IMAG2715 SARONNO – Con un comunicato interno affisso giovedì pomeriggio sulle bacheche del palazzo comunale l’Amministrazione comunale ha annunciato l’annullamento dell’intervento di sanificazione della rete idrica del palazzo comunale.

“Ieri mi sono incontrato con i responsabili dell’Asl e della Saronno Servizi – ha spiegato il primo cittadino – che hanno effettuato ulteriori rilievi in sei punti della rete. Non è stata trovata traccia della contaminazione. Così visto che non ci sono rischi per la salute abbiamo deciso di non realizzare l’intervento di sanificazione. Del resto la stessa azienda che doveva eseguire l’operazione ci aveva detto che sarebbe stato sufficiente far scorrere l’acqua per 4 ore”.

Il primo cittadino comunque rassicura i dipendenti e i cittadini: “Non c’entra quanto accaduto lo scorso 8 novembre (quando vennero chiusi i pozzi per effettuare una riparazioni in via Bossi lasciando l’intera città senza acqua ndr) sono stati fatti controlli in tutta la città e il problema dei coliformi è stato riscontrato solo in Municipio dove hanno raggiunto valore uno ad un primo rilievo. Quando sono stati rifatti i controlli una settimana dopo erano comunque inferiori a 4 ma per sicurezza abbiamo deciso con l’Asl di revocare la potabilità. Gli ultimi controlli sono stati fatti all’esterno e all’interno della rete idrica municipale hanno dato esito negato. L’acqua si è ripulita da sola”.

Porro comunque ha deciso di fare chiarezza: “Le cause di questa contaminazione probabilmente non si sapranno mai perché non è così semplice capire cosa abbia provocato questo problema ma ho chiesto ad Asl di preparare una dettaglia relazione sull’accaduto” E sottolinea: “Voglio ribadirlo come uomo e come medico le concentrazioni riscontrate non erano mai tali da provocare alcuni tipo di malessere”.

Il sindaco conclude togliendosi qualche sassolino dalle scarpe: “Trovo imbarazzante che qualcuno abbiamo voluto buttare fango addosso all’Amministrazione anche per questa vicenda. Attaccandosi persino ai cartelli non firmati”.

05122014

14 Commenti

    • ….anche a casa mia sarà avvenuto il MIRACOLO DELL’ACQUA!!???
      Sto sereno con scorte di minerale!!!
      Una sola considerazione: se l’affermazione l’avessi fatta io, semplice cittadino, sarei stato sicuramente denunciato per procurato allarme, ma se l’affermazione a mezzo stampa la fa l’esimio dott prof pluri ass …l’acqua lava tanto poi il vento asciuga?
      MIRACOLO!!! dell’acqua e della giustizia!!! le campane suonino a festa: due miracoli son meglio di uno! 🙂

  1. Quindi i coliformi fecali prima compaiono dal nulla, quadruplicano per poi volatilizzarsi. Fantastico. Un assessore dice che il tutto era dovuto ai lavori di via Bossi, il sindaco stronca questa versione è chi rimbrotta? Gli unici che chiedevano chiarezza.
    Prima di leggere pensavo di averle sentite tutte, e invece…

  2. Che acqua pulitona che si lava da sola!
    Ma che l’acqua si lavasse forse è proprio una sola!

  3. A questo punto mi aspetto la moltiplicazione dei pani e dei pesci. Quella delle tasse lìha già fatta.

  4. Ma dai ! E ‘ probabile, in effetti era l’ acqua che era in circolo dopo la rottura delle tubature.
    Peccato che non succeda la stessa cosa con i malavitosi che circolano! Perché circolano poco , nel senso che restano restano restano in zona Saronno !,

    • Ovvio: acqua che circola per tre settimane e si presenta solo nei rubinetti del comune (non in quelli delle case private) e perciò viene dichiarata non potabile… solo in comune.
      Batteri che vivono tre settimane e spariscono in una notte.
      È proprio logico quel che sostiene caro Marco!

    • Sui malavitosi che circolano a Saronno concordo con lei. Se nessuno fa niente, quelli continueranno a circolare e moltiplicarsi.
      Sull’acqua invece concordo con Trilly, mi pare insolito che la contaminazione abbia interessato i soli rubinetti del Comune.

  5. E con questa vicenda l’Amministrazione ha ultimato la missione di coprirsi di ridicolo.

  6. Scusate, da profano del settore,ma alla prima analisi positiva, non era meglio da subito diramare qualche messaggio chiaro e dichiarare da subito l’acqua non potabile ???
    A fronte poi di ulteriori controlli l’amministrazione poteva confermare o meno la portabilità dell’acqua.
    Non aspettare una settimana da un’analisi all’altra .
    Non tutte le persone sono “sane” magari , oltre ad alcuni dipendenti, anche avventori esterni “delicati” fisicamente possono aver usufruito dell’acqua municipale, ignari di un’inquinamento di una sostanza di vitale importanza.
    Domanda:a chi dire grazie di ciò ???
    Non si devono mai strumentalizzare le cose , ma attenersi ai fatti. Chissà quanta altra “cosa” dovremo digerire.
    Non strumentalizziamo, ripeto , ma ricordiamoci di quanto sta accadendo, non adesso, magari ricordiamocene a Marzo …
    Buona serata.
    Tex Willer

  7. Tutta questa storia sa di presa in giro.

    Dapprima la sanificazione era prevista per giovedì, ma viene posticipata a venerdì perché: “Dalla Amministrazione spiegano che l’azienda incaricata dell’intervento ha chiesto di posticipare l’intervento” il giorno dopo, e, guarda il caso, proprio tra giovedì e venerdì, i batteri se la sono data a gambe levate svanendo nel nulla!

    Ma poi se gli esperti della ditta avevano detto che era sufficiente far scorrere l’acqua che senso aveva chiedere anche un intervento di sanificazione?

    (A questo punto sarebbe bello sapere anche il nome della ditta sanificatrice ma a questo punto, della quanto mai nebulosa vicenda, c’è da supporre che non sia mai esistita).

    Leggendo il comunicato del rinvio era quasi facile “prevedere” quello che è poi successo.

  8. Questa storia ha tanto il volto di uno scherzo di cattivo gusto nei confronti dei dipendenti che per qualche giorno non hanno potuto bere il caffe della macchinette.

  9. MIRACOLO ! istituiamo SUBITO una festa per tutti gli anni a venire – titolo SCONFITTO IL FECALE

Comments are closed.