SARONNO – Hanno preso la cassa, strappato ed asportati i computer, forzato e ripulito le slot machine i ladri che nella notte tra martedì e mercoledì hanno preso di mira la sala scommesse di viale Rimembranze.

Nessuno dei residenti della zona si è accorto di nulla nonostante i malviventi siano rimasti nei locali per oltre un’ora facendo avanti ed indietro dalla strada per caricare la refurtiva nell’auto su cui sono fuggiti.

La banda, nel video si vedono almeno tre persone, è entrata in azione poco dopo le 3 passando dal retro dell’attività. Con una scala han raggiunto una finestra al piano rialzato l’han sfondata ottenendo così l’accesso. Nella prima parte del furto dentro la sala giochi si sono viste solo due persone che con precisione e sistematicità hanno ripulito il locale di tutto quello che aveva un valore. I computer, la cassa ed i cambiamonete tutto è stato portato all’esterno e caricato su un mezzo con cui i ladri si sono dileguati. Si sono dedicati poi alle slot-machine: con un piede di porco le hanno tutte scassinate e si sono impossessati delle mini-casse in cui sono contenute le monete. Un lavoro che ha impegnato i ladri per quasi un’ora. Poco dopo le 4 i ladri sono usciti entrambi dall’inquadratura: il colpo sembrava finito ed invece alle 4,20 eccoli tornare questa volta in tre per un ultimo sopralluogo a caccia di qualche altro oggetto di valore da impossessarsi prima di lasciare definitivamente la sala.

Al mattino dopo a scoprire la devastazione sono stati i titolari dell’attività che non hanno potuto far altro che allertare le forze dell’ordine. I carabinieri hanno fatto un sopralluogo e avviato le indagini. Il fatto che il colpo fosse organizzato nei minimi dettagli lo dimostra anche il fatto che prima di entrare nell’attività i ladri si siano premuniti di mettere fuoriuso il sistema anti-intrusione che, infatti, non è entrato in azione.

Prima delle festività natalizie erano state prese di mira una cartolibreria in viale Escrivà, dove però nonostante un doppio tentativo di effrazione i ladri non sono mai riusciti ad entrare, ed una tabaccheria di via Cavour dove i malviventi sono riusciti ad impossessarsi, dopo aver sfondato la porta, di “Gratta e Vinci” e alcune stecche di sigarette.

Ecco come appariva la sala giochi all’arrivo di titolari la mattina dopo il colpo

08012014

7 Commenti

  1. non so proprio cosa si possa fare contro questa criminalità dilagante…

    • Comincia col dire a tuoi amici di sinistra che devono investire di più sulla sicurezza e ai tuoi amici a Roma che chi sta qua a delinquere va rispedito al mittente.
      La pace non si mantiene con le bandiere colorate. ..

        • La peggiore Italia quella che chiede più sicurezza ?
          Ma siamo fuori ? Hai visto quanti episodi di criminalità si sono verificati a Saronno ultimamente ? Ma in che mondo vivi ?

      • Concordo in particolare sul secondo punto: gli stranieri commettono reati in Italia andrebbero espulsi e rimandati al loro paese impedendo loro di tornare in Italia per un certo periodo di tempo.

    • Spero proprio che la prossima volta capiti a te o ai tuoi genitori… Voglio proprio vedere se per “una volta” che capita a te la prendi con questa filosofia!

Comments are closed.