sant'antonio giorno 1 sabato (4)SARONNO – Un circo itinerante ottocentesco con mangiafuoco, musici e giocolieri con tanto di tribuna dedicata ai più piccoli: è questa una delle principali novità dell’ottava edizione della settimana di eventi organizzata, da sabato 1o a sabato 17 gennaio dal Gruppo storico di Sant’Antonio di Saronno.

Tutto è nato nel 2007 quando un gruppo di saronnesi della parrocchia della Sacra Famiglia, fulcro del rione Prealpi, avviò un percorso della memoria che per “recuperare, valorizzare, raccontare e tramandare le tradizioni del borgo contadino ma anche la storia del Lazzaretto con un unico scopo raccogliere fondi per il mantenimento della piccola chiesetta”. Ogni anno, sponsor e volontari permettono con il loro sostegno e impegno di arricchire l’iniziativa: l’anno scorso ad esempio era stato ricreato il Lazzaretto mentre quest’anno toccherà al circo.

Sabato 10 gennaio si riparte con una più ricca ricostruzione di una via del 1600 con botteghe, dall’osteria alla gendarmeria e la stalla. Tutto realizzato un grande cura per la verosimiglianza storica. Come detto una delle sorprese dell’edizione 2015 sarà il circo itinerante dell’Ottocento: sabato pomeriggio  alle 15,30, alle 16,30 e alle 17,30 sarà possibile vedere la performance di mangiafuoco, giocolieri e musici. Sarà creata anche una piccola tribuna dove un’ottantina di bimbi potranno assistere agli spettacoli proprio come avveniva in passato. Seguirà una cena con una grande polentata che scalderà i presenti con i piatti della tradizione prima della serata con il cabaret e le canzoni di osteria.

Fulcro del primo weekend sarà ovviamente il corteo storico che dalle 15, domenica 11 gennaio, si snoterà per le vie cittadine con animali, figuranti ed abiti storici. Per questa ottava edizione sono previsti oltre 800 figuranti con l’esibizione di diversi gruppi folkloristici. Non lo solo: al termine della sfilata saranno organizzate intorno alla chiesetta delle esibizioni e dei quadri storici per dare modo a tutti di ammirare le diversi parti del corte che vedrà anche un corteo funebre ed uno matrimoniale.

Lunedì 12 gennaio dalle 9 partirà una giornata dedicata alle scuole con le visite guidate dedicata alla vita contadina con una particolare attenzione per i temi dell’Expo. Mercoledì 14, giovedì 15, venerdì 16 gennaio alle 20,30 si terrà preghiera con il triduo di riflessione di Sant’Antonio.

Gran finale sabato 17 gennaio con la tradizionale sagra con benedizione degli animali e dei veicoli: la giornata inizierà con le messe alle 7, 8, 9 nella chiesetta di Sant’Antonio e alle 18 nella vicina parrocchia Sacra Famiglia. Dalle 15, davanti alla chiesetta, benedizione degli animali, dalle 14 alle 19 quella delle vetture in oratorio,  e incanto dei canestri. Per tutta la durata dell’iniziativa sarà possibile, al borgo, gustare i piatti della tradizione alle 12 e alle 19  e acquistare prodotti contadini lombardi.

08012014

1 commento

Comments are closed.