21062014 mercatino riuso (3)SARONNO – Sabato 8 novembre si è svolta una nuova edizione del mercatino del riuso organizzata dal comune di Saronno, questa volta a grande richiesta in Piazza Ugo la Malfa.

Questa piazza spesso dimenticata, nel cuore del centro storico saronnese, ha preso vita con grande soddisfazione dei commercianti limitrofi. Più di quaranta espositori non professionisti hanno esposto oggettistica varia, suppellettili, giocattoli, libri, strumenti musicali, fumetti e altro per ridare nuova vita ad oggetti dimenticati nelle proprie case e cantine.

“L’approccio al riuso – spiegano gli organizzatori – abbraccia una politica di riciclo e quindi risparmio dell’ambiente nell’ordine sia dell’inquinamento portato dai rifiuti e dalla produzione di nuovi oggetti, sia un risparmio all’ambiente in ordine di sfruttamento delle risorse”. Un’iniziativa che si inserisce nell’ottica dell’ambizioso progetto “rifiuti zero” avviato dall’Amministrazione comunale.

Gli avventori sono stati numerosi, incuriositi dalla novità cittadina. La prossima edizione che si svolgerà il 31 gennaio 2015.

10112014

4 Commenti

  1. Grazie all’amministrazione che porta avanti il progetto, a chi ha esposto, agli avventori, l’ambiente ringrazia, il centro deve tornare a vivere con queste e molte altre iniziative, Saronno siamo noi, non aspettiamo siano sempre gli altri ad organizzare, proponete idee, presentate progetti, riaccendiamo questo centro un po’ spento.

    • Brava Morena…mi hai tolto le parole di bocca…l’amministrazione dovrebbe permetterlo almeno una volta al mese.

  2. @sarunat: Buongiorno. Non è questione di ‘avere il permesso dall’amministrazione’, ma di organizzazione, di tempo volontario da mettere a disposizione, di tempi tecnici per i manifesti, aggiornamento moduli e sito, di ore di lavoro, preziose, di alcuni dipendenti comunali, di raccordo con i vigli urbani… Non fatela sempre così facile, vedremo. cordiali saluti.

  3. Be’, per farla più facile intanto si sarebbe potuto:

    – avere un numero di telefono cui qualcuno rispondesse a differenza di quello fornito che è stato sempre irraggiungibile
    – avere un indirizzo mail che qualcuno scaricasse anziché quello fornito, che a un certo punto si è riempito perdendo le richieste e chiedendo a noi espositori di rimandarle
    – mettere i cartelli per evitare che le auto parcheggiassero nella piazza il giorno del mercatino, come poi successo, impedendo di segnare gli stalli, per cui abbiamo fatto il mercato dei posti delle bancarelle prima ancora di quello del riuso
    – avere dei referenti certi, cosa che a un certo punto è cambiata creando disorientamento

    L’idea del mercatino è lodevole e ho partecipato volentieri, ma visto che a guidare è l’amministrazione, se ci crede dovrebbe dedicare qualche attenzione e risorsa in più, soprattutto se vuole riproporlo come appuntamento fisso.

    E spero si faccia in centro e non nella piazza del mercato, dove non viene nessuno e mi sembra anche meno utile nell’ottica di vivacizzare la città.

Comments are closed.