CERIANO LAGHETTO – La tradizione del presepe non si perde a Ceriano Laghetto, dove, al contrario, viene valorizzata con diverse iniziative. In questi giorni sono state completate le ricostruzioni della Natività realizzate negli spazi pubblici, dal Municipio alla biblioteca, da piazza Diaz, grazie ai comitati genitori delle scuole ai Centri civici delle frazioni, con i volontari delle consulte. Opere realizzate con passione ed impegno per ricordare a tutti l’importanza della celebrazione tradizionale del Natale, anche attraverso i simboli che rappresentano questa festività.

presepe comitato

Proprio per questo motivo, anche quest’anno l’Associazione Ceriano in festa, in collaborazione con la parrocchia San Vittore e l’Amministrazione comunale propone, per il quarto anno consecutivo, il concorso “Un presepe con voi”. Il concorso è rivolto a famiglie, scuole e associazioni. La locandina del concorso invita tutti a rallentare dalla corsa frenetica di questi tempi e dedicare un po’ di tempo per realizzare insieme, in famiglia, il presepe. L’invito è anche a coinvolgere amici o vicini per realizzarne uno anche nei cortili o nei giardini, per riscoprire la gioia del lavorare insieme e condividere momenti in allegria. La partecipazione al concorso è gratuita: tutti i presepi iscritti saranno valutati da un’apposita giuria che assegnerà dei punti in base a tre precisi criteri, ovvero prospettiva e proporzioni, cura dei particolari e originalità. Le domande di iscrizione si possono consegnare in biblioteca fino al 18 dicembre, in chiesa parrocchiale imbucandole nell’apposita urna all’ingresso, sul lato destro, fino al 22 dicembre, o inviando una mail a [email protected] sempre entro il 22 dicembre. I giurati visiteranno le opere dal 22 al 31 dicembre, mentre la premiazione è in programma il 18 gennaio 2015 in oratorio, alle ore 15.

“In questo momento storico in cui nel nostro Paese si fa sempre più fatica a salvaguardare le tradizioni che appartengono alla nostra cultura, invito tutti i cerianesi a riscoprire e, soprattutto, a tramandare ai più giovani e ai bambini, la bellezza e il significato profondo del presepe – commenta il sindaco Dante Cattaneo – Non servono statuine pregiate o materiali nobili, conta soprattutto il desiderio di ricordare a tutti, anche con semplicità, un evento che ha cambiato la storia dell’umanità e che per noi resta simbolo di appartenenza ad una comunità” ha aggiunto l’assessore comunale alla Cultura, Emanuela Gelmini.

18122014