futura casa della solidarietà (1)SARONNO – “La delibera è all’ordine del giorno del consiglio comunale perchè all’Amministrazione era arrivato un documento, firmato da delegati Fondazione e Comitato, che annunciava l’accordo raggiunto. Ora pare che ci sia qualcuno che non sia d’accordo. Abbiamo deciso di incontrarlo oggi ma il punto all’ordine del giorno resta”.

Queste le parole del sindaco Luciano Porro che segnano una nuova puntata della sempre più complessa la vicenda della Casa della Solidarietà il progetto della Fondazione Eurojersey che vuole trasformare l’ex Bnl di via Piave nella sede di diverse associazioni, dalla Caritas alla Croce Rossa, con l’aggiunta di servizi già presenti in città dalla mensa dei poveri al servizio docce.

Contro il progetto si è mobilitato il quartiere che ha raccolto oltre 400 firme in due diverse petizioni per chiedere chiarezza sui contenuti del progetto e soprattutto per chiedere di essere coinvolto nelle decisioni sul futuro della palazzina. Richieste che l’Amministrazione ha condiviso rinviando la delibera sul cambio di destinazione della palazzina fino a quando non ci fosse stato un accordo tra le parti.

A poche ore dal consiglio comunale è arrivata una nota del Comitato che critica la mancanza di impegni precisi da parte della Fondazione ma anche del Comune su alcune richieste precise fatte all’Amministrazione, come il ritorno del vigile di quartiere.

17122014

1 commento

Comments are closed.