SARONNO – Grappa e cioccolato, una particolare degustazione nel segno di Slow food, durante la “Cena dell’alleanza tra i cuochi italiano e Slow food” svoltasi da Scibui.

A guidarla è stato Mattia Marzadro dell’omonima azienda di distillati del Trentino, con Valeria Feggi, brand ambassador di Domori.

“Come azienda abbiamo 65 anni. Venne fondata da una donna, la sorella di mio nonno – ha ricordato Marzadro – Oggi oltre alla mia famiglia siamo in sessanta!” E’ stato lui a presentare alcuni dei distillati prodotti nella bellissima struttura di Nogaredo, una delle poche di questo genere ad offrire tour, visite e degustazioni. Marzadro ha portato a Saronno alcune delle sue specialità, dalla grappa stravecchia a quella di Amarone, da “Espressioni di Acacia” a quella di di Gewürztraminer. Che Feggi ha insegnato ad apprezzare con il cioccolato, dal Lattesal al Teyuna, dal Chuao al Criollo, raccontando anche la suggestiva storia della Domori,”nata dalla passione dello studente torinese Gianluca Franzoni che in Venezuela visitò una piantagione cacao e si innamorò del cacao criollo, una “briciola” sul totale della produzione mondiale ma considerato il più pregiato del mondo. Da allora l’dea di un progetto filiera, a livello pionieristico. Ora seguiamo tutto, dalla selezione clonale delle piante alla tavoletta di cioccolato che i clienti possono gustare”.

11122014