SARONNO – I primi sono arrivati stamattina alle 8 e si sono subito rimboccati le maniche per preparare le lastre da 256 mattoncini che permetteranno entro sera di ricostruire un maxi mosaico con una vista del Santuario di Saronno. L’impresa è in corso nella palestra dell’Aldo Moro allestita giovedì sera dai ragazzi dello Ial Lombardia.

Si tratta di un progetto che ha richiesto oltre 2 mesi di lavoro da parte dell’associazione “Sleghiamo la fantasia” che ha curato la progettazione grafica e la preparazione e l’imbustamento di tutto il materiale necessario per permettere agli studenti di partecipare attivamente. Il materiale è stato messo a disposizione da Lego, oltre 60 mila mattoncini e 200 basi, mentre la Giocheria Landoni ha fornito il supporto tecnico e la falegnameria Biancolin & Rugolotti ha realizzato la base che sostiene il mosaico.

La manodopera arriva da quasi 400 studenti saronnesi delle scuole elementari e medie degli istituti Orsoline e Aldo Moro che in turni si distribuiscono sui 24 tavoli e preparano le lastre. Prezioso il contributo delle ragazze del liceo sociopsicopedagogico delle Orsoline che seguono i ragazzi e controllano che le lastre siano realizzate nel modo corretto.

Non manca un’attenzione “storica”: i piccoli costruttori vengono accolti da Giuseppe Colombo, curatore dell’archivio storico del Santuario e membro della Società storica, che prima che si mettano all’opera con i mattoncini presenta loro il Santuario raccontando, ovviamente calibrandolo in base all’età, la storia dell’edificio religioso e il suo valore artistico ed architettonico.

 

4 Commenti

  1. Bellissima iniziativa! Tutto serve per far conoscere meglio ai saronnesi questa meraviglia che custodiamo con amore da cinque secoli

  2. Una bellissima iniziativa. Bravi tutti!
    Ho appeso l’annuncio nei miei uffici di Milano, non tanto per aumentarne l’affluenza, quanto per pubblicizzare l’iniziativa in sé.

Comments are closed.