

      Conosci nei fatti la reale situazione ? Oppure scrivi tanto per passatempo ?
      Usiamo il cervello ( lo dico in generale) impariamo a votare, senza farsi abbindolare come sciocchi a promesse di pinocchio.

      Tutto questo è figlio della nostra ignoranza nel votare, demandando il tutto ad altri senza poi più occuparsene.

      Fino ad ora l’elettore pensa cosi:
      Sono andato a votare, bona mi son tolto sto impiccio e ora speriamo che facciano… da quanti decenni si Và avanti così ?
      Puntualmente si è sempre impantanati…

      vai a vedere qualche articolo di anni fà (quando c’era un governo eletto con regolari elezioni nazionali)dove genitori dovevano già portare da casa la carta igienica, sapone etcc…

      Da allora cos’ è cambiato ?

      • Non sono un sostenitore di questo governo, ma vedo sempre più ignoranza costituzionale. Da noi, fino a nuova costituzione, il presidente del consiglio è eletto dal parlamento, non dal popolo, se poi dal berlusca in poi fà scena dire che è eletto dal popolo continuate a prendervi/ere in giro

Comments are closed.