SARONNO – Dopo la sosta di campionato Rolfi e compagni ripartono alla grande: davanti ad un PalaDozio gremito di tifosi trovano una sonante vittoria contro Santa Croce, una delle pretendenti al passaggio in A2 dove militava nella scorsa stagione.

I ragazzi di Volpicella dimostrano che Saronno sarà un campo difficile per tutti e stanno costruendo brillantemente la salvezza tra le mura amiche.

Volpicella recupera in extremis Buratti e schiera di banda Vecchiato al fianco di Ballerio, mentre in casa biancorossa coach Pagliai conferma il sestetto schierano in Coppa Italia contro Chiusi.

Nella fase iniziale del primo set regge l’equilibrio con Ballerio pungente in cambio palla (3-3), ma dopo un muro di Cafulli (4-4) i conciari provano ad allungare trascinati da Hendrix (4-7); Rolfi accorcia in cambio palla (5-7), Cafulli piazza un ace (6-7) e l’aggancio è firmato ancora dal capitano biancoazzurro (8-8).

Gli amaretti sembrano avere qualcosa in più e trascinati dall’ottima regia di Re Mida Ardu si portano avanti (12-10, 14-11), Nuti si affida a Baldaccini (14-13) ma un muro di Cafulli tiene a distanza di sicurezza i toscani (16-13).

L’inerzia resta nelle mani di Saronno, sul 19-17 entra Pizzolon che piazza un ace (20-17), Vecchiato è puntuale in cambio palla (23-20) col set che va in archivio sul 25-22 senza grossi patemi d’animo.

Come da previsioni la reazione dei toscani non tarda ad arrivare, con gli uomini di Pagliai che mettono in evidenza tutte le loro qualità tecniche: 1-3, 4-6, 4-9 con Volpicella costretto al time out discrezionale. Capitan Rolfi si carica sulle spalle la squadra e Saronno torna sotto (7-9), Vecchiato piazza un ace ed un attacco di Cafulli vale il -1 (10-11).

I conciari con Del Campo e Colli riprovano l’allungo spingendo al servizio (13-16), Ballerio (grande prova per lui anche questa sera) tiene a galla gli amaretti (16.-18), ma Nuti amministra con saggezza il cambio palla (18-21).

Hendrix regala un ace da antologia che vale il 23-20, il set sembra nelle mani di Nuti e compagni ma Rolfi trova ancora la forza di accorciare con uno splendido contrattacco (22-23); a questo punto va in battuta Cafulli che diventa il protagonista del finale del set: 2 splendidi servizi danno a Saronno la possibilità di contrattaccare, con Re Mida Ardu che si affida proprio all’oppostone biancoazzurro che ringrazia e trasforma (24.23), per poi chiudere il parziale con un ace che vale il 2-0 (25-23) a Saronno facendo esplodere il PalaDozio.

Santa Croce non si arrende ed anche nel terzo parziale parte meglio: 2-3, 3-6 con Saronno costretta ad inseguire. Sale in cattedra Vecchiato che con un attacco ed un ace accorcia le distanze (5-6), il solito Cafulli porta il punteggio in parità (6-6) con le due squadre che procedono a braccetto: 8-8,10-10, 13-13.

È ancora il turno di battuta di Vecchiato a lanciare gli Amaretti (16-13), ma Baldaccini e compagni non mollano e recuperano (17-17). L’equilibrio regge fino al 21-20 quando Ardu spinge al servizio, Hendrix sbaglia due attacchi e Saronno vola sul 24-21 con Cafulli per poi chiudere 25-21 su un errore avversario regalandosi la seconda splendida vittoria del suo campionato.

Commenta così a fine partita coach Volpicella: “ovviamente sono molto soddisfatto e quasi “stupito” in senso positivo da quanto siamo riusciti a mettere in pratica questa sera. Contro una squadra dalle indubbie potenzialità siamo riusciti ad alzare moltissimo il nostro livello di gioco, ricevendo bene ed ottimizzando il contrattacco. Sono molto fiducioso per il proseguo del campionato anche se la mia attenzione è già rivolta alla gara di sabato ad Iglesias.”

Pallavolo Saronno: Ardu 1, Cafulli 18, Rolfi 11, Buratti 5, Vecchiato 9, Ballerio 8, Verga (L), Pizzolon 1, Tescaro, n.e. Seregni, Cecchini, Tumiati, Zollino (L2). Allenatori: Volpicella, Leidi

Lupi Pallavolo Santa Croce: Nuti 1, Hendrix 8, Baldaccini 7, Di Benedetto 9, Del Campo 4, Colli 5, Biffoli (L), Ciulli 1, Da Prato 5, Lumini 3, Gherardi, n.e. Diouf, Pasquetti (L2). Allenatore: Pagliai

09112014

1 commento

Comments are closed.