francesco bosoSARONNO – Gli automobilisti troveranno sotto l’albero un posto auto subito disponibile e tutta la tranquillità di fare acquisti senza dover correre per la paura di prendere la multa: non è una magia di Natale ma il regalo di Natale, in anticipo, che i commercianti saronnesi vogliono fare ai propri clienti. In questi giorni sta entrando nella fase finale l’iniziativa proposta dalle attività commerciali e l’autosilo di via Milano che permetterà ai negozianti di “regalare”, a fronte di acquisti per almeno 30 euro, ai propri clienti un’ora di sosta.

L’idea per risolvere il cronico problema della carenza di posteggi, che si acuisce durante le feste, attraverso la valorizzazione dell’autosilo di via Milano, a pochi passi dal centro storico con oltre 400 posti auto, è venuta a Francesco Boso titolare dello storico negozio di borse e valige “La Triestina” in via San Cristoforo.

“Chi arriva a fare acquisti a Saronno ha tre difficoltà da affrontare: le code alle porte della città, la ricerca del posteggio e la paura di essere multato per disco orario o “Gratta e sosta” scaduto se si ritarda. Tutto risolvibile con la nostra iniziativa”.

La proposta è semplice: l’autosilo di via Milano si sta dotando di una gettoniera che premette di pagare la sosta con i gettoni che i commercianti metteranno a disposizione dei clienti. Un gettone garantirà un’ora di parcheggio e sarà regalato a chi effettuerà uno e più acquisti del valore di almeno 30 euro. La promozione dovrebbe essere operativa dai primi di dicembre fino a fine anno: ”Sarà un importante banco di prova e se darà i risultati che speriamo la riproporremo regolarmente”.

“Stiamo perfezionando gli ultimi dettagli anche con l’Ascom e l’Amministrazione comunale così ad inserirla a pieno nel contesto del distretto del commercio – chiarisce Boso – ma quel che è certo è l’impegno e la determinazione con cui i commercianti e i gestori nell’autosilo si sono dedicati a questo progetto”. Non a caso sono già moltissime, e dei settori più diversi, le attività che hanno aderito al progetto iniziando a prenotare i gettoni: “In questa sperimentazione c’è un investimento dell’autosilo ma anche dei commercianti. L’abbiamo fatto perchè siamo convinti dei ritorni positivi dell’operazione e anche della potenzialità del centro di Saronno”. 

25112014

21 Commenti

  1. Un plauso all’iniziativa, anche se l’amaro in bocca resta al pensiero che la stessa operazione avrebbe potuto metterla in campo direttamente la Porro & Co. (-1) consentendo il parcheggio gratuito negli stalli a pagamento per un’ora oltre l’orario di scadenza del tagliando. Ma ormai si sa che questa Amministrazione non ha mai avuto a cuore il commercio del centro e anche quell’euro in più serve a far cassa: …….piugiàtt!!!!!!

  2. ottima idea concreta….queste iniziative dovrebbero pero’ venire da l’Assessore.

  3. Complimenti per l’iniziativa. Mi associo ai precedenti: è tragico che non sia partita dall’amministrazione. E’ evidente che a Porro & Co. non frega nulla che la città stia commercialmente morendo: meglio la grande distribuzione dei paesi limitrofi, a morirte la piccola distriubuzione di qualità, lontanissima dalla ideologia di sinistra

  4. 1 euro (o poco più) di sconto su un minimo di 30 euro di acquisto è un buon affare per chi vende

  5. Dall’autosilo al corso italia in un’ora si ha il tempo di vedere, forse, un solo negozio…ma soprattutto, nel caso del negozio “triestina”, con il sistema che hanno adottato di seguire la clientela con i numeri, in un’ora non si conclude niente.
    Non mi sembra un’iniziativa a favore dei cittadini, è più uno specchio per le allodole….spendi 30 euro per avere un parcheggio “gratis”!

    • I commercianti fanno quello che possono.
      Devono confrontarsi con la concorrenza dei centri commerciali nelle vicinanze e non è per niente facile.

      • Ci mancherebbe, la mia non voleva essere una polemica nei confronti dei commercianti….”piutost che nient l’è mei piutost”….il rammarico è che l’amministrazione non sta facendo nulla per incentivare le persone ad accedere al centro di Saronno! E’ sempre più morto!

    • In effetti la Sig.ra Paola ha pienamente ragione. Forse meglio l’iniziativa di prolungare la sosta pagata gratuitamente di un ora.

  6. In un’ora si fa in tempo a fare molto poco, ma è comunque un’iniziativa che parte dai commercianti che stanno cercando di organizzarsi come possono.
    Sul fatto che l’iniziativa non parta dall’Amministrazione… la Porro&Associati ha in mente solo le biciclette e ha sempre messo in atto politiche di “ostilità” alle auto, figuriamoci se gliene frega qualcosa di aiutare i commercianti del centro !

  7. sicuramente è un incentivo per i commercianti, però è anche vero che se ci si reca in centro per una precisa commissione da sbrigare, si sa se si raggiungeranno o meno i 30euro di spesa, e a quel punto ben venga l’ora di sosta gratis!
    personalmente la trovo una bella iniziativa e sono d’accordo che sarebbe dovuta partire dall’amministrazione (e lo dico da persona che abita vicina al centro, andandoci sempre a piedi salvo casi particolarissimi. parlo quindi in modo totalmente disinteressato).

  8. Tra poco il mandato di questa amministrazione scadrà, se negli anni non è mai stata pensata, perché dovrebbero averci pensato ora che sono super [email protected]@@@@ti…..
    Acquisti per 30 euro in un negozio di Saronno sono come 15-20 euro in un centro commerciale.
    Per il resto mi associo agli altri commenti

    • pensare che nei CC si risparmia sempre é falso, anzi spesso di spende di piú. PS: non sono un commerciante

    • Mi faccia capire: secondo lei i prezzi nei centri commerciali sono mediamente il 50% in meno degli esercizi cittadini? Può darsi siano più bassi ma non certo la metà…

    • I prezzi dei centri commerciali sono mediamente e “fisiologicamente” più bassi di quelli degli esercizi cittadini.
      Stabilire con precisione di quanto è difficile, ma di sicuro se si spende di più è un’eccezione, non la regola.
      Oltre a questo nei centri commerciali si possono trovare negozi di svariate tipologie concentrati in poco spazio (supermercato, elettronica/telefonia, abbigliamento, articoli sportivi, libreria, fast food/ristoranti, farmacia, ma anche dentista, parrucchiere ecc), senza contare gli orari di apertura fino a tardi e il parcheggio gratuito.

  9. allora, tanti fanno chiacchiere sul libero mercato: uno deve stare sul mercato se è capace, è più economico, se la gente va nei centri commerciali ci sarà bene qualche motivo. Chiedersi chi caso mai non ha voluto l’insediamento di un centro commerciale sull’intera area saronnese, per rastrellare i voti tra i commercianti, e così c’è chi va a Limbiate, a Rescaldina, a Bollate, a Gerenzano….direi la maggioranza (e la scemata del marketing territoriale dove è finita?).
    Non basta certo i parcheggi gratuiti o l’eurino di sconto

  10. L’assessore Barin alla mobilità è troppo impegnato con le piste ciclabili ed a fare, cancellare e rifare, sempre a spese nostre, sensi unici e parcheggi riuscendo a realizzare anche i sensi unici a doppio senso.
    Un piano parcheggi non è riuscito a proporlo in questa amministrazione ma sta già pensando di farlo alla prossima????

  11. I prezzi nei centri sono più bassi e la scelta è infinitamente maggiore, quindi cari commercianti fatevi un esamino prima di sparare sentenze

  12. Nei centri commerciali vendono tutte cianfrusaglie Cinesi ! E a prezzi cari per la qualità che hanno. Non si può fare paragoni con i negozi che a parità di prodotto risultano addirittura più economici . I centri comm. vendono a prezzo di listino, i negozianti un po’ di sconto lo fanno sempre.
    P.s. Non sono un commerciante.
    Riguardo la Porro & co. Ovviamente non ho parole.

    • Veramente i centri commerciali e i negozi vendono la stessa merce prodotta negli stessi posti 🙂
      E i centri commerciali spesso hanno prezzi di listino più bassi o fanno sconti / promozioni, come è normale considerando che lavorano su grandi volumi.
      Non a caso i piccoli negozianti sono in difficoltà a causa dei centri commerciali perchè ovviamente faticano a reggere la concorrenza.

Comments are closed.