SARONNO – Riecco i posteggi in via Monte Grappa: erano svaniti, una decina, durante le contestate opere di revisione della viabilità locale ad inizio settembre, quando con un “blitz” era stata completamente rivoluzionato il transito nella zona. Adesso qualche posto auto è “tornato”; dove era stato segnalato il divieto di sosta, creando tanti malumori fra i residenti, e cioè verso l’incrocio con via Bainsizza, sono state ridisegnate le linee bianche per la sosta delle vetture.

02092014 nuovi sensi unici via Monte Grappa via Bainsizza (6)

Lo aveva chiesto il comitato rionale nato il giorno stesso delle modifiche viabilistiche, per protestare. In vista resta un incontro con l’assessore comunale alla Viabilità, Roberto Barin, per discutere il da farsi in prospettiva. In zona restano i malumori, per un intervento, aveva denunciato il comitato,”attuato senza consultare i cittadini interessati”. Il Comune due mesi fa aveva disposto la trasformazione dell’intera via Monte Grappa e di via Bainsizza in senso unico, creando un passaggio obbligato attraverso le due vie per connettersi con via Don Monza, a questo punto unico “sbocco” verso il centro cittadino.

(foto: una immagine degli interventi attuati a settembre)

15112014

2 Commenti

  1. Quante volte sono stati fatti e rifatti i lavori in quella zona?
    Quanti soldi sono stati spesi inutilmente?

  2. Assurdo. Il parcheggio resta vietato dove di fianco c’è solo un campo che la proprietà lascia per la maggior parte dell’anno in stato di abbandono totale con piante di Ambrosia alte anche sino ad un metro e più.
    Invece di sistemare il marciapiede (che già c’era) sul lato dei numeri pari dopo la carrozzeria e fino a via Bainsizza.
    Una mattina di qualche giorno fa gli operai eliminano il marciapiede, asfaltano “molto male” il bordo strada senza tombini e ripristinano i parcheggi cancellando le zebre bianche davanti alle villette, ma non di fianco al capannone dove non c’era il marciapiede ma solo delle piccole aiuole piene di erbacce e lattine di birra (acquistate all’eurospin ed) abbandonate da immigrati che la sera fanno baldoria di fianco all’area per i cani (anche se una ordinanza comunale vieta consumo di cibi e bevande). Solo per mantenere quella riga bianca che sostituisce un vero marciapiede.
    Quando si è intervenuti la prima volta bastava sistemare il VERO marciapiede senza farne uno finto dalla parte opposta e ci sarebbe stato tutto lo spazio in larghezza per i parcheggi.
    Assurdo poi che il senso unico sia verso via Bainsizza e non il contrario, i camion non riescono ad entrare da via Marconi e si costringono i residenti a fare il giro dell’oca (un Km in più inquinando ed intasando via Marconi) per accedere alle loro abitazioni. Tutto da rifare.

    Ivano

Comments are closed.