luciano silighini garagnaniSARONNO – E’ durissima la presa di posizione di Luciano Silighini Garagnani, candidato sindaco della lista civica Saronno 2015 dopo il raid vandalico realizzato nel fine settimana nella zona sud della città dove con vernice spray rossa sono state realizzate scritte blasfeme ed ingiuriose.

“Alla luce dei nuovi graffiti contro questore e carabinieri nonché bestemmie, il Comune tolga l’auditorium comunale Aldo Moro ai membri del Telos per il loro convegno e blocchi con forza il corteo del 24 gennaio. Se non lo farà reputerò complice il Pd di questi personaggi”.

Il riferimento va al calendario di appuntamenti lanciati dai ragazzi del centro sociale Telos per il mese di gennaio contro la sorveglianza speciale richiesta a carico di un attivista proprio dal questore Francesco Messina.

Due gli eventi saronnesi: giovedì 15 gennaio alle 21 all’auditorium scuola media Aldo Moro su incontro pubblico sulla sorveglianza speciale e sabato 24 gennaio alle 15 un corteo per le vie di Saronno seguito da una taz con concerto.

12012015

16 Commenti

  1. …come fa a essere così sicuro di chi siano i colpevoli?? questo non conosce neppure le basi dello stato di diritto

    • a Robin Hood …. ma chi vuoi che siano stati ? forse le suore dell’oratorio di via cavour o i pensionati volontari del Centro Lavoro e Solidarità??? ma fammi il pacere, stato di diritto … l’unica “base” che si conosce è quella lunare, dove meriterebbero essere spediti tutti quanti una volta per tutte!!!!!

      • se siete così sicuri fate denuncia, o magari rischiate nel caso una contro-denuncia per diffamazione….devo andare a vedere su quale pianeta esiste scherwood. (ci vuole poco per chiunque ma proprio per chiunque – anche per chi aquila non è – comprare una bomboletta di spray e scrivere qualunque asineria)

      • Che è? Un usurpatore? Il PrincipeG sa di tutto ciò? La foresta di Sherwood è area di mia pertinenza!

        Stavolta in parte concordo con RobinH: mancando ammissioni o testimonianze dirette non si può risalire con estrema certezza alla mano… sebbene una mezza idea possa esserci.

        • vabbè .. chiedo venia, la prossima volta mi presnterò a nome Lady Marian

  2. Sulla pagina del TELOS si offendono le istituzioni e chi offende le divise merita di vederle solo da dietro le sbarre. Mai una sala a chi fa questa politica. Paolo Olcese

    • quali sono le pagine del Telos (il link insomma) affinchè tutti possano le leggere le offese?? e nel caso perchè non fa denuncia??

    • Il solito Paolo O (ossia….) perchè da cittadino non fai il tuo dovere : una denuncia per offesa alle istituzioni.. Forza che attendi …da candidato sindaco …. sarebbe almeno un primo segnale di coerenza

  3. Questa amministrazione che concede un auditorium pubblico ai telos , che hanno per tanto tempo violato le leggi con le loro occuppazioni , che hanno imbrattato la città , che hanno danneggiato bancomat etcc.. vuol significare una cosa chiara .. l’amministrazione comunale è complice dei telos !!!

  4. …appunto…quali sono queste pagine ?
    Paolo, rendile pubbliche !!!
    Se vuoi gettare il sasso e poi ritrarre la mano vai a farlo in riva al “tuo” mare e magari rendi utile la mano nascosta per impugnare un bel pezzo di focaccia di Recco….

    Se proprio ti senti moralmente obbligato ad apportare il tuo contributo alla nostra Comunità e non riesci a farne a meno, cerca di farlo in maniera concreta e fisicamente (o virtualmente) tangibile !!!!

  5. Certo che come candidato sindaco Silighini sta portando avanti ben poco a parte la solita campagna anti qualcuno…

  6. Tanto per cominciare l’Amministrazione potrebbe dare mandato ai propri operai di cancellare la scritta TELOS OVUNQUE che campeggia da MESI sul portone d’ingresso della Biblioteca Civica.
    Ricordo che gli insulti a Sindaco e Assessori furono cancellati in poche ore…

  7. Come al solito l’amico Paolo O(lcese ?!?) nell’assoluta impossibilità di dare un contributo tangibile alla discussione e per la pochezza di argomentazioni è sparito.
    Uno dei miei sogni ? Il sempiterno perdurare di questo stato delle cose….

Comments are closed.