06112014 casa della solidarietà incontro pubblico (5)SARONNO – A seguito ad un’espressa richiesta dei cittadini, il sindaco Luciano Porro insieme al vicesindaco Valeria Valioni e all’assessore al pianificazione e governo del territorio Giuseppe Campilongo hanno ricevuto oggi in municipio i rappresentanti del Comitato Aquilone per fare il punto sull’insediamento della Casa di Marta in vista del consiglio comunale di questa sera.

Inizia così la nota, che riportiamo integralmente, inviata dall’Amministrazione comunale.

I rappresentanti del comitato hanno preso atto dei contenuti che verranno posti all’attenzione del consiglio comunale essendo stata inserito in delibera e nella convenzione quanto relativo al provvedimento urbanistico in discussione.

L’Amministrazione Comunale ha assunto con i cittadini ulteriori impegni così sintetizzabili:

– Garantire con l’ordinaria attività della polizia locale la vigilanza dell’area circostante la struttura, programmando tali interventi in funzione delle criticità evidenziate in ordine alla sicurezza, alla quiete pubblica e al decoro urbano.

– Verificare in fase di provvedimento abilitativo alla realizzazione delle opere la congruità degli accessi e della recinzione previsti rispetto agli accordi già raggiunti tra Fondazione e Comitato

– Valutare tra le priorità dei prossimi lavori pubblici la riqualificazione dell’area sportivo-ricreativa di via Petrarca in sinergia e collaborazione con i residenti

– Valutare tramite gli uffici comunali competenti eventuali interventi sulla viabilità locale che dovessero rendersi necessari per garantire condizioni di sicurezza alla viabilità stessa

L’Amministrazione Comunale condivide inoltre l’auspicio che trovi attuazione tempestiva e concreta la disponibilità espressa dalla Fondazione Eurojersey ad inserire rappresentanti del Comitato nella costituenda Fondazione Casa di Marta per la gestione della struttura.

Il Comitato ha inoltre richiesto che l’Amministrazione inserisca negli obblighi convenzionali la facoltà di revocare la dichiarazione di pubblico interesse oltre che nel caso già previsto di oggettiva pericolosità anche in caso di “grave e continuativo disturbo della quiete pubblica” . L’amministrazione si è riservata di verificare la fattibilità dell’accoglimento di tale richiesta.

17122014

6 Commenti

  1. Questi sono impegni concreti e verificabili caro anonimous. Se non verranno rispettati i cittadini tra soli quattro mesi avranno modo di esprimere il loro dissenso attraverso le elezioni. La prossima volta datti un pò da fare tu per tre mesi e vediamo cosa riesci a combinare….Buon Natale!

  2. a parte che tra 4 mesi l’operazione di ristrutturazione non sarà certo finita e non a pieno regime, quindi non valuterete niente dell’operato della futura giunat, ma le elezioni non sono certo a livello di quartiere, per cui tutta la città valuterà se è una cosa buona o la vostra resistenza non sia parte dell’italico NIMBY….(da tutte le parti purché non a casa mia)

  3. Gli impegni del Sindaco
    Garantire l’ordinata attività della Polizia Locale: già garantita su tutto il territorio cittadini. Niente di più.

    Congruità degli accessi: normale. Va fatto su tutte le concessioni. Niente di più.

    Valutare la possibilità di riqualificazione dell’area. La promessa è solo valutare e non fare visto che non c’è un progetto. Il tutto sarà rimandato alla prossima Giunta che dirà che non ci sono i soldi.

    Valutare la necessità di interventi sulla viabilità: l’impegno è solo valutare e non fare. E poi l’assessore Barin ci penserà lui, o forse no perché non sarà nella prossima Giunta.

    Tutta aria fritta.

  4. Una volta fatta non riusciremo più a disfarla, questo è il vero problema!

Comments are closed.