01112014 telos rioccupato vernice su graffito (9)SARONNO – “Guardare a distanza e commentare non basta. Le istituzioni devono agire. E cosa intende fare il Comune a fronte di questa nuova occupazione?” E’ questo il senso dell’intervento di Saronno al centro che ha reso nota in una breve nota la propria posizione e le proprie perplessità di fronte alla nuova occupazione della palazzina di via Milano che per 5 anni ha ospitato il centro sociale Telos e che è stata sgomberata lo scorso 10 settembre dalla Digos e dalla polizia di stato.

“Quando si parla di Stato inevitabilmente si parla di Istituzioni: ad esse spetta l’attuazione e il mantenimento degli equilibri tra singolo individuo e società.

Di recente la cronaca saronnese, con la vicenda del ‘tagliagomme’, ha purtroppo dato l’impressione che le Istituzioni siano spesso impotenti e che il cittadino ‘debba fare da solo’: il disconoscere le Istituzioni è la stessa ratio (‘faccio da me’) che spinge alcuni ad occupare edifici. Questo è il momento in cui le Istituzioni dovrebbero farsi ancora più vicine al cittadino, ma, invece, proprio sul tema delle occupazioni assistiamo a dichiarazioni del sindaco secondo cui lo stabile sarebbe stato lasciato libero dai giovani occupanti: e allora perchè esiste un calendario di eventi, prima tra tutti la ‘risistemazione’ dell’edificio?

Purtroppo, a commento del passato sgombero, dobbiamo rimarcare di essere stati gli unici con l’occhio lungo (non salutando come ‘successo tout cour’ un singolo fatto) quando dicevamo di prepararsi ad un autunno caldo in tema di contestazioni, manifestazioni ed occupazioni; anche ora guardiamo avanti: ci chiediamo quale esito ci si può attendere da questa nuova occupazione (nuovo sgombero? altre manifestazioni seguenti?) e cosa le Istituzioni, specie quella immediatamente votata dai saronnesi, hanno intenzione di fare. Guardare a distanza e commentare non basta.
03112014

10 Commenti

  1. Non siete voi ad avere l’occhio lungo. Non prendetevi meriti che non avete…e’ chi governa Saronno ad averlo corto…

    • Non solo chi governa Saronno, ma anche tutti gli altri gruppi politici si sono limitati o a dichiarazioni trionfalistiche oppure ad affossare lo sgombero: nessuno con l’occhio lungo. Mi unisco a ‘ul castigamatt’ e dico anch’io che SAC è effettivamente un gradino sopra tutti gli altri.

  2. Su varesenews il sindaco dice che i ragazzi del telos hanno abbandonato l edificio sabato mattina

  3. niente….la domanda è cosa intenda fare la proprietà: forse al SAC non è chiaro, o forse è chiarissimo (come diceva Andreotti a pensare male si fa peccato ma non si sbaglia mai…)

    • Eccolo, sempre pronto a difendere l’amministrazione (d’altronde con slogan “non ci sono soldi” passano per forza come ‘poveri’) e mai impiegare un minimo (ma proprio poca) obbiettività: la proprietà denuncia, si fa lo sgombero, seguono occupazioni etc.
      Andiamo avanti all’infinito, giusto RobinH? Ma si rende conto di cosa sostiene? Qualcuno deve mettere la parola fine a tutto ciò: se gli occupanti non vogliono, se le forze dell’ordine non possono (?)… a chi spetta farlo? Al cittadino stanco? Oppure l’amministrazione dovrebbe cercare di fare qualche altra cosa fino ad ora intentata?
      Avete ragione da vendere per quanto scritto nella nota, ma mettetevi il cuore in pace: RobinH (stranamente?) non ha compreso il discorso.

      • invece a Nottingham non capiscono niente di legge e di responsabilità, tanto più che quello è un edificio privato, che non è esattamente un dettaglio….la legalità a corrente alternata è una brutta bestia.La responsabilità dell’ordine pubblico è del questore…hai voglia di inventare leggi in stile azzeccagarbugli. Vi devo dare l’indirizzo per andare a manifestare a Varese???

        • A parte sottolineare che anche la foresta di Sherwood è entro la contea di Nottingham, tu RobinH quando devi fare un evento che chiama numerose persone da chi vai per chiedere l’autorizzazione? O, dovendo aprire un locale, a chi chiedi autorizzazione? O per somministrare alcolici a chi si chiede?
          Non so sul tuo pianeta, ma su questo (a Saronno, ovviamente) al comune di Saronno.
          E a chi spetta controllare che tutto ciò che si svolge sia autorizzato? Toh: al comune. E chi amministra il comune? Forse il questore?
          Se si vuol fare il muro contro muro anche l’amministrazione comunale ha qualche cartuccia da sparare altrimenti si può sempre cercare una via di mediazione che, manco a dirlo, spetta alla parte politica e non alle forze dell’ordine. Stare a guardare e commentare non serve così come non serve continuare la tiritera del ‘spetta sempre a qualcun altro’.

          ps: RobinH, ma di cosa stai parlando? tu e l’allegra brigata cercate di essere un po’ più coraggiosi: tocca a voi.

    • E cosa avrebbe voluto che facesse SAC oltre alla dichiarazione. Dietro le parole normalmente ci sono i giudizi e le idee. Ma non tutti sono in grado di capire.
      Avanti SAC: siete l’unico vero riferimento nel panorama politico di Saronno

Comments are closed.