SARONNO – “Chiusura dell’ufficio del giudice di pace, un errore che pagheranno i cittadini, sulle loro spalle“: Giuseppe Anselmo e Marco Franchi del direttivo di Forza Italia hanno seguito da vicino le recenti “peripezie” dell’ufficio giudiziario saronnese, per le quali è ora giunta la parola “fine” con l’annunciato trasferimento a Gallarate.

2014-10-24 10.24.05

“Siamo stati al palazzo di giustizia, abbiamo avuto modo di confrontarci con addetti ai lavori, ma anche semplici cittadini e di avere un informale colloquio con il coordinatore dei giudici, Erminio Venuto, il primo ad essere sorpreso per la scelta dell’Amministrazione saronnese di centrosinistra, che prima ha garantito le risorse per tenere aperto l’ufficio e poi ha cambiato idea – riepilogano Anselmo e Franchi – Come tutti siamo sconcertati. Il Comune di Saronno ha sbagliato tutto, ad iniziare dall’approccio con gli altri Comuni del circondario, che avrebbero dovuto e potuto contribuire. Ancora una volta Saronno non perde l’occasione di perdere un importante servizio pubblico e di perdere la propria “centralità” con il circondario”. Per gli esponenti forzisti è mancata “serietà da parte dell’Amministrazione civica, che ha cambiato idea troppe volte mentre sui costi non è stata ancora fatta chiarezza, ed i numeri divergono. E quanti mesi sono stati pagati per niente i dipendenti comunali che avrebbero dovuto fare servizio al palazzo di giustizia, e che per questo avevano seguito gli appositi corsi?”

19112014

1 commento

  1. invece ha fatto bene il sindaco. perchè saronno si deve sobbarcare un onere superiore e di molto agli altri comuni?

Comments are closed.