SARONNO – Mentre buona parte di Saronno è ancora senz’acqua, il Comitato acqua bene comune solleva pesanti critiche nei confronti di Comune e dell’ex municipalizzata Saronno servizi, che gestisce la rete idrica locale.

Roberto Guaglianone consiglio comunale aperto

In un post su “ilSaronno” e sui social network, è Roberto Guaglianone del comitato a prendere la parola:”Bisogna ripubblicizzare l’acqua. Subito. Altro che gestione con SpA. Nessun avviso ai cittadini, eppure si poteva darlo, dato che Saronno Servizi ci sta lavorando da ore. Numero verde intasato. Sito immune da comunicazioni urgenti. Idem per il Comune. Succede perché un tempo tutto era centralmente monitorato in un ufficio comunale 24 ore. Poi, la magnifica stagione delle Società per Azioni. E il Comune, pur possedendo la Saronno Servizi quasi al 100 per cento, non controlla più niente: i fatti odierni lo dimostrano. Dall’esito del referendum del 2011 con il Comitato acqua bene comune chiediamo l’ascolto del voto dei cittadini italiani, cioé riportare l’acqua e i servizi pubblici locali in capo al Comune: finora niente da fare a Saronno, un percorso solo timidamente iniziato e nulla più. Poi succedono i fatti come quello di oggi e da domani tutti a rimpallarsi responsabilità. Ma la responsabilità principale è una sola ed è politica. Ripubblicizzare l’acqua subito!”

08112014