carabinieri saronno (4)SARONNO – E’ entrata in un negozio di abbigliamento, è riuscita a nascodersi addosso un paio di jeans e alcune magliette ma non si è accorta che la merce aveva attaccate le placche antitaccheggio e così, quando ha cercato di passare la barriera delle casse senza pagare è stata bloccata dal personale e poi denunciata dai carabinieri.

Facciamo un passo indietro e torniamo a qualche giorno fa quando una 22enne di origine romena ma regolarmente residente a Gerenzano è entrata in un negozio in viale Europa. Dopo aver gironzolato tra gli scaffali ed essersi provata un paio di indumenti ha cercato di uscire dalla corsia dedicata a chi non ha fatto acquisti. Il fatto che fosse infagottata nel proprio giaccone, molto più di quanto era entrata, ha insospettito il personale che l’ha tenuta d’occhio così da bloccarla quando il sistema antitaccheggio è entrato in funzione.

E’ rimasta lì con il personale fino all’arrivo dei carabinieri che l’hanno inviata a restituire la refurtiva. Così dal cappotto sono spuntati jeans e magliette, ancora con le placche antitaccheggio del punto vendita, per un valore complessivo di 100 euro che sono stati subito restituiti al personale.

(foto archivio)

03012014