08102014 sgombero case aler matteotti (5)SARONNO – “Il ministro Alfano ha ragione quando dice che nelle case popolari devono starci coloro che ne hanno diritto, e che gli abusivi vanno sgomberati”.

A parlare l’europarlamentare saronnese Lara Comi di Forza Italia, alla luce degli sgomberi di casa occupate in questi giorni a Milano.

Bene anche che si proceda con decisione al ripristino della legalità, anche con strumenti normativi più efficaci. E bene anche il richiamo ai sindaci: facciano la loro parte con una presa in carico più efficace delle situazioni di disagio sociale. Qui però c’è il punto debole dell’azione di Governo, da un doppio punto di vista: anzitutto perché il Governo continua a fare tagli lineari che incidono proprio sul welfare degli Enti locali. Poi perché molte Amministrazioni di sinistra, in teoria alleate politiche del governo, mantengono un atteggiamento lassista, ambiguo e complice con gli abusivi, con chi occupa, con chi viola la legge. A Saronno sono anni che tento di far rispettare la legge con gli abusivi del centro sociale Telos che si sono impadroniti di diversi spazi pubblici. Il sindaco saronnese Luciano Porro in alcuni casi si è disinteressato, in altri è arrivato in modo tardivo. Del resto alcuni esponenti di sinistra sostengono da sempre l’idea che occupare abusivamente non sia reato e che la casa è di chi la occupa.

(foto: un recente sgombero abitativo a Saronno)

18112014

15 Commenti

  1. Probabilmente l’on. Comi esprime dichiarazioni con il solo ausilio di una ricerca su google. In un servizio televisivo di ieri sera e’ stata descritta un’azione di sgombero di un appartamento comunale a Milano occupato da una donna italiana con un bambino e una passante intervistata ha affermato: ” con tutte le case che danno agli stranieri vanno a sfrattare una madre italiana?” In ambito di occupazioni non si puo’ fare di ogni erba un fascio: OK le azioni punitive nei confronti di chi lucra sulle occupazioni con l’obbiettivo di creare privati presidi di espressione, dei rom e delinquenti stranieri che occupano le case ai pensionati ( qualche giorno fa un romano si e’ preso due proiettili per essersi opposto all’occupazione dell’appartamento a lui assegnato) Ma ci sono tanti altri casi di ITALIANI ( quindi anche connazionali della Comi) impoveriti dalla crisi, tartassati, umiliati da uno stato miope che hanno imboccato la via dell’occupazione come “extrema ratio” per riacquistare il proprio diritto alla casa. Probabilmente l’On Comi non si e’ mai vista negare la casa popolare con la motivazione: “gli immigrati hanno piu’ bisogno” non ha mai vissuto con meno di 10 euro al giorno vedendo i clandestini mantenuti e premiati dallo stato e probabilmente non si e’ mai accorta che da diversi anni la Regione Lombardia (quindi anche grazie al suo partito) ha varato un regolamento Aler che concede gli alloggi, nonostante la richiesta interna sia tutt’altro che soddisfatta, anche a europei (rumeni, bulgari…) e anche ad extracomunitari dotati della carta di soggiorno. Per anni la politica ha giocato sulle spalle degli italiani ora chi intende esentarsi dalle proprie responsabilita’ non’e’ altro che complice!

    • RUSSO te le canti e te la suoni : conosci Comi di nome ma non la sua storia … pertanto taci fai una figura migliore #eroe

    • Probabilmente Russo esprime dichiarazioni senza il conforto del buonsenso ben diverso dal senso comune e neppure con l’ ausilio di una ricerca su google.

      1) Saprà Russo che in ITALIA ci sono norme che indicano che l’occupazione abusiva è ILLEGALE e che il nuovo Decreto legge 28 marzo 2014, n. 47 convertito in Legge 23 maggio 2014, n. 80, all’art. 5 stabilisce:”Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l’allacciamento a pubblici servizi in relazione all’immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge”.

      2) NON c’è occupazione abusiva legale e una meno legale a seconda del colore della pelle dell’occupante, della nazionalità o del credo religioso : occupare abusivamente è ILLEGALE per tutti .Punto

      3)Se, Russo, ritiene accettabile l’occupazione abusiva di mamma con bimbo perché italiana, come non dovrebbe, per coerenza, non condividere l’occupazione di un appartamento Aler in via Inganni zona Lorenteggio della magrebina mamma di una bimba di tre anni
      Russo ha uno strano modo d’intendere la legalità: un elastico che si tira o si allenta a convenienza, a pelle.

      4) L’abusivismo è inoltre offensivo verso chi ha pieno titolo ad avere una casa in assegnazione, verso chi ha l’unica colpa di rispettare le regole, verso chi vede i propri diritti violati, calpestati.
      Rispetto, rispetto delle leggi…rispetto dei diritti delle persone oneste

      5-Quanto costa un appartamento popolare sul mercato nero? Il business-mercato nero degli alloggi pubblici da chi e come è gestito ?

    • RUSSO: FORZA NUOVA

      LA LEGGE E’ LEGGE :DEVE VALERE PER TUTTI.!!!!!

      COME DEFINERESTI UNA LEGGE NON APPLICABILE PER GLI ITALIANI MA AGIBILE PER CHI HA COLORE DI PELLE DIVERSA (magari italiano di prima generazione )

      Uno stato DI DIRITTO DEVE ESSERE GARANTE PER TUTTI I SUOI CITTADINI … TUTTI …

    • Bravissima Comi : coerente e informata .

      La tattica usata è quella di utilizzare donne incinte e con figli piccoli al seguito da lasciare negli appartamenti occupati, in attesa dell’arrivo dei veri inquilini abusivi. La storia di Vera , che si presenta con i figli piccoli e ha all’attivo dodici case conquistate…

      Quindi chi dice ok alle occupazionia abusive solo se fatte da italiani …. avvalla un illecito come un vergognoso raket

    • FORZA NUOVA disconsoce l’art 3 della costituzione
      Art. 3.
      Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
      È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

    • FORZA NUOVA disconosce
      Art. 3.della costituzione ?

      Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
      È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

    • Se non ci fosse stata Comi – fatti documentati – oggi gli sgomberi sarebbero ancora utopia ….

  2. Comi basta parole, fatti, ci vogliono fatti e allearsi con Librandi e’ una macchia indelebile.

    • AHHH RUSSO -FORZA NUOVA

      ART 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA
      Art. 3.
      Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
      È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

    • Se non cvi fosse stata Comi il sindaco in merito agli sgamberi starebbe ancora facendo un sonno profondo : FATTI

      Il cdx saronnese- da FI a UI etc … propone che siano i cittadini a sceglire il candidato sindaco : questa è dimocrazia …o no?

    • PROPOSTA DI Librandi e Comi: “Saronnesi, scegliamo insieme il candidato sindaco” CDX SARONNESE

      “In vista delle prossime elezioni amministrative e’ stato attivato a Saronno il sito http://www.micandidoasaronno.it
      Il sito, nato su iniziativa degli onorevoli Gianfranco Librandi, segretario di Unione Italiana, e Lara Comi, europarlamentare di Forza Italia, entrambi saronnesi, intende mettere a disposizione dei concittadini uno strumento che permetta loro di partecipare in prima persona alla scelta del candidato sindaco del centrodestra ed alla successiva stesura del programma elettorale .

      Il progetto si articola sostanzialmente in due fasi : nella prima , che terminerà a metà gennaio , i saronnesi, attraverso la compilazione della scheda riportata nella sezione “ Scegli il tuo candidato sindaco” , avranno la possibilità di segnalare persone che ritengono idonee a rivestire il ruolo di candidato sindaco del centrodestra, oltre che di proporre idee, spunti e suggerimenti per il prossimo programma elettorale.

      Al termine della prima fase, le persone segnalate che avranno accettato saranno invitate ad una serata pubblica, dove avranno la possibilità di farsi conoscere e di comunicare ai cittadini presenti le loro idee, i loro progetti, le loro intenzioni.

      Il curriculum ed una breve presentazione a cura di ogni candidato sarà successivamente pubblicata nel sito ed i saronnesi, attraverso un voto, avranno la possibilità di esprimere la loro preferenza su quello che dovrà essere il candidato sindaco.

      “Con questa iniziativa – sostengono Comi e LIbrandi – abbiamo voluto sottolineare le nostre comuni radici e la condivisa volontà di riportare Saronno al ruolo che merita, lasciando da parte il poco che ci divide ed enfatizzando il tanto che ci unisce. Faremo fronte comune per riportare nella nostra città legalità e sicurezza, per aiutare le famiglie, soprattutto le più bisognose, per sostenere il lavoro, le imprese ed il commercio, per ridare voce al mondo dell’associazionismo, per investire sulla scuola, sulla cultura e sullo sport , per tornare ad amministrare questa città con impegno, competenza ed umiltà , tenendo i piedi saldamente per terra , agendo con buon senso e concretezza e mettendo davanti a tutto il benessere della collettività ”

      ” Abbiamo voluto dare il via ad percorso partecipato e trasparente, dove ognuno potrà esprimere le sue idee e le sue preferenze – proseguono Librandi e Comi – che ci porterà in modo condiviso a scegliere il candidato sindaco del centrodestra perché Saronno, dopo i fallimenti dell’Amministrazione Porro, possa davvero rinascere ”

      ” Invitiamo allora i saronnesi – concludono i due onorevoli – a dare il loro contributo a questo progetto di rinascita della città , partecipando alla scelta del candidato sindaco ed alla stesura del programma elettorale attraverso http://www.micandidoasaronno.it

      18112014

    • Se non ci fosse stata Comi – fatti documentati – oggi gli sgomberi sarebbero ancora utopia …e tu Anonimo dove stato e che hai fatto

      • E in merito all’alleanza con Librandi, che dici ?
        Si, proprio quel Librandi che ha detto peste e corna di Berlusconi !

  3. Sara giudici perfetto che esistano commenti simili dove i dipendenti postano arrticoli promozionali su qualcuno ? Un commento non è questo

Comments are closed.