SARONNO – Attimi di tensione stamattina in piazza De Gasperi dove uno straniero si è spogliato e per evitare di essere fermato dalle forze dell’ordine si è ripetutamente ferito con una lametta. La presenza dell’extracomunitario mezzo nudo che urlava a pochi passi da corso Italia ha attirato sul posto decine di persone anche se l’emergenza è stata risolta in pochi minuti dai carabinieri che hanno immobilizzato l’esagitato.

Al momento le informazioni sulla vicenda sono ancora frammentarie ma, secondo alcuni testimoni, sembrerebbe che tutto sia iniziato con un furto al supermercato Carrefour di piazza Libertà. Lo straniero, un 33enne, avrebbe tentato di dileguarsi salvo essere bloccato dalle forze dell’ordine in piazza De Gasperi. Qui ha cercato di opporsi al fermo: si è spogliato e quindi ha iniziato a ferirsi con una lametta. Sul posto sono subito accorse diverse pattuglie dei carabinieri e della polizia locale. Le urla dello straniero hanno richiamato sul posto molti saronnesi impegnati nello shopping ma anche i dipendenti di alcuni istituti di credito che hanno sede nella zona.

L’emergenza è durata pochi minuti perchè i carabinieri sono presto riusciti a bloccare l’uomo. Sul posto anche un’ambulanza della Croce Rossa di Saronno anche se il 33enne non è stato accompagnato all’ospedale dal mezzo del pronto intervento sanitario.

Foto scattate dal nostro lettore Fabio

 

12122014

15 Commenti

  1. Speriamo che gli venga almeno il raffreddore… Anzi meglio di no, che poi tocca pagargli le cure e magari un bel ricovero prima che ci dicano che siamo razzisti…

  2. Fuori dalla Italia questi delinquenti basta soccorrere i barconi! Rimandateli a casa loro!

  3. L’aspetto più inquietante è che questi girano con una lametta a portata di mano . E non aggiungo altro.

    • Signora ha perfettamente ragione. Già questa gente è pericolosa di suo, se gira con lamette addosso lo è ancora di più.

  4. Era presente anche Silighini sul posto con i carabinieri a controllare la situazione o sbaglio ?

  5. Non riesco a capire perchè quando qualcuno (come me) si permette di criticare, magari con ironia, ma senza termini offensivi, il sig Silighini viene bannato e quando qualcun’ altro…(tipo lo pseudouomo stefano di sopra) fa battute, viene pubblicato

  6. Purtroppo questi individui vanno rispediti al proprio paese e non devono + rientrare in Italia…certezza della pena!!

  7. angelo .. a parte che stefano è il mio nome, non uno pseudonimo 🙂 buona giornata, anzi, serata!

  8. e se questo tizio anzichè usare le lamette contro sè stesso le avesse usate contro altre persone ?

Comments are closed.