SARONNO – Si sono impegnati a restituire alla città una pagina della sua storia ma purtroppo a causa dei continui vandalismi non riescono più a mantenere i costi tanto da scegliere di fare una donazione ufficiale all’Amministrazione comunale affinchè continui a prendersi cura dell’opera.

E’ questo l’ultimo capitolo dell’incredibile vicenda che vede protagonista l’orologio posizionato sul ponte della Vittoria dal circolo Tramway. Nel marzo 2012 il sodalizio, dopo una ricerca storica che aveva svelato la presenza di una nicchia nel ponte su via Primo Maggio storicamente dedicata ad un orologio aveva acquistato il dispositivo posizionandolo con l’aiuto dell’Amministrazione comunale. E’ così stato collocato nella nicchia un moderno orologio, regolato con un sistema satellitare Gps che ne garantisce la precisione e l’aggiornamento e che ha rimpiazzato, dopo oltre 40 anni, quello vecchio eliminato negli anni Sessanta.

Negli ultimi due anni l’orologio è stato preso di mira in diverse occasioni: la scritta Gamberi è stata realizzata con lo spray sotto il quadrante ed in due occasioni è stato necessario rimuoverlo dalla sua nicchia. L’ultimo danneggiamento è stato scoperto a fine novembre quando i volontari del sodalizio si sono accorti che l’orologio era indietro di qualche minuto. Non si trattava però di un guasto come si pensava inizialmente ma dell’effetto di una sassata contro il vetro. Riparare l’orologio è costato 600 euro. “In quest’occasione – spiegano Angelo Volpi e Giordano Barbieri – abbiamo trovato uno sponsor che ci ha aiutato a sostenere le spese di manutenzione e sostituzione del vetro ma la nostra associazione non ha i fondi per continuare ad effettuare riparazioni. Così abbiamo deciso di fare una donazione ufficiale in modo da affidare l’orologio al Comune”.

“Come primo cittadino non posso che ringraziare il Tramway di averci affidato questo bene e con la stessa forza non posso che condannare chi, con mano vile, si macchia di questi gesti resi ancora più gravi dal fatto di essere compiuti contro una proprietà di tutti e non di un singolo”.

08012014

4 Commenti

  1. Che Tristezza!
    L’amarezza di cittadini volonterosi che “mollano il colpo” essperati dall’indifferenza dei politicanti e non , NON DEVE PASSARE INOSSERVATA!!
    L’assenza di commenti denota l’indifferenza anche dei cari concittadini nei confronti di questa iniziativa (ma ce ne sono tante altre che magari non balzano aglio nori delle cronache).
    Saronno (ma anche la ns. cara Italia) non potrà mai miglirare fino a che l’indifferenza la farà da padrona.
    Mi sento vicino ai componenti dei Circolo Tramway e li esorto a continuare nelle loro azioni!!!

  2. Non si potrebbe posizionare una sorta di “guscio” trasparente per proteggerlo, in modo che non sia possibile colpirlo e sporcarlo direttamente?

    PS: stamattina avevo letto 600 mila euro… e in effetti mi ero detto sarà sicuramente un refuso, fortunatamente era così 😉

    Purtroppo viviamo in una società in cui i vandalismi sono all’ordine del giorno e sembra che non si riesca a uscirne, forse quando capiremo che dobbiamo smetterla col garantismo esasperato che chi per anni ha legiferato ha continuato a fare (e le colpe sono di OGNI schieramento politico, anche di chi oggi sbraita tanto) e con il ripristino di educazione civica nelle scuole come materia vera, si potrebbe cercare di migliorare le cose.

  3. Indifferenza, apatia, la nostra società sarà sopraffatta da chi invece ci incalza per sottrarci il benessere diffuso che, di cui nonostante tutto ancora, godiamo. Venite a vedere quanti sono il pubblico che partecipa ai consigli comunali dove si decide come saranno spesi i nostri soldi. Su 22000 elettori una decina ! E poi giochiamo al massacro dei nostri amministratori, di quale colore essi siano. Disse il saggio che ogni popolo ha gli amministratori che merita, cioè quelli che può produrre.
    Donato

  4. Grande amarezza nel constatare l’inciviltà di taluni. Grazie comunque amici di Tramway!

Comments are closed.