saronno protagonista logoSARONNO – E’ Guido Angeli a rispondere per Saronno Protagonista alle domande dello speciale de IlSaronno.

Abbiamo fatto tre domande, semplici e molto aperte, a tutti i gruppi politici cittadini per fare un bilancio dell’anno appena passato e iniziare a guardare a quello che arriverà.

1- La nostra percezione è quella di una città che ha perso lo smalto e la vivacità di un tempo. Il perché siamo arrivati a questa situazione non ci interessa molto, questo è il passato, oggi pensiamo a cosa si farà per il futuro di Saronno.

2- Il sindaco ideale? Una persona giovane e dinamica ma che conosce profondamente la nostra città e che sarà in grado di trasmettere ai cittadini una rinnovata fiducia nella politica locale, aiutando Saronno a crescere guardando al futuro con entusiasmo malgrado i problemi del quotidiano ed anche attraverso innovativi progetti che però rispetteranno le tradizioni e la cultura locale che caratterizza la nostra città.

3- Le priorità di Saronno? Abbiamo le idee molto chiare in merito ma in questi giorni stiamo chiedendo ai cittadini quali sono le loro priorità, perché Saronno protagonista significa proprio questo, una lista per dare voce ai Saronnesi. Il 6 gennaio eravamo in corso Italia con uno stand e l’8 gennaio abbiamo organizzato un aperitivo all’Enjoy di piazza Ugo la Malfa ed in entrambe le occasioni abbiamo incontrato davvero molte persone.

Personalmente ascolto da oltre un anno i problemi di commercianti ed imprenditori e presto saremo di nuovo tra la gente con altri appuntamenti a cui tutti sono già invitati.

Desideriamo profondamente soddisfare le esigenze di chi vive la città ogni giorno e non solo saltuariamente, sicurezza, pulizia, viabilità, commercio e per questo ci vorrà molta determinazione e la possibilità di governare con una maggioranza totalmente nuova e compatta, senza accettare troppi compromessi, altrimenti le cose non potranno davvero cambiare.

Per raggiungere questo ambizioso obbiettivo avremo però bisogno dell’aiuto di tutti i nostri cittadini, perché è davvero arrivato il momento di cambiare scena!

16012015

1 commento

Comments are closed.