lega nord saronno in piazza a Milano stop immigrazione (4)SARONNO – “La Lega Nord di Saronno vuole la certezza della pena: chi delinque devo essere messo in galera e chiediamo che i delinquenti clandestini scontino la pena nei loro paesi d’origine”. Inizia così la nota inviata dalla sezione cittadina del Carroccio per presentare la presentazione di un’interrogazione parlamentare firmata dall’onorevole Paolo Grimoldi, che già qualche settimana fa aveva presentato quella per chiedere chiarimenti sulle scelte della Questura in occasione del corteo del centro sociale contro lo sgombero della palazzina di via Milano

“La Lega Nord di Saronno non vuole farla passare liscia e negli scorsi giorni ha fatto presentare una interrogazione parlamentare da parte dell’on. Paolo Grimoldi per dare voce a tutti i cittadini onesti di Saronno che si stanno domandando sconcertati in merito al vandalo delle gomme che è stato scarcerato subito dopo il primo processo e ha potuto reiterare i propri crimini già la sera stessa dopo il processo per direttissima. Solo a seguito di un secondo arresto e conseguentemente a un secondo processo, il vandalo è stato mandato in galera.

Qualche giorno fa un altro fatto analogo: uno straniero presumibilmente ubriaco si è messo a lanciare bottiglie dal cavalcavia che sovrasta il sottopasso affollato di auto in coda in via Primo Maggio. Stesso copione: processato per direttissima e rilasciato istantaneamente.

Gli onesti cittadini saronnesi, non solo coloro che hanno subito danni, si chiedono sconcertati come sia possibile che un deliquente che abbia tutte le carte per reiterare il proprio crimine, venga scarcerato in brevissimo tempo.

Come sia possibile che il vandalo clandestino abbia dovuto essere arrestato per ben due volte prima di ricevere la giusta pena detentiva e nel frattempo lo stesso abbia potuto continuare indisturbato a delinquere.

Tutti si chiedono come sia possibile che il vandalo condannato, pare, sia clandestino e dello stesso non si conosca neanche l’effettivo e reale nominativo, risultasse libero di poter circolare nelle vie di Saronno a delinquere, anziché essere messo in un apposito centro di identificazione ed espulsione o già rimpatriato.

Abbiamo dato voce alle domande dei cittadini e le abbiamo girato al Ministro dell’Interno e al Ministro della Giustizia e abbiamo chiesto quali iniziative di competenza, anche normative, i Ministri intendano adottare, ognuno secondo le proprie competenze, al fine di impedire che possano accadere fatti similari a quello indicato in premessa in cui, benché fosse preventivabile la reiterazione del delitto, l’algerino clandestino è stato scarcerato il giorno del processo per direttissima e già la sera stessa ha reiterato i propri atti criminali.

Quali iniziative di competenza intendano adottare affinché l’algerino clandestino di cui in premessa sia immediatamente rimpatriato, onde scontare la pena detentiva nel Paese di origine, e se risulti per quale motivo lo stesso non sia stato già precedentemente rimpatriato.

9 Commenti

  1. Domanda: com’è che tutte queste cose non le hanno prese in considerazione quando esprimevano il Ministro dell’Interno, un paio d’altri e sono stati al governo con una delle maggioranze più ampie che la storia della Repubblica ricordi?

    • Ale, ma cosa vai raccontando?
      Ricordati che a detta di tutti i partiti, PD compreso, Maroni è riconosciuto come il miglior Ministro degli Interni della Repubblica.
      Conviene che vai a riguardarti i risultati ottenuti (ai tempi si facevano i respingimenti alle frontiere e si firmavano accordi bilaterali per prendersi i carcerati a scontare la pena nei paesi d’origine, tanto per dire).
      Capisco che la gente ha la memoria corta, ma queste mistificazioni della realtà a proprio uso e consumo lasciale ai vecchi soloni della prima repubblica.

    • Chissà come mai queste cose succedono solo quando ci sono di mezzo persone non elette dal popolo. Che bello sarebbe se i magistrati fossero sottoposti al giudizio popolare e si potesse votarli.

    • Domanda: come mai la sinistra ha voluto eliminare la BOSSI-FINI?
      Meglio prevenire che combattere….

    • Alegalli…. e come al solito ci risiamo con la sua inutile pretestuosa demagogia!!! Sempre a dare responsabilità a chi è stato prima, mai ad attribuirsi colpe del malgoverno di chi c’è adesso: con le sue affermazioni siamo agli sgoccioli della pochezza espressiva, non le pare?

  2. Apprezzo molto l’iniziativa … ma sinceramente ho perso ogni speranza “l’invasore” lentamente, ha oramai compiuto il proprio decorso, e a Noi poveri cittadini onesti, non resta che assitere impotenti senza nenanche un briciolo di sorpresa, dinnanzi a cotanta delinquenza. E’ quello che ci meritiamo? boh!? forse si … in fondo chi ci governa (a tutti i livelli) è stato un giorno eletto da noi, e adesso che ne ha la possibiltà, vive lontano, troppo lontano da certe realtà, in sonni tranquilli di oasi dorate protette e scortate da Polizia o Carabinieri lautamente da noi (sotto)pagati …

  3. tempo perso ragazzi…vi diranno che la magistratura é indipendente. E poi cosí fare incazzare quelli del telos che sono sempre dalla loro parte

Comments are closed.