SARONNO – Vive in auto da mesi, completamente “dimenticato”: i volontari dell’associazione Solidarietà nazionale denunciano il caso di Antonino Scali, 63enne saronnese.

da sinistra, antonino scali e federico russo

“Abbiamo raccolto il grido d’aiuto di Antonino, invalido che da mesi vive in vetture – spiega uno dei volontari, Federico Russo – Lo abbiamo conosciuto durante il presidio di raccolta svolto domenica scorsa al supermercato Unes di viale Prealpi; la sua storia costituisce a tutti gli effetti il classico esempio di italiano dimenticato dalle istituzioni. Ha subito cinque operazioni chirurgiche, e nel suo stato non può sostenere sforzi. E’ due anni senza casa perchè nel 2009 dovette lasciare l’appartamento in via Varese nel quale risiedeva e da quel momento, anno dopo anno, ogni richiesta di un alloggio popolare al Comune di Saronno è stata inascoltata. Può solo contare sporadicamente sulla benevolenza di qualche conoscente ed è costretto a vivere in macchina, che costituisce la sua unica proprietà”.

Solidarietà nazionale gli ha consegnato un pacco di generi di prima necessità,“con l’impegno – dice Russo – di monitorare quotidianamente la situazione. Inoltre ci rendiamo portavoce del suo impellente bisogno di un alloggio popolare: ci rivolgiamo al Comune di Saronno, ricordando ad esempio che lo stabile comunale di via Stra Favia ha da anni tre monolocali sfitti; ed ai Comuni vicini, da Turate, a Gerenzano, Rovello Porro, Caronno Pertusella, Origgio, Ceriano Laghetto e Solaro. Una nazione che ignora le difficoltà dei propri figli non ha futuro! Invitiamo chiunque volesse aiutarlo a contattarci all’email [email protected]”.

Solo qualche giorno fa l’Amministrazione comunale aveva, con l’assessore Valeria Valloni, rimarcato le difficoltà di aiutare famiglie e soggetti in difficoltà a fronte dei rigidi meccanismi previsti per lo sfratto e per l’assegnazione di case popolari e soprattutto per l carenza di abitazioni disponibili.

14112014

8 Commenti

  1. Triste sentire queste storie!
    Mi chiedo: questo Signore non ha priorita’ in graduatoria? Nella sua vita avra’ anche contribuito a pagare tasse.
    Forse non ha diritto PERCHE’ E’ ITALIANO.
    E’ una vergogna e poi si sa che ad altri (stranieri)gli vengono dati aiuti .
    Una vergogna!

  2. Fatta la passeggiatina in bicicletta? Notato niente? ….anche qui, Valeria, tutto a posto?

  3. Sicuramente una storia triste ma se oggi affitti a una persona NON assicurata ti da tre mesi di cauzione e poi la mentieni tu per due anni, perchè questo è il tempo dello sfratto per morosità.
    Non so se sia il caso di questa persona ma io sto vivendo una situazione così.
    Senza importanti garanzie o fidejussioni meglio tenere sfitto

  4. LUCIANO pensaci tu, dai uno smacco a tutti comune in primis e dimostra cosa sai fare ( non sbagliate LUCIANO )

Comments are closed.